Succu ‘e faa

… Semolino di fave. Continua la mia veganizzazione dei piatti sardi anche se, quella che vi propongo adesso, è una ricetta vegan dall’origine. Un piatto caldo e nutriente, perfetto per queste gelide giornate!
Ingredienti (per 3 persone):
250 g di fave gialle spezzate
150 g di semolino
½ cipolla
olio evo
acqua
sale

Procedimento:
Ho messo in ammollo le fave per una notte. Quando ho cominciato a cucinare le ho scolate. Ho soffritto la cipolla in una pentola con l’olio evo. Ho aggiunto le fave e le ho rosolate per 1 minuto. Ho aggiunto l’acqua (sono andata a occhio, dipende se lo volete più o meno denso) e salate. Contrariamente a quello che c’è scritto sulla confezione, le mie fave dopo 15 minuti cominciavano a spappolarsi quindi ho versato a pioggia il semolino continuando a mescolare (come se fosse una polenta) lasciandolo cremoso ma non troppo. Dopo 5 minuti ho spento il fuoco e ho lasciato riposare 20 minuti prima di servire, nel frattempo il semolino continuava a cuocere e ad assorbire l’acqua. Quando l’ho versato nella ciotolina c’ho aggiunto un goccio di olio evo a crudo, se gradite potete anche pepare. Da servire caldo!

  1. Uhmmmmmm! mi intriga e poi ho del semolino da finire 🙂

  2. Non ho mai mangiato il semolino, ci credi? Ma è la stessa cosa della semola?

  3. Ha un aspetto davvero invitante, mai mangiato! 🙂

  4. Anche io non ho mai mangiato il semolino! appunto mi sto chiedendo con quale farina si faccia 🙂
    quando ero piccola mi piaceva tanto la torta di semolino, che si fa qui dalle mie parti…in pratica una crostata il cui ripieno è fatto di semolino…credo sia una ricetta molto facilmente veganizzabile, tra l’altro: basta eliminare le inutili eventuali uova!!

  5. gustosa! mi piaciono parecchio fave abbinate a catalogna…ma con questo semolino non l’ho mai fatte!

  6. Uso sia la semola (per fare il pane) che il semolino, sono differenti principalmente nel colore e nella granulometria, il semolino è quasi bianco, e viene usato per fare “polente” o creme. Mia madre dice che da bimbetta non lo volevo, ma quando avanzava dalla pappa delle mia sorellina più piccola c’è lo contendevamo 😀
    La semola è più gialla e ci si può fare anche la pasta, altro non so 😉

  7. Vado matta per il semolino di riso….quello di riso, mais e tapioca….mamma mia sembra di essere tornati bambini!!!

  8. dev’essere buonissimo!!! amo il semolino!!!! e amo la crema di fave!!! dev’essere un’accoppiata vincente!!! gnam gnam

  9. Mi ispira tanto! E in più ho delle fave che sono lì ad aspettare da una vita (devo controllare che siano gialle… non sapevo cosa farne!) e del semolino di avanzo! Chissà che non sia la mia alternativa vegana alla prossima cena onnivora in famiglia 🙂

  10. in italiano significa “semolino di fave”.
    il semolino è semola di grano duro!
    ringrazio i moderatori del sito che hanno corretto la mia ricetta, avevo sbadatamente sbagliato a scegliere la categoria, che tonta!! andava in “sardegna” e l’ho messo in “cereali&legumi”!!
    grazie a tutte dei complimenti :-)))

  11. Buonooo! Adoro il semolino, sopratutto quando si creano i grumetti 😛

  12. Stupenda!
    Le “pappette” con le fave mi piacciono tanto e questa è la stagione giusta! Non ho mai cucinato il semolino, preparo questa ricetta o con la quinoa o con l’amaranto, aggiungendoci solo un po’ di timo e olio evo. Ma le prossime fave le preparerò così!

  13. Scusate ma sapete che la Buitoni appartiene alla Nestlè cioè = vivisezione, sfruttamento lavoro minorile, distruzione ambientale, aiuti ai sistemi dittatoriali eccetera ecceterissima?!

  14. @Linda: non lo sapevo! certo che non si può mai stare tranquilli con gli acquisti..io ultimamente oltre ai generi alimentari compro poco altro…ma già così mi sembra di impazzire a leggere tutte le etichette…per quel che posso compro nei negozi bio, ma per esempio la frutta e la verdura le prendo dal fruttivendolo e di continuo mi faccio domande sulla provenienza…:(

  15. grazie per l’illuminazione Linda, ma era l’unico semolino che ho trovato al supermercato!

  16. è difficile mangiar 100% prodotti cruelty free… se solo tt pensassero al bene degli altri e non al profitto…. ma purtroppo è impossibile finchè la nostra economia si baserà sul sistema capitalistico 🙁

    Ma sai ke sarà da 1 vita ke nn mangio il semolino??? Cm a tt qui mi fa ricordare la mia infanzia…. 🙂 ma quindi è di grano duro (sai ke sn ossessionata dalla roba integrale xd).
    Putrtroppo le fave le adoro, ma a casa nn vogliono ke le cuocia xk dicono ke emanano 1 odore sgradevole 🙁 ho risolto con la farina ma di certo nn è la stessa cosa…

  17. Come ti trovi con la farina di fave, Fatina?
    io ho ordinato su tibiona quella di lupini (mamma mia, ho fatto una serie di acquisti compulsivi su tibiona l’altro giorno! XD non vedo l’ora che arrivi il pacco), quella di piselli e quella di legumi, nonchè quella di spinaci…ero tentata da quella di fave e quella di lenticchie ma mi sono frenata 😀

  18. io trovo che le fave gialle invece emanano profumo quando le cucino! non so, forse ti riferisci ad altri tipi di fave…

  19. 😀 Preparati…. ank io con gli acquisti compulsivi n scherzo…. ti arriverà 1 pacco bello pesante 🙂
    Spero x te ke nn devi fare scale x portarlo in casa XD
    Io bene…. però l’ultima volta aveva un sapore più neutro….. forse è xk mi sn abituata al sapore, bo.
    Alla fine se si fa 1 ordine lì quello ke conviene ordinare sn l farine e i cereali… se proprio nn interessano prodotti specifici (ke nn costano poco).
    Io se restassi comprerei la farina di canapa

    vali: lo so, lo credevo ank io 🙁 ma a quanto pare hanno suscitato la reazione opposta

  20. Le fave al momento non le ho ancora provate ma appena le trovo sicuramente finiranno nella mia dispensa. Cosa dici se intanto provo la tua ricetta con i piselli spezzati?

  21. @Marce: uhm…con i piselli spezzati…non saprei,hanno un gusto totalmente diverso dalle fave gialle, prova e fammi sapere :-)))

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti