Burro idratante corpo

No, no, non è da mangiare!! E’ da spalmare sul corpo per una coccola dolcissima e rilassante. Non crederete fino a che non proverete quanto è idratante e meravigliosa. Divertente da preparare e semplice! PENTAX DIGITAL CAMERA
Ingredienti:
40 ml di olio di cocco
4 cucchiaini di burro di karitè puro
10 g di burro di cacao (circa 12 pasticche, se avete quello della Rapunzel come me)
20 ml di olio di mandorle dolci (oppure un olio leggero a scelta, o il meraviglioso olio di Palo Santo)
20 gocce di oli essenziali a piacere

Procedimento:
Per questa ricetta ci vogliono freezer e un frullatore elettrico, quello con le fruste. Sciogliamo a bagnomaria l’olio di cocco di modo da prelevare poi la nostra quantità. Poi mettiamo i burri e gli oli nelle dosi indicate in un pentolino o una ciotola che abbia i bordi alti e in modo da poter lavorare poi con le fruste senza schizzi! Poi togliamo dal fuoco e lasciamo intiepidire prima di riporre in freezer per circa 10 min o comunque il tempo, più o meno, di vedere il bordino della crema già rappreso. Tiriamo fuori dal congelatore e iniziamo a frullare per circa 5 minuti, frulliamo fino a che vediamo il liquido trasformarsi in una crema bianca e iniziamo a vedere che diventa spumosa. Rimettiamo in freezer per 5 minuti, non ve la dimenticate dentro! 5 minuti e tirate fuori e di nuovo, frullate… e vedremo formarsi il nostro burro! E’ molto importante frullare nello stesso verso e pazientemente. Non dobbiamo frullare troppo!!! Appena il burro è montato come una panna smettiamo di frullare. Se montiamo troppo rischiamo di iniziare a smontarlo o di far impazzire il burro! Ripassiamo qualche minuto nel freezer, giusto 2-3 minuti, poi tiriamo fuori e aggiungiamo i nostri oli essenziali. Questi ultimi tendono un pochino a smontare il burro, per cui diamo un’ultima frullata e stop! 😀PENTAX DIGITAL CAMERA
Il nostro stupendo burro montato corpo idratante è pronto! Non servono conservanti perchè non sono presenti parti “acquose” che sono la causa di batteri etc. Ma se volete stare tranquille conservate in frigorifero. Il vostro burro non sarà più così pannoso, ma diventerà abbastanza solido. Ne preleverete, con le mani pulite, la vostra quantità e lo massaggiate sulla pelle. Ottimo come dopo-sole. Fantastico dopo la doccia con la pelle ancora umida e bagnata… provate! Non so chi aveva l’abitudine di usare innominabili e famosi olietti dopo-doccia… provate questo e mi saprete dire! Non si possono rimpiangere schifezze!! 😀  Ecco sotto di seguito come si presenta il burro tenuto in frigo 🙂
PENTAX DIGITAL CAMERA
Considerazioni:
A contatto col calore corporeo questo burro diventa un olio ed è molto idratante, quindi è ottimo per l’estate (dopo il mare etc), ma anche per le secchezze e screpolature invernali. Lo consiglio anche per i piedi prima di andare a dormire. L’olio durante la notte si assorbirà e avrete piedini di fata! Di giorno non lo consiglio altrimenti il vostro sandalo scivolerà! 😉 Altro accorgimento importante per farlo durare: mani pulite quando lo prelevate e non fate entrare acqua nel barattolino. Conservate in frigo… l’ho già detto! Se avrete questi accorgimenti igienici vi durerà parecchi mesi. Altra cosa: potete sostituire gli oli a vostro piacimento, ma ovviamente cambierà la consistenza. L’olio di cocco lo manterrei… è così benefico per la pelle! Io al posto dell’olio di mandorle dolci metto spesso l’olio di Palo Santo da me amato. Ha un profumo particolare… non so se già lo conoscete o conoscete i legni di Palo Santo per profumare la casa o defumare e purificare gli ambienti. Comunque il suo odore è davvero terapeutico. Per chi non lo conosce non posso dirvi a cosa assomiglia il suo odore perchè è particolare e suo specifico. Non assomiglia a niente altro! Quello che si trova in commercio è comunque una base di olio di mandorle con essenza di Palo Santo. Ha tantissime proprietà e viene utilizzato in genere come olio da massaggio. Quindi perfetto per il nostro burro. Se mettete questo olio o un altro olio aromatizzato potete omettere gli oli essenziali. L’olio di cocco è pieno di proprietà straordinarie, è idratante, antiossidante e levigante, ottimo per le smagliature. In genere metto oli essenziali di cui sento il bisogno o che possono aiutare il mio spirito oltre che la pelle. Lavanda per me è sempre al primo posto e si adatta ad ogni tipo di pelle, esigenza e problematica. Le note agrumate che amo: arancio, mandarino, limone, pompelmo e bergamotto vanno benissimo, ma sono fotosensibilizzanti, per cui attenzione. Non mettere mai prima di esporsi al sole. Solo dopo la doccia, la sera. Menta… d’estate una goduria infinita, attenzione solo a chi fa cure omeopatiche perchè può interagire ed è sconsigliata da tutti i medici omeopatici. Ovviamente si intende l’uso interno, credo che per uso esterno non ci siano controindicazioni, ma per sicurezza eviterei se state facendo cure omeopatiche. Alcuni oli essenziali sono controindicati in gravidanza: cipresso, cedro, mirra, salvia, sandalo, santoreggia, rosmarino. Indicati in gravidanza (senza esagerare): lavanda, rosa, gelsomino, mandarino, pompelmo, geranio. La rosa anche va benissimo per tutti ed è indicatissima per pelli mature. Bene, che altro dire? La cosmesi naturale è una grande svolta e un modo per pensare alla propria salute a 360°!! 😀 Ed ora i miei immancabili tesorini… siamo andati a fare una passeggiata nel bosco e i miei pelosetti vengono con noi e ci seguono (come cani!!). Li abbiamo abituati fin da cuccioli e ora appena partiamo per il bosco dovreste vedere come sono felici!! 😀 Ecco Piccolo che immerso nel verde sembra uno spirito del bosco!!!PENTAX DIGITAL CAMERA
Ed ecco Giuggiola la pestifera! 🙂PENTAX DIGITAL CAMERA
Mirtillo il mio primo gatto e legatissimo a me! 🙂PENTAX DIGITAL CAMERA
E Nerino! Lui in questo periodo è vagabondo e non era venuto con noi nel bosco, ma questa foto secondo me è troppo bella!PENTAX DIGITAL CAMERA

  1. Avatar

    Solo a vederla vien voglia di mangiarla questa crema-panna montata!
    Complimenti davvero, idea grandiosa!
    Lalla

  2. Wow! è meravigliosa anche da vedere!!

  3. Grazie care ragazze! Infatti tenendola in frigo…ogni tanto devo stare attenta a non conderla con panna vera!!! 😉 😀

  4. …ehm….devo stare attenta a non CONFONDERLA…con panna vera!! 😀

  5. A me vien voglia di mangiarlaaaaa!!!Devo proprio decidremi ad autoprodurre i prodotti cosmetici.Ci sono solo vantaggi…GRazie mille per questo graditissimo post

  6. Ciao Dida, è bello “rivederti”!!! 🙂 Devo dire che il mio primo amore è l’autoproduzione di cosmetici naturali e mi dà soddisfazioni più che cucinare…perchè le cose durano tanto ovviamente! 😀 In seguito posterò altre cose. Grazie! Baci baci baci 😀

  7. Ametista la ricetta è davvero favolosa.
    E tuoi gatti?! Ti seguono nel bosco…. che fantaidea insegnarglielo… siete troppo geniali!
    Grazie cara. 😀

  8. Ametista che regalone hai fatto a noi tutte!! Questa straordinaria crema a base di natura!! 😀 Grazie!! Spiegata benissimo, con tanta pazienza.
    Che belli i tuoi pelosetti immersi nel bosco, beati loro 😀 Ma come avete fatto ad insegnare che è ora di rientrare? E poi credo abbiano capito la fortuna a stare con voi…e chi vi lascia?? 😀 😀 Piccolo è un tesorino, si vede!! Mirtilla ha proprio lo sguardo di chi la sa lunga 😀 Mirtillo è sempre più bello, ma anche Nerino con quella luce della foto, sembra la sua aura!! Che bella famiglia!! Le mie gattine, invece, possono solo sperare in una gita al guinzaglietto perchè ho paura che finiscano sotto una macchina!! Lucille è la più vogliosa: arriva col guinzaglio in bocca per esser portata fuori! Un po’ spiace imbrigliarla…

  9. Veronica e Terri care grazie!!!! 😳 Lieta che apprezzate il burro corpo! 😀 Con i gatti è stato in realtà facile. Premesso che erano molto legati a noi da piccoli.Ovviamente anche adesso, ma sono molto più indipendenti. C’erano solo Mirtillo e Giuggiola all’inizio che hanno imparato a seguirci e venire con noi. Erano molto curiosi, ma il bosco è abbastanza selvaggio per cui loro con noi si sentivano più sicuri di esplorare. Poi c’è da dire che da sempre li abbiamo abituati ad un richiamo particolare. Io grido “Vieni!!!” con una voce particolare e che si diffonde molto lonatano…per cui appena li chiamo loro arrivano! Quando li chiamo vuol dire o che si va nel bosco o che si mangia! Poi quando è arrivato Nerino e poi anche Piccolo, vedendo Mirtillo e Giuggiola, hanno imparato anche loro. Adesso Giuggiola che sta spesso fuori e in giro appena la chiamo per andare nel bosco arriva correndo. Sembrano proprio felici e quando andiamo giù siamo una bella famiglia e ci divertiamo e ci inseguiamo anche! Giuggiola è tanto giocherellona e ha imparato pure che quando grido:”Ti acchiappo!” lei comincia a correre perchè sa che io la voglio prendere…ci facciamo di quelle risate!!! 😀 😀 😀
    Terri capisco quello che dici e che ti dispiace per il guinzaglietto, ma sai, già per le tue micie aver trovato tanto amore grazie a te e a tuo marito è un dono grande. Siete tanto bravi ad avere pazienza con loro..perchè credo che in appartamento ci vuole ancora più pazienza! Quando vedo tutti i randagi e gatti nei gattili che non trovano casa o sono stati abbandonati mi viene un magone immenso, ogni volta….e chiunque abbia gatti e/o cani sono persone che danno e ricevono amore, ma fanno anche qualcosa di grande per ritornare in connessione con gli animali (tutti gli animali). In realtà più di ognoi altra cosa mi interessa questo ultimo pensiero che ho espresso. Buonanotte care amiche 🙂

  10. Avatar

    Grazie!!!! Mi sembra ottimo! Lo proverò di sicuro!!! Cercavo proprio qualcosa del genere per la mia pelle super sensibile. Grazieee!

  11. Avatar

    Ma che meraviglia!!! Hai creato una soffice nuvoletta di relax per la pelle! Grandiosa Ametista! Sei una donna dalle 1000 sorprese! 🙂 Brava anche per la spiegazione esaustiva con tutti quei consigli e accorgimenti (acqua, olii vari). Non ho nessuno degli ingredienti che hai usato ma chissà, prima della fine della stagione potrei attrezzarmi x farlo! Un abbraccione e serena giornata carissima! 🙂

  12. Avatar

    Ah fantastici i tuoi pelosetti super fedeli! ^_^ Beh, non c’è da stupirsi se ti seguono! Dove la trovano un’altra padrona così? 😀

  13. MatinaC ciao! Per la pelle sensibile sento di consigliarlo certamente. Se lo provi fammi sapere. Un bacio 🙂

  14. Callaudia! Ciao cara! Grazie per i complimentoni 😉 è facilissimo da fare, volendo si possono sostituire un pò di ingedienti, oppure aumentare qualcosa e diminuire altro…ma insomma, se ti interessa e vuoi cimentarti fai sapere che ti dico meglio. Bacioni bacioni e buona giornata anche a te tesoro! 😀

  15. non ci posso credere! E’ fantastica questa cosa! 🙂 Un giorno lo proverò, quando troverò gli ingredienti! intant immagino la morbidezza, il profumo e la consistenza. Grazie per la condivisione!

  16. Ciao Lullaby 🙂 per non dilungarmi ancora di più nel post non ho scritto dove reperire gli ingredienti, ma trovate tutto in erboristeria. Invece l’olio di cocco che costicchia in erboristeria potete trovarlo nei negozi etnici, io ho il mio bengalese di fiducia! 😉 Sull’olio di cocco si può stare tranquilli. Ci deve essere sritto ‘pure coconut oil’. Ho visto che anche la Rapunzel ne fa uno, sembra buono, ma andiamo su con i prezzi. Io nei negozi etnici lo pago euro 2,50 per 250 ml. Hai voglia a fare burri!!!! 😉 Infatti voglio anche dirti/vi che all’inizio paghi un pochino per comprare tutto, ma poi ne fai tanti barattolini e possono essere ottime idee regalo! 😀 😀 😀 Un abbraccio grande Lullaby!

  17. Oooooooh… 😯 !!! Cose di fata, non vi é dubbio 🙄 … e preziose come te dolce Amy 😀 !!! Lo vedo chiaramente dalla seconda foto e dalla “atmosfera” che contiene in sé… 🙂 Io uso abitualmente l’olio di karité de “I Provenzali ” come crema giorno e notte e come dopobagno sul corpo e sono molto soddisfatta. Mi piace tanto il suo profumo…
    Questo tuo burro, bello come una crema golosa di pasticceria, deve essere fantastico per prendersi cura della pelle 😆 … un vero toccasana … Ed é proprio una meraviglia!
    Bacibaci fatina! 😉

  18. Ah…! E i tuoi miciotti sono uno piú bello dell’altro… 😀
    Fa’ loro un grattino da parte mia 🙂 !

  19. Che bello, Ametista, immaginare la vostra famiglia nel bosco! E poi ci credo proprio che Giuggiola capisca le tue parole 😀 purtroppo le corse che faccio con Demon e il ‘dudu’ sono solo in casa, lo lancio dopo aver fatto il richiamo, lei prende in blocca il pupazzo e io la inseguo per rubarglielo! Lei scappa ringhiando proprio come un gioco di ruolo! E lei capisce quando il gioco è finito o se faccio un lancio loffio, si ferma, ci guardiamo e come due bimbe complici ci capiamo e il lancio viene rifatto 😀 A volte, quando sono nel momento di follia quotidiana la inseguo ringhiando!!! Sono passerella 😀

  20. Sì va beh, sto cavolo di correttore del mio pc..intendevo paZZerella 😀 😀

  21. Lali!!!! Ciao tesorina!! Ah ah ah…cose di fata…effettivamente anche l’odore buono è da fata profumata di natura!! 😀 Grazie. E grazie anche per i grattini che sarò lieta di dare ai miciotti!! 😉

  22. Terri che bello sentire i tuoi racconti. Ti adoro! E mi fai ridere! E poi pure io sono tanto paZZerella e ne combino di tutti i colori con i gatti! 😉

  23. *.* ma che cremina fantasticaaaa!! E si conserva anche a lungo!! Di solito non ci incremiamo mai dopo la doccia, perché non ne abbiamo proprio le forze…ahah ma con questa meraviglia dovremo fare un eccezione!! 🙂
    I tuoi meravigliosi pelosetti sono qualcosa di fantastico…così dolci ed espressivi… <3 troppo belli! Un bacione a tutti quanti! :*

  24. EnricaAnnalisa che bello rivedervi! Come va lo studio? Siete presissime eh? Sempre felice di sentirvi e di darvi un bacione “virtuale” ma fooorteeee!!! 😉 Grazie da me e dai pelosetti accaldati 😀

  25. Amy anche per noi è sempre una gioia scrivere qui sul blog!! 🙂 lo studio diciamo procede, anche se con questo caldo è veramente difficile 🙁 immaginiamo i tuoi poveri pelosetti…anche il nostro Piccolopiù sta sempre sdraiato sul marmo del pavimento per rinfrescarsi!! 😀 tu come stai? :* ti mandiamo un bacio enorme anche noiiiii!! :*

  26. Ah ah ah…anche i nostri gatti si spalmano sul pavimento per avere un pò di fresco!! Oh Piccolopiù…io non l’ho ancora visto mi sembra…ma se vado nelle vostre ricette passate lo becco da qualche parte??? 😀 Cari fiorellini dovete sapere che anche io sto studiando tantissimo. Sto scrivendo questo commento e intorno a me ho decine e decine di libri aperti!! Sto ricercando e scrivendo una tesi sulla cura e la guarigione in psicologia transpersonale. Amo quello che faccio e questi studi, ma mi sono presa un mese per fare solo questo. Quindi…vi capisco benissimo!! Comunque sto bene, mi sento tanto fortunata! Anche ad avere delle compagne di viaggio come voi e come altre care persone su questo blog! Dicevo a Lali qualche giorno fa che per me non siete solo sconosciute in un blog e io non mi sento tale quando comunico con voi. 😀 😀 😀 Vi abbraccio tanto tanto

  27. Eccoci qui dolce Ametista! Scusa il ritardo 😳 ma l’altra sera il sonno ha preso il sopravvento 😳 anche per noi qui sul blog siete tutti una bellissima e grandissima famiglia, anche se non ci si conosce di persona, ci si scambia tanto amore e si condividono piaceri e difficoltà! 🙂 complimenti per la tua tesi…è sicuramente bellissimo fare un lavoro che si ama! 😀 deve essere proprio una gran soddisfazione!! Per quanto riguarda il nostro amato gattino in alcune ricette comprare…se provi a scrivere Piccolopiù su cerca, compaiono le ricette dove lo nominiamo!ahah nei ‘cioccolatini per Antonella’ e ‘saltimbocca alla romana’ dà il meglio di se!! <3 ahaha
    un bacio grande e buona serata :*

  28. Wow! Devi proprio resistere per non mangiarlo! 🙂

  29. Anique 😀 infatti è proprio così!!!! 😉

  30. Avatar

    È la terza volta che rifaccio il tuo fantastico burro e devo proprio ammettere di essene diventata dipendente!
    È la crema/olio piu fantastica che abbia mai provato – e ne ho fatti di spignatti

  31. Wow Barbara! Grazieeee!!! 🙂 Sono felice che ti piaccia tanto. La cosmesi naturale, a dire il vero, è il mio grande amore. Sto producendo tante cose. Poi appena posso metterò altre ricette! Un abbraccio e grazie per aver lasciato il commento, buona domenica 🙂

  32. Avatar

    No no, era obbligatorio ringraziare chi mi ha fatto conoscere una crema che mi da gioia ogni volta che la uso!

  33. Avatar

    ciao :)interessante questo burro e come leggevo ottimo per fare piccoli regali dato che siamo sotto le feste 🙂 mi sapresti dire quanta quantità di prodotto viene da questa ricetta? grazieeeee 🙂

  34. ciao 🙂 ho pensato di utilizzare questo golosissimo burro per dei regali natalizi 🙂 mi sai dire quanta quantità di prodotto viene con questa ricetta? grazieeeeeeeeee

  35. Ciao Martina!!! 🙂 Infatti credo sia un bel regalo!!! Con questa dose dovrebbe venire circa 200 ml, dico dovrebbe perchè tutto dipende da quanto e come riesci a montarlo. Ad un corso che ho condotto eravamo in 10 e a ognuna è venuta una dose diversa!!!! Comunque se rispetti tutto il procedimento la quantità degli ingredienti raddoppia, perchè il burro si monta proprio! Fammi sapere come va e se ce la fai bene. Un bacio 😀

  36. Cara Ame! Che roba interessante. Vorrei tanto provare. Il burro di karitè lo trovo nei negozi bio oppure in erboristeria? Non lo conosco.

  37. Mi e’ venuto!!! Che bellezza. Io ho usato l’olio di enotera al posto di qllo di mandorle dolci e l’olio essenziale di camomilla 🙂
    Erano secoli che aspettavo di farlo, ma non avevo la frusta elettrica. Poi per la fine del dottorato mi e’ arrivato in regalo un super food processor con la frusta!!! Qsta e’ stata la prima ricetta che ho fatto. Ne ho trovate altre in rete simili ma ho preferito la tua che mi sembra abbia un tocco di grazia in piu’! La prossima volta pero’ mettero’ piu’ olio di cocco e meno burro di cacao perche’ qllo che ho usato ha un odore davvero intenso. Poi volevo chiederti se e’ obbligatorio tenerlo in frigo per solo via della conservazione o anche perche’ altrimenti cambia di consistenza? Siccome io ci ho aggiunto 15gg di GSE (estratto di semi di pompelmo) che e’ un potente anti-batterico/virale/micotico, magari lo posso conservare fuori frigo….? Dall’ altra parte del mondo ti mando un bacio e un grazieee!!!

  38. @Mati: che bello sapere che hai provato questo burro e soprattutto sapere di te e del tuo dottorato! Complimenti!! 😀 Sono felice davvero di risentirti 🙂 che onore che con il tuo super food processor hai fatto questo burro come prima ricetta ah ah ah! 😉 L’olio di enotera non l’ho mai provato, ma conosco le sue eccezionali proprietà, mi sembra ottimo quindi. Non è obbligatorio tenerlo in frigo, ma d’estate sarebbe meglio di si perchè l’olio di cocco d’estate (o meglio col caldo) diventa liquido. Con l’estratto di semi di pompelmo sei super-sicura della conservazione, wow!
    Che bello….mi dà emozione sapere che dall’altra parte del mondo siamo unite anche da questa ricetta 😀 Un abbraccio a te e alla stupenda Penny che porto nel cuore 🙂

  39. @Veruska: non so perchè non mi era arrivata la notifica del tuo commento e solo ora con il commento di Mati mi accorgo del tuo, scusami! 😉 Comunque il burro di karitè lo trovi soprattutto in erboristeria, ma spesso è rilavorato e non puro. Io cerco di usare quello puro, per questo spesso lo compro direttamente da africani o da ditte particolari. L’INCI deve essere semplicemente: BUTYROSPERMUM PARKII (che è il burro di karitè). Non devono esserci altri ingredienti o cose perchè altrimenti non è più puro. Lo scorso anno al VeganFest l’ho comprato dai ragazzi LE COEUR D’AFRIQUE. Purtroppo quest’anno però non c’erano 🙁 Ciao Veruska, a presto 🙂

  40. Ame grazie per le delucidazioni e per i complimenti! Qui l’estate nn e’ mai calda, qndi credo che potro’ tenerlo fuori frigo…almeno finche’ resto in Tasmania, infatti mi sto adoperando per migrare sul continente il prima possibile, qui e’ appunto troppo freddo! Se otterro’ la residenza permanente potro’ farcela 🙂 La mia Penny ricambia venendosi a asdraiare virtualmente vicino a te e chidendoti una coccola e grazie per l’affetto che le dimostri, sei tanto carina. Penny e’ un dono prezioso per me mai mi stanchero’ di ringraziare il Buon Dio per avermela data. Tornando al burro, ieri l’ho provato dopo la doccia ed e’ la cosa piu’ straordinaria e goduriosa che mi sia mai spalmata addosso!!! Rivoluzione!!! Un abbraccio 🙂

  41. Vorrei saper quanto mantiene questa meraviglia,perchè vorrei preparare alcuni prodotti come regalo.

  42. Viera! Mantiene tantissimo. Io lo tengo in frigo e diventa più duro, come un burro morbido che prelevo di volta in volta. Conta che l’ho fatto più di un anno e mezzo fa! Si mantiene tantissimo perchè non c’è acqua dentro. Però ogni volta che si preleva bisogna andare con mani pulite o cucchiaino pulito. Non occorrono conservanti. L’unica incognita può essere l’olio. Ci sono oli che irrancidiscono prima. Quindi se vuoi che duri molto ti consiglio di sotituire l’olio di mandorle dolci. Oppure aggiungi vitamina E, cioè tocoferolo. Allora risolvi il problema e durerà ancora di più! 😀 Un bacioooooo

  43. Grazie Ame,sto leggendo molto in questo periodo riguardo la cosmesi naturale. Non vedo l’ora che arrivi libro che mi avevi consigliato. Per quanto riguarda tocoferolo,l’ho cercato ieri in tre erboristerie,parafarmacia…niente. C’è chi non sapeva nemmeno cosa fosse..Domani provo in farmacia ma credo che alla fine come sempre rimante internet e spesa on line.

  44. Veruska ma che bello! Il tocoferolo, ma chiedi VITAMINA E che è meglio, vedi se ce l’hanno in farmacia, anche se in qualche erboristeria (ben fornita) dovrebbero averlo. Altrimenti su internet lo trovi, certo. Poi fammi sapere se lo fai. Se ti serve altro chiedi pure 😉 😀

  45. Grazie lo farò senz’altro devo solo attrezzarmi un pochino. Non ho nulla.

  46. Ame,ti distrurbo los so..ma avrei tante domande…oggi mi è arrivato il libro. L’ho sfogliato appena ma stasera lo inizio ad esplorare come si deve. Mi sembra che non ho trovato niente su oli esenziali..è posibile farli a casa? Ho trovato in rete le ricette di oleoliti che sembrano facili da fare…per quanto riguarda olio,bisogna prendere queli per cosmesi o anche quelli da cucinare. Perdonami domande stupide.

  47. Veruska non mi disturbi 😉 nel libro trovi gli usi degli oli essenziali che sono difficili da fare! Ci vuole un distillatore!! Mentre, come dici, è facilissimo fare gli oleoliti. Per l’olio da scegliere dipende dall’uso che devi farne. Ad esempio io faccio sempre oleolito di calendula con olio di oliva perchè poi lo impiego per la crema mani e diventa una crema curativa per le scepolature e la pelle consumata. Insomma per l’olio devi vedere. Se fai un oleolito vedi che uso ne vuoi fare. 😀 Resto a disposizione

  48. Grazie Ame,mi vergogno fare troppe domane non voglio essere pesante. Ma a me quando mi si punta un pallino 🙂 Olio d’oliva nessun problema,abbiamo uliveto :-)) però il nostro olio è piuttosto “forte” non so se va bene. Vedi mi è venuto dubio vedendo un filmato su you tube dove in tv la ragazza facceva oleolito con olio di girasole da supermercato..2 euro.Ma lasciando macerare in olio i fiori non si guasta olio?

  49. Sugli oleoliti troverai tutto e il contrario di tutto, varie scuole di pensiero. Comunque l’olio di oliva rischia di avere un forte odore, ma a me non dispiace. Come ti dicevo lo uso per creme e altri prodotti dove poi io metto oli essenziali che danno proprietà e profumo. Attenzione sui fiori. Io li lascio in genere essiccare un pò. Ad esempio la celendula che contiene acqua se non la lasciassi essiccare un pò mi farebbe la muffa nell’olio. Può capitare, ma non è poi così grave, basta togliere le parti di muffa. Comunque la cosmesi naturale è un mondo e si prova per tentativi ed errori, si impara dall’esperienza e facendo (come tutte le cose della vita e cucinare):D 😀 😀

  50. Benissimo,grazie mille AMe!

  51. Ok,allora sto acquistando ingredienti da te elencati,ma non mi è chiara la prima parte del procedimento – “Poi mettiamo i burri e gli oli nelle dosi indicate in un pentolino o una ciotola che abbia i bordi alti e in modo da poter lavorare poi con le fruste senza schizzi! Poi togliamo dal fuoco e lasciamo intiepidire”. Quanto devono essere riscaldate?Scusa domande!!!Ame porta pazienza 😉

  52. Avatar

    😀 I burri si devono sciogliere a bagnomaria quindi appena sono sciolti si devono togliere non devono bollire e neppure restare lì a scaldarsi per mezz’ora. Vedrai che in meno di 5 minuti si scioglie il tutto. Per questo la fiamma deve essere medio-bassa e il bagnomaria non deve bollire, ma “sobbollire” dolcemente 😉 😀 😀 😀 Un bacio Veruska cara

  53. Grazie per la spiegazione. ❤

  54. Ame sì!!! Lo sto faccendo ora! La prima montatura non sembrava nulla di chè ma seconda già sembrava panna montata!! Una ricetta favolosa,grazie grazie grazie. Vado fare bis anche x mia figlia!

  55. 🙂 Sono felice ti sia piaciuta e riuscita benissimo! Ciao cara Veruska. Evviva!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti