Le sane vegane

Dopo mesi passati a cucinare lo stretto indispensabile, oggi ho deciso che era ufficialmente ora di tirare nuovamente fuori il grembiule e mettersi veramente ai fornelli. Non per peccare di superbia, ma il risultato è stato davvero sbalorditivo! 🙂 Ciò che amo dei “piatti tradizionali” è la possibilità di modificarli a piacimento, dando vita a qualcosa di unico e davvero buono. Pochi semplici ingredienti, che però assicurano una resa decisamente notevole!!! 😉
DSCN3711
Ingredienti (
per 2 pirofile biporzione):
500 g di pomodori da sugo
1 scalogno medio-grande
1 carota grande
125 g di piselli lessati
3-4 funghi champignon
500 ml di latte di soja
130 g di farina
1/2 bicchiere di olio evo
noce moscata
sale integrale
fogli di pasta di semola

Procedimento:
La prima cosa da fare è preparare il sugo. Lavate e tagliate i pomodori, poi metteteli in pentola con 1 filo d’olio e chiudete il coperchio. Intanto tagliate lo scalogno e fatelo rosolare, prima di aggiungere carote e piselli e spegnere il fuoco. Quando il pomodoro sarà cotto passatelo e aggiungetelo a scalogno, carote e piselli. Quando le carote sono a metà cottura aggiungete i funghi, anche loro puliti e tagliati a tocchetti. Una volta cotto spegnete e lasciate raffreddare. A questo punto prepariamo la bechamelle: basterà far tostare la farina con l’olio evo, prima di aggiungere a filo il latte e rimescolare sino a consistenza desiderata. Aggiungere la noce moscata (io ho abbondato!) e il sale, prima di spegnere il fuoco. Ora basterà assemblare il tutto, iniziando con uno strato di bechamelle e sugo, per poi aggiungere il foglio di pasta, poi di nuovo bechamelle e sugo, pasta e via discorrendo. L’ultimo strato dovrà ovviamente essere a base di sugo e bechamelle e volendo può essere spolverato con del lievito alimentare. Infornare in forno caldo a 200° per 25 minuti, servire tiepide!

Il punto:
Come avrete letto, nel sugo non ho messo sale per non coprire il gusto della noce moscata (la amo!) e nello stesso potete mettere ciò che più vi aggrada, vi ispira, vi va di mangiare! Si tratta di un sugo molto versatile e buonissimo anche su pasta e crostini. Io l’ho lasciato molto liquido, perchè la bechamelle era decisamente densa, ma in questo caso andate a occhio e non sbaglierete! 😉 La pasta di semola era – ahimé – comprata, ma volendo potete farla voi, o utilizzare quella di farro dicoccum integrale (buonissima!) o di segale… sbizzarritevi, insomma! La cucina è fantasia, non è vero? 😉

  1. che aspetto invitante!!!

  2. Bellissima ricetta golosa!!! 🙂
    Brava Sam!
    …rimettiti spesso il grembiulino se poi ci regali pietanze così 😉
    🙂 🙂

  3. Slurpeteee mi piacciono da matti gli strati con in mezzo le verdurine! Sai che proprio poco fa in cantina ho trovato del carasau e avevo pensato di “lasagnarlo”? Se domani sto meglio me le preparo;io non ho mai fatto tostare farina per besciamella,la provo così.Hai messo il Turbo al tuo forno in questi giorni, eh?!?

  4. Che meraviglia! *_* Le lasagne per me fanno sempre domenica, specie quelle coi piselli, come le faceva il mio adorato papà, accompagnate dal seitan ai ferri e le patate al forno. E per finire con torta di mele + vegpanna montata! :mrgreen:
    Vi piace il mio menú per il pranzo di dopodoman? 😀

  5. mmmmmmhhhhhh mi è venuta una fame!!! sarà il fuso orario (avanti di tre ore e mezzo) o sarà perchè queste lasagne hanno un aspetto straordinario? mi sa la seconda eheheh…! 🙂 davvero complimenti!
    @Lali: ottimo il tuo menù!! quando ci inviti? 😉

  6. Che meraviglia! Sono quei piatti dove io mi ci annegherei… Inoltre si presta a mille varianti, dipende da che ingredienti abbiamo in casa. A me la sfoglia viene un po’ collosa, qualcuno ha dei consigli da darmi?

  7. Cristina1210 hai provato ad aggiungere della semola? Asciuga l’impasto 🙂 Facci poi sapere!!!

  8. ..sì,esteticamente può andare ma chimicamente sono combinazioni tossiche per lo stomaco e tt il sistema fisiologico..nn si possono mescolare gli acidi del pomodoro,le proteine e i carboidrati della semola,le altre proteine del latte d soia e proteine dei piselli e amidi delle carote..e l’olio cotto..e le proteine dei funghi..!!La mia domanda è semplice:la vs salute com’è?

  9. Lucia, io sto un fiore!!! E in ogni caso è ovviamente un piatto da festa! Non ne farei una tragedia, insomma…poi ovviamente se lo si ritiene tossico ci si può esimere dal cucinarle/mangiarle. Io con quelle ci vizio gli ospiti della volta ogni mille mai, non ne faccio certo un uso quotidiano! 😉

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti