Fregolata

Era un sacco che non mangiavo la fregola, la prima volta che l’ho assaggiata è stata a casa della mia vicina di casa sarda… ma poi l’avevo trovata e ne avevo usata tantissima, mi piace il fatto che rimanga compatta… Ora l’ho ritrovata, quindi questa domenica non si potreva che fare una bella fregolata! 😀 Io di solito lo faccio come un risotto… a questo punto Luu e Enri urleranno “sacrilegio”! Ma mi piace parecchio 😛

Ingredienti:
fregola sarda
1 cipolla fresca
1 mazzo di asparagi
1 bicchiere di vino bianco
sedano
carota
cipolla
patata
basilico
semi di girasole
olio qb
sale qb

Procedimento:
Preparate il brodo vegetale con il sedano, la carota, la cipolla, patata e gambi degli asparagi (quelli duri che di solito si scartano, ma lasciano un buon sapore).  In una padella far arrostire la cipolla tagliata a piccoli pezzi. Quando sarà abbastanza colorata ma non arrostita, aggiungere la fregola, 1 cucchiaio d’olio e  gli asparagi tagliati a tocchettini (tendo da parte le punte che aggiungerete all’ultimo). Sfumare la fregola con il vino. Quando sarà evaporato continuare la cottura della fregola aggiungendo di tanto in tanto un po’ di brodo. Verso la fine della cottura aggiungere le punte, continuare a cuocere per un paio di minuti. Spezzettare il basilico e aggiungere i semi di girasole. Servire con un altro po’ d’olio se desiderate (io non l’ho aggiunto ma il resto della famiglia l’ha fatto, quindi molto a gusti ;)).

Già che ci sono voglio lasciarvi un paio delle ultime foto del mio fantastico viaggio a Dubai (prometto che smetto di mettere foto). Ma queste foto sono solo per porvi un dubbio che mi è venuto mentre visitavo…

Qui sono nella passeggiata mattutina (ore 9.30 quindi non tanto presto, ma per Dubai è l’alba)… troppo bella l’acqua!

Questo è l’acquario di Dubai all’interno del centro commerciale, c’è un tunnel nel quale si passa sotto…

E naturalmente dalle vasche si vedono nello sfondo alcuni negozi…

Ed inoltre si può passeggiare sopra ai pesci… Il mio dubbio è ma un acquario non potrebbe considerarsi cruelty free??? Secondo me no, perchè ok i pesci sono “quasi” nel loro ambiente naturale, ma sono rinchiusi in vasche buttando insieme speci diverse che magari in natura non si sarebbero mai viste… ed inoltre la cosa che mi ha fatto più senso, quando la guida spiegava che per non permettere ai pesci di mangiarsi tra di loro li alimentavano forzatamente ogni giorno in modo che avesso sempre lo stomaco pieno… Ma vuoi cosa ne pensate? A me non è piaciuto per nulla e quasi saboterei pure tutti gli acquari domestici…

  1. Se passi sotto acqua e li vedi tramite un vetro che vi separa non penso che ci siano problemi( anche se sono sempre opere che incidono sull’ecosistema, ma a Dubai tutto incide), se poi invece vengono chiusi in blocco nooo. Anche io sono contro acquari e zoo e tutto quello che limita la liberta di qualsiasi essere vivente.

  2. ah dimenticavo..la fregola, la devo assolutamente provare.

  3. diciamo che si passava in alcuni punti sotto ed in altri sopra, quindi non erano chiusi.anzi vi accedevano dei sub per alimentarli…
    diciamo che questa visita mi ha lasciato un senso di sconforto…non so non mi è piaciuto vedere tutto così contro natura 🙁

    😉 prova al fregola, mi piace un sacco! Sembra cous cous in grande 😆

  4. che golosa questa fregola…a quest’ora poi!! carini i tuoi piedini in terra straniera 😉 ciao mirtilla 😀

  5. è da quando ho visto le ricette non so + se di enri o della luu che voglio riprovare la fregola, ma non mi sono ancora decisa.. io non ho dubbi e sono CONTRO qualsiasi acquario, zoo o utilizzo di animali x spettacoli vari tipo circo anche quando assicurano che li trattano bene x il solo fatto che NON sono nel loro ambiente naturale, infatti parecchi mi dicono che l’acquario di genova sia stupendo. io non lo metto in dubbio, ma pur avendolo vicino mi sono sempre rifiutata di andare a vederlo. non c’è niente che mi intristisca + di vedere animali in cattività, tanto come non c’è niente di + bello che vedere anche solo un cane che corre felice in un prato.

  6. ma quale sacrilegio, carissima…! hai fatto una magnifica fregola!! 🙂 complimenti! 🙂 per quanto riguarda l’acquario, direi che è davvero immenso…questi pesci sono molto più fortunati di quelli che vivono negli acquari domestici ma meno fortunati di quelli che vivono liberi…e che belle scarpine che avevi! 🙂

  7. Ciao Mirtilla V.
    Non ho mai mangiato la fregola e mi sa che devo provarla!
    Ma si trova anche al supermercato?

    Per quanto riguarda gli acquari (sia grossi come quello che hai visto nel centro commerciale, sia quelli piccolo casalinghi), per me sono come gli zoo o i circhi con animali: da abolire!
    Insomma, è giusto che gli animali rimangano nel loro ambiente naturale e se uno vuole vedere una giraffa va in Africa a farsi un giro oppure cerchi le immagini in internet!
    Dubai è da un lato spettacolare da vedere, ma dall’altro lato mi mette i brividi perchè è una città finta, costruita solo a scopo di lucro e con concetti megalomani (ad esempio il centro commerciale con acquario e farfalle, solo per stupire la gente!)

    Comunque grazie per aver condiviso la tua esperienza che porta sicuramente a porsi domande intelligenti, come quella che hai fatto tu sugli acquari. Ciao!

  8. Buonissimo il tuo piatto di fregola con gli asparagi e bellissimo il tuo viaggio (ho visto anche tutte le altre foto anche se non ho commentato) 😉

  9. @ Federica, grazie! ormai ci sono mille foto dei miei piedi qua su vb!:lol:

    @ DarmaSin, sinceramente non ci avevo mai pensato bene, ma quando sono entrata in questo acquario mi è preso uno strano senso di malesse, pensavo a quei pesci che dovevano far finta di stare nel loro ambiente…non mi sembrava molto rispettoso 🙁
    La fregola devi provarla, vedi che ne rimani soddisfatta 😉

    @ Luu, grazie! detto da te è un super complimenti! 😀 sì hai ragione per i pesci, ma come per noi stessi bisogna sempre pensare cosa si perdono del meglio 🙂
    😀 le scarpine di Mirtilla 😆

    @ Chiara, la trovo all’Esselunga! mi fa piacere che tutti la pensate come me…sì. Dubai è costruita per stupire, ed ammetto che ottiene pienamente il risultato…ciao!

    @ Michy, 😀 grazie! Ne ho messe tantissime di foto 😆

  10. Mirtilla…per un attimo quando ho visto la ricetta ho pensato che si trattasse di Enri!! 😀
    bellissima fregolata, da copiare 😉

    quanto agli acquari…io la penso come voi: rinchiudere i pesci in uno spazio ristretto che non sia il loro ambiente naturale non può considerarsi cruelty free…così come gli zoo!!

  11. @ Cassiopea, 😀 infatti fregola è il suo piatto forte…Giustamente siamo vegani e almeno abbiamo delle idee abbastanza comuni sul trattamento degli animali…

  12. bravissima mirtilla! un’interpretazione eccellente… 🙂 per gli animali in cattività (e in casa?)… ne parliamo un’altra volta, ma il tuo viaggio e i luoghi mi sembrano suggestivi… 🙂 ciao!!!

  13. Tutte le volte che vedo la fregola in negozio, penso ora la compro e me la preparo… e poi, non so perché, desisto! Giuro che il prossimo acquisto sarà la fregola , mi piace come la cucinata! 🙂
    I pesci, dal mio punto di vista, dovrebbero vivere liberi…

  14. Ma che bel viaggio che hai fatto!! Posta foto a me piace guardare di posti che non conosco. Dico sempre che devo comprarla la fregola ma non l’ho ancora fatto!! Buonezza la tua ricetta 😉

  15. ciao…anche a me piace molto la fregola!sugli acquari io la vedo così…è come un essere umano che vive agli arresti domiciliari.se è in un monolocale,la pena sarà ancora più pesante…se in una villa con piscina,la pena sarà più lieve,ma la voglia di uscire ci sarà comunque e forte.stare rinchiusi,anche in un castello,è sempre una limitazione della libertà.perchè dovrebbe esssre diverso per gli animali?

  16. @ Enri, grazie…se l’approva il maestra della fregola…ciao!

    @ Rossella, non desistere butta il sacchettino di fregola nel carello! 😉 sarai ripagata!

    @ Polyhedral, sì proprio bello!! ti ripeto la stessa cosa che ho detto a Rossella! 😀 per le foto, sono contenta che apprezzi! 😀

    @ Valentina C, bello il tuo modo di spiegare gli arresti domiciliare degli animali…hai completamente ragione!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti