Panini morbidi all’arancia

Sono panini davvero deliziosi da gustare a colazione, merenda, cena, pranzo… 🙂  ho preso la ricetta da Cookaround apportando piccole modifiche: premetto che per i lievitati, molto spesso, preferisco diminuire di molto la quantità di lievito allungando i tempi di lievitazione: si ottiene così un prodotto molto più digeribile, che si conserva molto più a lungo, con una bella alveolatura interna e soprattutto non si avverte quel retrogusto di lievito che io personalmente detesto 🙂

Ingredienti per il poolish
:
100 g di farina
100 g di acqua
1 g di lievito

Ingredienti per l’impasto:
500 g di farina
7 g di lievito
200 g di acqua
30 g di olio di mais
40 g di zucchero di canna (anche 50 g)
il succo di 1/2 arancia
la buccia grattugiata di 1 arancia bio bio
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di malto d’orzo (facoltativo)

Procedimento:
La sera prima si prepara il poolish sciogliendo il lievito nell’acqua e aggiungendo farina fino ad ottenere una pastella: lasciare lievitare per tutta la notte o comunque per 12-14 ore. Al poolish tutto pieno di bollicine che ci ritroviamo al mattino dopo una bella colazione 🙂 aggiungiamo tutti gli altri ingredienti, lievito sciolto nell’acqua, farina, olio, zucchero, malto, sale, succo e buccia d’arancia, impastiamo fino ad ottenere un impasto morbido e  lasciamo lievitare per 2 ore o comunque fino al raddoppio della palla. Dividere l’impasto in porzioni da 50 g circa e formare delle palline belle lisce, lasciare lievitare ancora un pò (1 ora), e infornare in forno già caldo per 15- 20 minuti a 180°-200°… spennellare da caldi i panini con zucchero a velo e acqua per rendere la superficie bella lucida. Alcuni li ho riempiti con marmellata di arance: divini, altri con pezzi di cioccolato fondente: sublimi!!!!

Nota:

Un trucco meraviglioso carpito dalla rete: quando mangiate le arance non buttate via le bucce: lasciatele seccare sul termosifone, vicino al camino e per essere sicuri che si siano seccate bene potete passarle in forno a bassa temperatura… poi passatele al frullatore e otterrete una polverina meravigliosamente profumata da utilizzare in tutte le preparazioni che prevedono aromi naturali… :)… ovviamente arance bio: io ho la fortuna di avere un meraviglioso albero di questi frutti gustosi!!

  1. Santo Cielo….mi ricordano ( mi sembra di sentirne il profumo) dei plum cake all’arancia che mangiavo da piccola…li compravo in autogrill quando andavo in montagna a sciare, e l’aspetto “superiore” era identico a questi paninetti…

    Reply
  2. mmmmmmmmmmmmmmmmmm che buoni!!!!!! complimenti vivissimi!!!! da fare subito!

    Reply
  3. Che belli…. e chissà che buoni !!!

    Reply
  4. Che meraviglia questi paninetti…………corcordo pienamente sulla diminuzione del lievito…..basta avere un pochino di tempo in più e si ottiene un prodotto molto più buono……questi panini vanno nei preferiti 🙂

    Reply
  5. grazie anche per il consiglio delle bucce da polverizzare! geniale….

    Reply
  6. pS-dimenticavo, ma il ripieno d’arancia o cioccolato l’hai messo prima o dopo la cottura?

    Reply
  7. Davvero una delizia… e bellissime le tue foto!!!
    🙂
    Brava!
    Abbracci…….

    Reply
  8. Moooooooolto interessanti, e anche di facile esecuzione, che dire…..non si può non farli!

    Reply
  9. Grazie ragazze, provateli perchè sono veramente buoni..e come profumano!!!! Ciccina il ripieno l’ho messo prima della cottura…ho schiacciato la pallina tipo pizzetta, ho messo al centro un pezzo di cioccolato in alcuni e mezzo cucchiaino di marmellata in altri, ho chiuso e fatto lievitare…
    Barbara in effetti sono semplicissimi da fare: se hai una macchina del pane puoi impastarli lì…la mia è momentaneamente inutilizzata causa palette buttate inconsapevolmente nel secchio della spazzatura!!! ggggrrrrrr!!! 🙁

    Reply
  10. Ciao Tuba: vorrei sapere se hai usato lievito di birra fresco o quello disidratato? Grazie carissima 🙂

    Reply
  11. P.s.: della buccia delle arance tieni anche la parte bianca?

    Reply
  12. Chicca ho usato il lievito di birra fresco…per quando riguarda la buccia, si anche la parte bianca..

    Reply
  13. non rimane amaro tenendo il bianco? Scusa tutte queste domande, ma mi piacerebbe fare questa polverina visto che ho comprato una cassetta di arance bio e visto che di solito nelle ricette si dice ti tenere solo la buccia senza bianco non vorrei fare disastri…….grazie ancora 🙂

    Reply
  14. Anch’io ero scettica ma ti garantisco che l’amaro non si sente…prova e non te ne pentirai 🙂
    ne basta pochissimo per aromatizzare qualsiasi dolce e perché no, anche qualche pietanza salata… l’unica accortezza è seccarle bene (devono fare tak 🙂 ) altrimenti si ammuffiscono. Puoi usare un macinacaffè o il ken per frullarle..che profumo inebriante!!! Si può fare ovviamente anche con mandarini, limoni…

    Reply
  15. Grazie mille da oggi terrò le bucce delle arance 🙂

    Reply
  16. vi voglio solo dire che se gli onnivori facessero ogni tanto una capatina in questo sito si convertirebbero subito! Ma come fate? Siete delle cuoche fantastiche, vi invidio!
    Ogni giorno trovo nuove ricette sfizziosisssssssssime!
    Grandi!!
    Questi paninetti sono un vero e proprio capolavoro, ci voglio provare (spero che mi vengano bene)

    Reply
  17. Che belli che sono! Questi li faccio subito!
    Sto sperimentando le ricette che trovo su questo blog da un pò e devo dire che sono tutte favolose, mio marito vi ringrazia!!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti