Cipolla farcita

Mi scuso per la foto, però la ricetta ho voluto pubblicarla comunque perché è veramente sfiziosa e poi permette di mangiare una cipolla intera con gusto ;-). Visto che le cipolle fanno tanto bene! E’ stata una delle portate del pranzo di Pasqua con la famiglia ed è piaciuta tanto, sia per il gusto che perché… fa simpatia :-).33
Ingredienti:

300-350 g di acqua molto frizzante
200 g di farina integrale per polenta Taragna (mais e grano saraceno)
150 g di fiocchi di grano saraceno al naturale
125 g di “Fracchiata” (mix di farine di legumi: cicerchie, fave, piselli, ceci)
4-5 cipolle bianche fresche
pomodori
pesto
pangrattato senza glutine qb
5 bacche di ginepro
1 foglia di alloro
1 cucchiaino di rosmarino
1 cucchiaino di spezie per arrosti
sale marino integrale
olio d’oliva

Procedimento:
Per prima cosa prepariamo la polentina per il ripieno: cuociamo in poca acqua salata i fiocchi di grano saraceno, per 10 minuti; a fuoco spento aggiungiamo la farina per polenta Taragna, quindi amalgamiamo e versiamo la polenta in una pirofila bassa, in modo che il composto abbia uno spessore di 1,5 cm; inforniamo la polenta a 200° per 30 minuti. Una volta sfornata la lasciamo raffreddare bene, perché dovremo tagliarla a bastoncini, come vedete nella foto. Nel frattempo lessiamo le cipolle sbucciate, ma intere, in acqua salata e speziata (ginepro, alloro, 1 cucchiaino di rosmarino); basteranno 15-20 minuti perché le cipolle devono rimanere belle sode e l’acqua di cottura potrete utilizzarla per cuocere la pasta, il riso o quello che volete aromatizzare. Prepariamo anche la pastella (piuttosto liquida) per dorare e farcire le cipolle: mescoliamo la Fracchiata (se non l’avete, va bene anche la farina di ceci) con l’acqua frizzante, un po’ di rosmarino e sale. Quando le cipolle si sono raffreddate bene, le tagliamo in 2 come fossero un panino da farcire e farciamo! Facciamo questa operazione direttamente nella teglia che inforneremo, perché spostare le cipolle farcite potrebbe causare disastrosi “smottamenti”… Quindi, sulla base del cipolla-panino mettiamo un po’ di pastella, un po’ di pesto, una fettina di pomodoro, 2 bastoncini di polenta, poi ancora un po’ di pesto, un’altra fettina di pomodoro (sottile), un po’ di pastella e chiudiamo con l’altra parte del cipolla-panino :-). Una volta che avrete farcito così tutte le cipolle (la polenta vi avanzerà, ma potete riciclarla in mille modi…), il tocco finale: rapidamente versiamo un po’ di pastella su ciascun cipolla-panino e subito spolveriamo con abbondante pangrattato, in modo che la pastella non coli giù tutta! Un filo d’olio e subito in forno a 200° per 20-30 minuti… Richiede un po’ di lavoro ma il risultato merita ;-). “Sorridi, perché l’allegria è il segno più evidente della saggezza. La vita è davanti a te, il cielo è sopra di te, il sorriso è dentro di te. Il mondo ama le anime chiare, le persone che hanno il sorriso negli occhi e la festa nel cuore” (Romano Battaglia).

  1. ma che bella! sembra un hamburger, solo molto più sano! 😀

  2. E’ vero: fa tenerezza ed é proprio simpatica la tua cipoletta ripiena! Somiglia un po’ al Gabibbo! Bravaaaaa

  3. Bellissime da provare subito! Grazie

  4. Da amante delle cipolle non posso che ringraziarti per questa ricetta!

  5. Mio marito ama e divora le cipolle come fossero popcorn, che bella ricetta diversa, grazie!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti