Cannoli siciliani al ficodindia

Cannoli siciliani al ficodindia hanno un valore aggiunto molto particolare. Il succo di ficodindia vanta delle proprietà curative e salutistiche eccezionali! una ricetta che parla della  mia tradizione e che utilizza prodotti della mia terra realizzati dalle mani sapienti di aziende 100% siciliane. Il succo ha una dolcezza naturale che permette di ridurre notevolmente la quantità di zuccheri aggiunti e conferisce, non solo il sapore particolare di un frutto dalle origine antichissime e molto versatile, ma aggiunge una caratteristica in più da non sottovalutare.

Da buona siciliana non potevo non pensare a una ricetta che parlasse della  mia tradizione e che utilizzasse prodotti della mia terra realizzati dalle mani sapienti di aziende 100% siciliane. I cannoli al ficodindia hanno un valore aggiunto molto particolare. Il succo di ficodindia vanta delle proprietà curative e salutistiche eccezionali! Scopri qui di cosa si tratta! E perchè non utilizzarlo anche in pasticceria? La dolcezza naturale permette di ridurre notevolmente la quantità di zuccheri aggiunti e conferisce, non solo il sapore particolare di un frutto dalle origine antichissime e molto versatile, ma aggiunge una caratteristica in più da non sottovalutare. Il benessere di un ingrediente dalle spiccate virtù, non solo 100% naturale, ma soprattutto vegan.

Ingredienti per le cialde per cannoli vegani siciliani:
210 g di farina W140
20 g di zucchero
150 g di bevanda di soia
20 g di burro di soia
50 g di vino liquoroso
30 g di aceto di mele o vino bianco
5 g di cannella in polvere
Olio di arachide om di semi di girasole per friggere

Ingredienti per la crema al ficodindia:
250 g di bevanda di soia senza zuccheri aggiunti
30 g di zucchero
20 g di maizena
3 g di agar agar
125 g di succo ficodindia Nopal Red

Procedimento per le cialde dei cannoli siciliani vegan:
Realizza le cialde per cannoli siciliani vegan setacciando le polveri e impastando con i restanti ingredienti fino ad ottenere un panetto liscio e morbido. Avvolgi l’impasto nella carta forno e dopo con la pellicola trasparente e lascia riposare almeno un’ora in frigo (meglio tutta la notte). Stendi l’impasto con il mattarello in modo molto sottile, ricava dei cerchi o dei quadrati con un coppapasta della dimensione  relativa al cilindro d’acciaio che hai a disposizione. Avvolgi e sigilla le estremità aiutandoti con la punta di un dito leggermente bagnato. Friggi le cialde in abbondante olio caldo, riponi su carta assorbente e lascia raffreddare prima di rimovere la cialda dal cilindro d’acciao. Una volta pronte, metti da parte le lascia raffreddare completamente.

Procedimento per la crema al ficodindia:

Prepara la crema stemperando una parte di bevanda di soia fredda alla mailzena, metà dose dello zucchero e l’agar precedentemente miscelate con una frusta. A parte, in una casseruola antiaderente, riscalda la bevanda di soia  con la restante parte di zucchero. Appena avrà leggermente sfiorato il bollore, aggiungi alla miscela, mescola con una frusta e unisci nuovamente in casseruola, lasciando addensare. Una volta pronta, versa in una ciotola, aggiungi il succo di ficodindia, mescola bene e ricopri con pellicola a contatto. Appena la crema sarà completamente fredda, riempi le cialde dei cannoli con un cucchiaio/ino oppure con il sac a poche. Guarnisci con granella di pistacchi e decora con zucchero a velo.

  1. Oh cosa vedo stamattina, che roba bella e io con i nuovi propositi per 2019 ho giurato pochi dolci….Sento già la croccantezza della pasta sotto i denti. Che dire…sono bellissimi.

  2. Che meraviglia! Ancora piu sapore di Sicilia in uno dei dolci che preferisco🙂

  3. Cannolo mon amor…questa versione poi è davvero fantastica

  4. Veruska la dieta non si inizia mai di lunedi 😀

  5. Anna Rita a chi lo dici! I cannoli sono di una semplicità unica, ma la cosa bella è la gestualità che ancora oggi, i pasticceri tradizionalisti, utilizzano per riempiere uno ad uno con il cucchiaio i cannoli.

  6. Different, a chi lo dici!

  7. Francesco la versione con crema di ficodindia vegan è davvero molto particolare! Provatela 😉

  8. GRANDE ENZA!!!
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare!!!!
    :-)))))

  9. Sauro, e noi ci mettimao in gioco sempre!

  10. Ma quelli nella foto sono vegani?

  11. Enza ! Sempre più spertacolari le tue ricette !
    Quando torno in Sicilia questo li voglio proprio assaggiare ❤️❤️❤️

  12. Renata vi aspetto a braccia aperte e dolci in mano! 🙂

  13. Certo Daria! Devi sapere che la versione originale dei cannoli, a parte la presenza dello strutto, non prevede uova e altri derivati di origine animale. Molte ricette invece utilizzano le uova, anche se in realtà non è per nulla necessario. Alcune mettono persino il cacao nell’impasto. Io ho provato anche la versione con il cacao ma preferisco quella senza 😉

  14. Caspita, davvero una buonissima ricetta, io non amo i dolci ma mio marito tantissimo
    Li proverò a fare per lui è vi farò sapere

  15. Sono stata in Sicilia qualche mese fa, go assaggiato ifico d ‘India ma devo dire che non è stato di mio gradimento
    Forse c’è un modo per capire il
    punto di maturazione adatto al consumo?

  16. Un concentrato di Sicilia all’ennesimA potenza! Adoro i fichi d’india e adoro i cannoli! Potrei impazzire per questa versione!!!

  17. Ciao Delia! Il ficodindia è un frutto particolare che deve essere maturo al punto giusto per essere apprezzato. Per capire questa caratteristica la buccia si deve togliere facilemente e la polpa deve essere soda ma mordida allo stasso tempi 😉

  18. Cara Erica, come ti capisco!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti