Pestato di mare

Oggi mi è venuta voglia di fare un pesto per la cena di stasera e così spulciando in dispensa le alghe mi sono ritornate utili!
Ingredienti:
10 g di alghe Bretoni o spaghetti di mare
180 g di zucchine
25 g di anarcardi
1/2 cipolla bianca
sale grosso nero
pepe
1 cucchiaio di olio evo

Procedimento:
Mettete in ammollo per almeno 6 ore le alghe Bretoni. Nel frattempo trifolate le zucchine con l’olio e la cipolla, entrambi i vegetali devono rimanere abbastanza croccanti. Dopo le 6 ore sbollentate giusto per 5′ le alghe, strizzatele bene e unitele alle zucchine in una ciotola con gli anacardi, il sale grosso nero e il pepe. Frullate tutti gli ingredienti con il mixer, et voilà il pesto è pronto!

Il punto:
Mi frullava di ieri l’idea di fare un pesto utilizzando le alghe, però non volevo che il sapore del basilico si accavallasse a quello salmastro delle alghe e così ho fatto questo piccolo esperimento. Ancora non ho condito la pasta, ma ne ho assaggiato un cucchiaino e mi ha conquistata :)!

  1. Dovrei proprio assaggiarlo per capire il gusto! Ma sono sicura che sia una bella idea 🙂

  2. Secondo me, dipende molto da che rapporto hai con il sapore delle alghe. Se in genere ti piacciono, credo che l’accostamento possa piacerti; altrimenti non so :)! Devi decisamente provarle!

  3. Prima o poi devo proprio assaggiarle ;D

  4. Idea geniale! Mi incuriosisce 😀 Da provare senz’altro!

  5. Le alghe mi piacciono!! Le zucchine pure!! Gli anacardi anche! Wow!! Che combinazione di gusti!! Deve essere buonissimo…

  6. mhmmm sembra squisito 🙂

  7. Ciao monica! Mi ispira tanto questo pesto di mare!! Brava!!!

  8. x ora ho provato solo le dulse e le nori, però in abbinamento con gli anacardi non devono essere niente male, bella e originale idea!

  9. molto interessante…brava! 🙂 🙂

  10. che figata!bella idea.secondo me andrebbe benissimo anche per marinare il tofu

  11. Grazie a tutte! Ancora non l’ho assaggiato sulla pasta, me lo pregusterò a pranzo! gnam gnam

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti