La piadeeeeina

La piada, anche detta “il cibo degli dei” (cit. Aldo, Giovanni e Giacomo) è veramente il mio piatto preferito e anche quello che, modestamente, mi viene meglio :D.
piade
Ingredienti:

500 g di farina 0
500 g di farina 00 (suggerirei anche la integrale, che qui non ho usato perchè al babbo non piace)
3/4 di un bicchiere di olio (io evo perchè a me piace il suo sapore marcato)
1/2 cucchiaino di sale fino
7 g di bicarbonato
acqua qb

Procedimento:
Prima di tutto mischiate le 2 farine e unitevi sale, bicarbonato e olio. Iniziate poi a versare pian piano l’acqua, impastando fino ad ottenere una palla ben soda e lisca. Fatela riposare in frigo 1/2 oretta. Trascorsa la 1/2 ora, prendete l’impasto e dividetelo in tante palline che siano grandi all’incirca un pugno. Stendele una per volta fino ad ottenere delle sfoglie di circa 3 mm di spessore. Ora è giunto il momento di cuocerle: prendere un bel testo (se non lo avete, va bene anche una padella antiaderente che sia bella larga) e, quando è rovente, cuocete una ad una le piade. Mentre il “cibo degli dei” cuoce punzecchiate un po’ la pasta, di modo che non si gonfi e schiacciatela con una spatolina. Giratela di frequente e toglietela dal fuoco quando raggiunge quel bel colore “piadina” (che non saprei in altro modo definire). Servite calde e farcite con dolce o salato :D. Abbinate un bel Lambrusco o Sangiovese :D.

P.S.:
Allego qui le foto del Presepe e dell’albero che Niki teneva tanto a vedere xD.
presepello

alberello
Buona giornata a tutti :D.

  1. Che bello, non sono mai riuscita ad ottenere delle vere piadine, proverò con questa ricetta… 🙂

  2. …Dadan!!! Lo sapevo… :mrgreen: piadina!!! 😉
    Sembrano quelle vere… ma queste sono senza grassi dubbi!
    Bravissima! 🙂

    Eccoli… albero e Presepe… belliii!!!
    Grazie, te ne sei ricordata!
    Baci, bacini… 🙂

  3. Ahaha prego 😀
    Per domani forse ho un’altra ricetta pizzosa,anche se meno buona di quella con cui ho esordito :/

  4. Sembrano proprio buonissime, te lo dice una romagnola doc 😉
    Poi sono belle, ognuna diversa dall’altra, come vengono a me…si vede proprio che sono fatte in casa, da mano esperta! Complimenti 🙂

  5. …gnammmm…pizza! :schock:
    la cosa bella di queste piadine è la forma… sembrano quasi delle farfalle! 🙂

  6. @Niki: seriamente le trovi carine?
    Il mio intento sarebbe stato quello di farle tonde,ma col mattarello sono una mezza calzetta :'(

  7. Mi sembra troppo facile per essere vero 😀 Questa ricetta me la segno proprio! Dici che la farina di farro va bene lo stesso? Preferisco non usare quella di grano..

  8. Non ho mai provato :O
    Sii tu pioniera!!

  9. Buonissima! La preparerò sicuramente!

  10. … e perché farle tonde e perfette??!!!
    Le cose fatte con le nostre mani, sono ancora più preziose se escono imperfette! :mrgreen:

  11. Sei un dolce pasticcino,Niki,davvero 😀

  12. Belle … Volevo solo rettificare che il termine piadeina in romagnolo non esiste bensì pieda la piadeina è un neo logismo
    Riminese riccionese per turisti la vera pieda si mangia nel cuore della Romagna verso Lugo …. Ciaooo

  13. Brava Michelle, le tue farfall-piadine spaccano! 😛

  14. Ahah so che piadeina non esiste,però per non hiamarle semplicemente piade,ho usato questo neologismo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti