Detersivo per bucato con ammorbidente

Al Naturasì (con tutto il rispetto) se devo comprare dei detersivi, spendo sui 100 euro e non ho ancora un pomodoro nel mio carrello. Il detersivo liquido da bucato non era un problema, è una ricetta conosciutissima, vedo però che tutti usano quantità diversa di sapone di Marsiglia per litro di acqua. Così ho provato tutte le versioni (chi l’avrebbe mai detto, vero? :-)) Quella ungherese, 50 g di sapone per l d’acqua per me è troppo liquido; 250 g è troppo denso; 150 g è ancora un pochettino troppo denso per me,  100 g è la perfezione. I vestiti vengono pulitissimi. Alcuni anni fa usavo direttamente le scaglie di sapone di Marsiglia, ma non ero per niente contenta. Liquido così va benissimo. Ho una versione con l’aggiunta di aceto (1-10) perciò a 1 l di detersivo aggiungo 0,10 l di aceto, e una con il bicarbonato, dove aggiungo 1 cucchiaio colmo di bicarbonato al litro di detersivo. In questo caso devi aggiungere 1 tazza di acqua in più. La scelta del sapone dipende da te. Se hai il Bimbi, basta tagliarlo a dadi, se no lo devi grattugiare.
DSCN4446.
Ingredienti per il detersivo:
100 g di sapone di Marsiglia
1 l di acqua distillata

Ingredienti per l’ammorbidente:
0,2 l di aceto (1 tazza)
0.7 l di acqua distillata
20-30 gocce di olio essenziale

Procedimento:
Le ricette su internet per fare l’ammorbidente dicono 1-10 aceto e acqua, io ci metto più aceto, i vestiti sono belli morbidi. L’olio essenziale più usato è quello di lavanda, ma la scelta è ampia. Mescoli gli ingredienti e voilà. Per quanto riguarda invece il detersivo per il bucato, il Bimbi rende il lavoro molto semplice. Le scaglie di sapone vanno scaldate con l’acqua in una pentola, ma non deve bollire, così si scioglie, ma non brucia. Va lasciato a riposo per 1 notte, poi frullato con un frullatore ad immersione. Io lo lascio nel Bimbi e ci do un colpo il giorno dopo. Anche versare nel contenitore da detersivo è molto più veloce dal Bimbi che da una pentola. 🙂
DSCN4549.
Il dosaggio è più o meno lo stesso che per il detersivo “normale”. Già il fatto di risparmiare tutta quella plastica che si butta quando si usa il detersivo da supermercato, cambia molto. Ecologico, economico, facile, veloce… cosa vuoi di più? 🙂 Cercherò di finire entro fine settimana la traduzione del mio nuovo libro. Intanto versione spagnola, italiana e inglese a dispozizione su Amazon. Sul mio sito gorawstayraw troverete tutto crudo, mentre sulla mia pagina Facebook ci sono anche le vecchie ricette vegan. Buon divertimento 😉

  1. Testati su animali?? Ma a che pro?? Bellissima e utile la tua versione 😀 cruel free!! 😀 Grazie!!

  2. Non ho mai sperimentato i detersivi vegan, mi pareva troppo difficile farli, ma la tua ricetta sembra semplice…visto che ho il bimby, puoi dirmi esattamente quanto tempo e che velocità usi?
    Grazie mille
    Gloria

  3. Evvaiiii!!! 😀 😀 😀

  4. Terri, purtroppo è una realtà.
    Gloria, tutte le mie ricette sono semplici. 🙂 Io amo semplificare la vita. Se son’ difficili, non li vogliamo! Cmq nel Bimbi in 5 minuti a 80 gradi velocità 1-2 si scioglie il sapone, poi ci dai un colpetto velocità 7-8. Il giorno dopo un’altro colpetto di 10 secondi a velocità alta ed è pronto per uso. Tutto qui 🙂

  5. Accipicchia 😉 una volta preparati, durano un pochetto? Mi attirano moltissimo provarli. L olio essenziale dove lo trovi?

  6. Durano non un pochetto, ma un bel po’. Devi usare dell’acqua distillata però! L’olio essenziale invece lo trovi in qualsiasi erboristeria per pochi euro. Oppure al Naturasì. Ti dura una vita 🙂

  7. ciao Anique,
    ho letto sul sito di Fabrizio Zago che il solo sapone di marsiglia lava poco e lascia parecchi depositi insolubili sui tessuti ingrigendoli con il tempo, da quanto utilizzi il tuo e l’hai testato sulle macchie “cattive” ?
    Anche dell’aceto come ammorbidente non se ne parla per nulla bene ha un alto impatto ambientale, corrode i metalli e rende disponibile ed..assimilabile il nikel in esso contenuto è caldamente consigliato di sostituirlo con l’acido citrico ^_^

  8. E chi nn possiede il bimbi come può fare?

  9. luciana burgassi 14 Luglio 2014, 00:41

    Io non ho il bimbi, quindi tutto a mano. Uso in frullino ad immersione? Poi lavandolo bene posso continuare ad usarlo per gli alimenti? La lavatrice non si sciupa?

  10. Ciao Luisa, io non so chi è questo, ma gli estremismi non mi piacciono neanche un po’. 🙂 Sono sicura, che l’aceto ha meno impatto ambientale del Coccolino o l’ammorbidente Winni’s con tutti quei nomi strani sull’etichetta. Non è stato testato su animali, anzi, lo testo sulla mia insalata! Poi se uno non usa nemmeno l’aceto, mi chiedo perchè legge dei libri di carta, accende la televisione, il computer, perchè usa il cellulare, la macchina, e anzi, perchè gira con la bicicletta, anche quella ha le ruote che hanno un alto impatto ambientale, e sopratutto perchè cuoce il cibo 🙂
    Comunque una mia conosciente lavora in fabbrica, e dice che lava anche le macchie difficili, io non saprei dirti nulla in merito, perchè non ho vestiti sporchi. (Le scaglie di sapone non lavano bene neanche secondo me)
    Lulu, Luciana, la mia amica in Ungheria lo usa da anni la lavatrice è sempre quella 🙂 non ha il Bimbi e usa un semplice frullino a immersione. Ha due bimbe e frulla anche le creme per la torta dopo averlo lavato. 🙂

  11. ….^__^ beh, definire Fabrizio Zago un estremista mi fa sorridere, ha una bellissima rubrica sul forum di Promiseland, è chimico industriale, ma le sue ricerche,i consigli ed ovviamente esperienze sono rivolte all’ecolabel , all’auto produzione e alla sostenibilità, altre ad avere redatto il biodizionario…strumento utilissimo per “leggere” gli inci dei detersivi e..non solo!!
    Certo, il nostro passaggio sulla terra non potrà che lasciare un profondo impatto ambientale , ma se è possibile, facendo un minimo d’attenzione, evitarne una parte..io ci sto!!
    L’aceto, anche se come dici è sicuramente naturale ecologico e commestibile, ha un altissimo impatto ambientali occorrono 1665 litri d’acqua per dissolverne una parte e rendere l’acqua ancora fruibile agli esseri viventi marini..contro i 53 litri dell’acido citrico…questo nikel a parte ^_^, quanto al detersivo per lavatrice lo auto produco con una semplice ricetta che comprende, oltre ad una piccola quantità di sapone di marsiglia, un sequestrante auto prodotto ed ecologico, sapone piatti eco e soda, tutti ingredienti a basso impatto ambientale che però mi forniscono un detersivo ” che funziona” anche su macchie “difficili” tipo tovaglie o asciuga-piatti…
    Buona continuazione, luisa

  12. 🙂 Ti ho detto che non lo conosco 🙂 Beh, io continuero’ a mangiare l’aceto, così lo smaltisco personalmente. Anche la cucina pulisco semplicemente con aceto versione spray. Però mi hai convinto per fare una prova 🙂 L’ammorbidente con l’acido citrico. Ma non danneggia i capi colorati? Grazie 🙂

  13. Anche il mio ammorbidente alla lavanda é a base di acido citrico 😀 !!! Che l’aceto però avesse tutti questi lati negativi non lo avrei mai creduto 🙄 Io pure lo uso spesso come detergente-profumante per la cucina 😕 …

  14. Grazie, sono contenta che hai deciso di mettere alla prova l’acido citrico sono sicura che ti troverai molto bene
    Colgo l’occasione per presentarti Zabrizio Zago..o almeno la sua rubrica il suo forum è vulcanico pieno di idee e consigli utili è molto utile darci una sbirciata ogni tanto!!
    http://forum.promiseland.it/viewforum.php?f=2&sid=b9df66012b213c6241ece64d36d4a294
    Grazie della pazienza, luisa

  15. Luisa perché non ci dici anche la tua ricetta? Io faccio un sapone per lavatrice liquido a base di marsiglia fatto in casa, simile a quello di Anique e per le macchie aggiungo un po’ di percarbonato, ma devo dire che su tovaglie e strofinacci macchiati non ho buoni risultati. Che sequestrante usi? Grazie

  16. Mela,io per i bianchi uso l’aggiunta di bicarbonato, e il risultato mi soddisfa. Luisa, stiamo aspettando tutti il tuo sequestrante 🙂

  17. Eccomi e scusate il ritardo ^_^
    Ribadisco che la ricetta non è mia, magari!! le mie fonti sono il sito di Promiseland e il Forum di Fabrizio Zago
    Preparare il sodio citato, sequestrante, è semplice e gli ingredienti sono facilmente reperibili aggiungete che il costo è irrisorio… si può chiedere di più?
    Forse qualche foto del procedimento? si? eccole ;), buon lavoro
    http://ipasticcidiluisa.blogspot.it/2014/06/sodio-citratoquesto-sconosciuto.html

  18. scusate ma posso sapere perchè non avete lasciato pubblicare a Fabrizio Zago la sua risposta in merito a questo post e ai relativi commenti?

  19. Buongiorno a tutti,
    ci vediamo costretti ad intervenire su questo Blog per fare chiarezza sulla questione dei test sugli animali. E’ davvero triste riscontrare la diffusione ingiustificata di false informazioni, in quanto inveritiere, infondate e assolutamente contrarie ai principi etici su cui si fonda la linea di prodotto ecologico Winni’s.
    Ed invero, ai fini della tutela dei propri consumatori, Winni’s non ha alcuna necessità di effettuare test su animali, poiché esistono test in vitro alternativi, così come previsto dai Regolamenti CE 1907/06 (REACH), CE 1272/08 (CLP) e CE 648/04 (REG. DETERGENTI), utilizzati da Winni’s nel rispetto delle normative citate.
    Infine, al di là degli aspetti normativi, uno dei principi etici su cui si fonda la linea Winni’s è proprio il rispetto dell’ambiente e dei suoi esseri viventi, cosi’ come la trasparenza verso i propri consumatori.
    Grazie dell’attenzione
    Divisione Winni’s

  20. Luisa, io pensavo tu usassi la soda (carbonato di sodio) e non il bicarbonato 🙂
    Dove usi la soda?
    E poi: Questo sodio citrato lo usi aggiungendo al detersivo nella lavatrice?
    Grazie 🙂

  21. Sono molto contenta per il commento di Winnie’s. Davvero un sollievo. Infatti come ho anche scritto, non sono sicura se e’ vera la notizia, ma non ero più tranquilla. Terrò in considerazione l’acquisto nel futuro, esempio pulizia legno, ecc., ma io nel frattempo mi sono abituata ai detersivi fai da te, per la lavatrice e continuo ad usarli per il momento. Grazie mille comunque.

  22. Mah. Se non fanno test sugli animali perché non hanno niente che lo certifica sui loro prodotti? Perché non lo scrivono sul loro sito? Non ci si può accontentare dell’oste che ci dice che il vino è buono.
    Se una mia amica mi fa un detersivo e me lo vende e mi dice che non è testato sugli animali, io ci credo perché ho fiducia in lei, ma nel caso di una grande azienda la fiducia non può essere scontata. Le aziende inseguono il profitto e finché spruzzare uno sgrassatore negli occhi di un coniglio sarà meno conveniente dei test in vitro non ci si può fidare a prescindere. é per questo che esistono le certificazioni. Fate venire l’ICEA a fare le ispezioni e poi ci fideremo.

  23. Ogni riferimento e affermazione non veritiera in merito alla ditta Winni’s sono stati rimossi. Preghiamo ogni utente di andare a rileggere il regolamento e di evitare di citare aziende o fare riferimento a fatti che screditino chicchessia.
    Veganblog è un blog di ricette, i post quindi devono limitarsi ad esse. Ogni commento o post offensivi, polemici, diffamatori o che esulano dall’esecuzione della ricetta non saranno pubblicati o saranno rimossi.

  24. Sono molto amareggiata che non sia stato pubblicato l’intervento di Fabrizio Zago, perchè?
    Se veramente si vuole incentivare l’auto produzione di detersivi bisogna avere la correttezza di informarsi prima di pubblicare consigli e quando ci si accorge di avere sbagliato, si spera in buona fede, pubblicando false informazioni avere il coraggio e l’intelligenza di ammetterlo
    Tra l’altro leggendo i post precedenti pubblicati da Anique ho notato che non è la prima volta che posta “ricette” non corrette..anzi assolutamente controproducenti!!
    http://www.veganblog.it/2014/07/07/detersivo-per-lavastoviglie/
    Vi siete “preoccupati e premurati” di rimuovere commenti non veritieri sulla ditta Winnie’s….bene, e una scusa e un ringraziamento a Fabrizio Zago? ..così giusto perchè tiene una rubrica su questa stessa piattaforma da circa 14anni con serietà, infinita pazienza e professionalità

  25. Ciao Luisa, io non so nulla del commento che manca e mi dispiace. Mi sembra comunque strano che attacchi così. Se pubblico una ricetta che uso, vuol’ dire che lo uso e non, che ho una fabbrica di detersivi. Il fatto di mettere l’aceto nei detersivi non credo sia un reato. Siamo in tanti qui, che pubblichiamo le nostre creazioni, e se a un’altra persona non piace non vuol dire che sia sbagliata la ricetta. Io per esempio non sopporto la liquirizia, ma non dico che le ricette con la liquirizia siano tutte cattive. Capisco anche la tua preoccupazione per l’uso dell’aceto invece dell’acido citrico, ma mi dispiace, io continuo a usarlo come spray anticalcare. E per quanto riguarda quel detersivo per la lavastoviglie, lo sto usando da mesi, tutti i giorni, quando lavo solo bicchieri aggiungo una goccia (1!) di detersivo per piatti ecologico. Può piacerti o meno, a me va benissimo. 🙂 E questo non vuol dire che non preparerò uno con la soda e l’acido citrico. Anzi! A migliorare si fa sempre in tempo. In tutti i sensi…
    Mela: Grazie per il commento. 🙂
    P.S.
    Volevo pubblicare un fantastico doccia(non)schiuma che ho usato al mare quest’estate, che toglie il sale, nutre la pelle e la lascia morbidissima, e profumatissima, ma a questo punto evito… Onde evitare problemi 😉

  26. Ciao Anique,
    nessuno vi o ti “attacca”!!
    Per quel che mi riguarda puoi utilizzare tutte le ricette che preferisci visto che ti trovi bene, ma il punto non è ” che non mi piacciono” semplicemente “chimicamente” e esclusivamente “chimicamente” non funzionano!!
    Non voglio fare nessuna polemica , non ho studi di chimica alle spalle ed è anche per questo che in passato ho fatto moltissimi errori dando per corrette molte ricette sull’auto produzione detersivi che girano per il web…praticamente ogni blog ne pubblica una (il mio compreso!!)
    Errore dopo errore ..ho imparato a dare affidamento a siti tenuti e moderati da persone competenti con anni d’esperienza sull’argomento alle spalle e studi di chimica che purtroppo a me mancano!! perchè adesso voglio “capire” perchè un detersivo funziona..ingrediente per ingrediente
    Sono intervenuta qui esclusivamente per questo..per evitare ad altre ..errori che io ho già fatto!!
    Visto che,nonostante tutto,sei convinta che il tuo cammino sia giusto..buon proseguimento,
    luisa

  27. Luisa! 🙂 Ma io non ce l’ho mica con te! 🙂 Anzi! Come ti dicevo ho già l’acido citrico e mi piace tantissimo il tuo blog e come prossimo detersivo farò la tua ricetta. 🙂
    P.S. E Grazie per l’idea della soda 😉

  28. Ho comprato tanto di quell’acido citrico oggi al SANA…………….. 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti