Profumo d’India

… Come dicevo, sono nel mio “periodo indiano” e quindi vi offro un’altra sperimentazione ispiratami dalle spezie che affollano la mia cucina… non ho più posto! Avendo finito gli scaffaletti appositi con i barattolini, le ho messe un po’ in tutti i cassetti, manca poco che le metto anche nell’armadio! Ma non è colpa mia, quando entro in questo profumato tunnel di ispirazione ne scopro una dopo l’altra!… Ho appena trovato il cardamomo nero! Il suo profumo legnoso!… Non ho ancora escogitato qualcosa ad hoc, ma ci sto pensando… Fortunatamente tra qualche giorno ci trasferiamo e alla casa nuova avrò un po’ più spazio, ma soprattutto al locale potrò sbizzarrirmi con un’intera parete :-)…Nel frattempo, ecco qui questo riso pilaf, arricchito con verdure di stagione e reso veramente unico dalle spezie… Spero vi piaccia…58
Ingredienti:

150 g di riso Basmati integrale
150 g di verdure di stagione (ho usato peperone cornetto rosso, zucchine, piselli e cavolfiore)
1/2 cipolla
3-4 cucchiaini di olio di sesamo
20 g di mandorle sgusciate
40 g di uva passa
1/2 spicchio di aglio
3 baccelli di cardamomo verde
1/2 stecca di cannella
1 punta di cucchiaino di peperoncino rosso in polvere
4 chiodi di garofano
sale marino integrale qb

Procedimento:
Allora, mettete in ammollo l’uvetta per 15 minuti, poi scolatela, datele un’asciugatina e fatela dorare in una padella/wok con  1 cucchiaino circa di olio di sesamo; poi mettetela da parte. Cuocete a vapore le verdure, per circa 10 minuti e poi mettete da parte anche loro; nel frattempo, pestate nel mortaio le spezie, oppure usate un macinacaffè (del cardamomo usate solo i semi, i baccelli potete tenerli per fare una tisana o per aromatizzare qualcos’altro). Nella stessa padella/wok che avete usato per l’uvetta, fate dorare per 2 minuti la cipolla e l’aglio tritati insieme alle spezie con 2-3 cucchiaini di olio di sesamo, mescolando di tanto in tanto. A questo punto versate nella padella/wok il riso ben sciacquato, saltatelo delicatamente per qualche minuto, e poi aggiungete il doppio del suo volume di acqua, incoperchiate e lasciate cuocere finchè l’acqua non sarà stata assorbita completamente dal riso (ci vorranno 20-30 minuti). Terminata la cottura aggiustate di sale, aggiungete le verdure, l’uvetta e le mandorle e servite, assaggiate e riempitevi le narici ed il cuore…59
Per questo riso, come per le altre ricette indiane che sto sperimentando, sto traendo insegnamento ed ispirazione da vari testi, imparando, prendendo spunto e reinterpretando… scoprire le tecniche, le materie prime e gli usi di altre culture, per me è entusiasmante! E mi arricchisce molto, perché ogni cosa che scopro e che leggo diventa parte della mia esperienza attuale ed un seme per quella futura, mi permette di “riarrangiare all’infinito” le mie possibilità di espressione! Insomma mi piace proprio tanto :-)… Non c’è limite a quanto di bello si può creare, in qualunque campo…
60
“Sorridi, perché l’allegria è il segno più evidente della saggezza. La vita è davanti a te, il cielo è sopra di te, il sorriso è dentro di te. Il mondo ama le anime chiare, le persone che hanno il sorriso negli occhi e la festa nel cuore”. (Romano Battaglia)

  1. Bella!! Non è nemmeno troppo speziata, quindi è da fare…ma aglio e peperoncino, non li userò…sarà un delitto? 😀

    Reply
  2. Adoro la cucina indiana ed il cardamomo….. Questo tuo riso é davvero invitante! 🙂

    Reply
  3. Aaaaaaaaahhh che bontà! Mi sembra di sentirne già il profumo… 😆
    Anch’io amo quella lontana terra esotica e misteriosa: sennò perché avrei con me quei due “cosi” pelosi… ehm 😳 pardòn…porcellini d’India? :mrgreen:

    Reply
  4. *.* le tue sperimentazioni sono una meglio dell’altra! 😛 questo riso è fantastico, allegro, e di sicuro profumatissimo!! 🙂 Ci hanno portato un sacco di spezie dall’Egitto, anche se il cardamomo purtroppo ci manca, questa ricettina la proveremo al più presto!! 😀

    Reply
  5. Cara Dalila è davvero appetitoso!
    Siamo tutte in fermento per i tuoi preparativi… tienici aggiornate! :mrgreen:
    Ciao Animachiara

    Reply
  6. @Terri: il sapore sarà sicuramente diverso, ma non sarà certo un delitto … una variazione sul tema 🙂

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti