Pesto delle vacanze

Due giorni ancora e poi si va in Toscana!! Io le mie vacanze le passo a casa, all’afa, in città, dove sono cresciuta e non ci rinuncerei per niente al mondo! Il mare è a due passi, la campagna pure e soprattutto: non c’è nessuno!!! Solo alcuni amici a me molto cari, che per mia fortuna non vanno in ferie in questo periodo. Per salutarci, perché da là non lo so proprio se avrò la possibilità di postare le mie creazioni, vi lascio il mio similpesto fatto ieri per usare un po’ di rucola avanzata e il basilico del mio orticello aromatico (scommettiamo che il vichingo si scorderà di annaffiarmi le piantine?).

Ingredienti:
100 g di pinoli
1 bel mazzetto di basilico
1 mazzetto di rucola fresca
10 pistacchi non salati sgusciati
100 g di tofu al naturale sbriciolato
olio di oliva qb
1 spicchio di aglio schiacciato
1 cucchiaino di sale marino

Procedimento:
Lavate e asciugate bene le foglie di basilico e di rucola. Mettere tutti gli ingredienti in un contenitore allungato e frullare con un frullatore a immersione, con l’accortezza di estrarlo ogni tanto per permettere a tutti gli ingredienti di amalgamarsi in maniera omogenea. Il risultato è un composto cremoso, soffice e delicato al sapore, i pistacchi secondo me aggiungono un tocco esotico che non ci sta per niente male.

Conclusioni:
Io l’ho mangiato sui miei crackers di semi vari, il vichingo lo ha assaggiato sui fusilli. Buono in entrambi i casi! E per i miei prossimi post culinari ci sentiamo alla fine d’agosto… buone vacanze a tutti!

  1. ottimissimo pesto!! strano l’abbinamento rucola-basilico.. secondo me vista la bontà il vichingo te le annaffierà le piantine.. allora buonevacanze!!!! 😉

    Reply
  2. Che buono questo pesto! Se sento parlare di città afosa in Toscana penso subito a Firenze, è lì che torni?

    Reply
  3. Buonissimo questo pesto 😉 . Tornare a casa è sempre fantastico…comunque anche Parigi non dev’essere male!!

    Reply
  4. Ciao lauzan! Bel pesto!!! Buone vacanze allora 😉 a presto!

    Federica 🙂

    Reply
  5. ciao! questa è uno dei mie prime prove di veg spignatto consapevole! per questo ti faccio una domanda che può sembrare stupida ma che per me non lo è 😛 : quanto basilico intendi per un mazzetto?????

    Reply
  6. Allora un mazzetto tipo un tipico mazzetto da supermercato…che a occhio direi contiene una quarantina di foglie. 🙂 Puo’ bastare come indicazione…?

    Reply
  7. grazie! perfetto, mi metto all’opera ora!

    Reply
  8. è venuto bene anche se non ho usato la rucola!! ottima ricetta!grazie!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti