Bagnet piemontese vegan

Mio marito Roberto, piemontese, adora il bagnet! La ricetta originale prevede l’utilizzo delle alici ma noi ne facciamo volentieri a meno!

Ingredienti:

200 g di foglie di prezzemolo lavate e asciugate
1 spicchio di aglio
1 fetta di pane
4 cucchiai di aceto di mele
4 cucchiai di olio di oliva
1 pizzico di sale
peperoncino a piacere

Procedimento:
Frullate il prezzemolo, il sale, il peperoncino, l’aglio e la fetta di pane intinta in metà aceto. Raccogliete il trito in una scodella e aggiungete il restante aceto e l’olio ed amalgamate per bene. E’ ottima per accompagnare fagioli in scatola, patate lesse, per farcire pomodori, per accompagnare piatti di seitan o muscolo di grano o in aggiunta ai vegburgers! Una favola!!!

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Per conoscere meglio VEGANOK, scarica qui il nostro rapporto di impatto Etico.
Renata Balducci, presidente di Associazione Vegani Italiani e fondatrice di Veganblog
  1. Mon dieu, è tutto verde!
    Che bbbelllllooooooooooo!

    e deve essere pure buono.

    Reply
  2. Bono bono Vale!!!! Miss simpatia di Veganblog! Hai smesso di commentare le ricette datate??? 🙂

    Reply
  3. mmm sulle patate lesse………. 🙂

    Reply
  4. Ho sospeso la retrolettura, al momento.
    Però ho rifatto un paio di ricette di tuttanatura vecchissime, quindi se tutto va bene (leggi: se Ale mi manda ste benedette foto) quando la posterò dovrò mettere un link…

    Reply
  5. Ma anche io sono piemontesina!!!!!!! il bagnet verd, che meraviglia!!! e c’e’anche la versione rossa, con aggiunta di salsa di pomodoro…sul pane, che meraviglia…o sui peperoni arrostiti..Secondo me i piemontesi non veg neanche si accorgerebbero che mancano le “anciuie” 🙂

    Reply
  6. è vero che i piemontesi sono fissati col bagnet!!! in effetti questo è il momento ideale, sono piena di prezzemolo… vado a farlo subito!

    Reply
  7. Unico neo: vietato mangiarlo prima di un appuntamento sexy….

    Reply
  8. ah ah ah hai proprio ragione cara Francy!
    Silvia e [email protected] lo fate fatemi sapere se vi è piaciuto!

    Reply
  9. Ragazzi la nostra Chicca stasera è assente perchè hanno dovuto operare Matteo per appendicite acuta. Un pensiero d’affetto a lei e al grande Teo! Guarisci prestoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

    Reply
  10. a me piace anche sui cavolfiori e sui fagiolini bolliti!!!

    Reply
  11. Un abbraccio a Teo! Il nostro assaggiatore di fiducia! E a Chicca ovviamente!
    Guarisci subitissimo!

    Reply
  12. che strana ricetta! decisamente da provare!
    oh no chicca ti abbraccio forte forte! forza matteo!!!

    Reply
  13. Sono qui da poco ma mi sembra già di conoscere Teo, e da quello che leggo… già mi vedo la coda di visitatrici davanti alla sua stanza… 😀 Buona convalescenza Teo, sono sicura che troverai chi te la allieti! 8)

    Reply
  14. Dai Matteo! Con le ricettine di mamma Chicca ti rimetterai presto.
    Buona questa ricettina, anch’io la vedo bene sulle patate…..

    Reply
  15. Mannaggia Chicca non ci voleva!!! 🙁 un abbraccione grandissimo a Matteo!!!!!!!!!!

    Reply
  16. Forza Teo…e forza Chicca…vi abbraccio

    Reply
  17. Chicca mi dispiace, ma sono sicura che oggi vada tutto meglio. Non ti conosco , ma abbiamo parlato spesso tramite il blog e mi hai dato tanti consigli e tante idee. Ora tocca a me darti un abbraccio. A presto.

    Reply
  18. non posso che unirmi al coro di incoraggiamenti e sostegno a chicca e soprattutto al grande teo che con l’alimentazione genuina della mamma avrà sicuramente un serbatoio straordinario di energia e forza per rimettersi prestissimo e benissimo! un abbraccio affettuoso

    Reply
  19. Che dire non ho parole, un grazie dal profondo del mio cuore a tutti, questa mattina ho portato i vostri saluti e auguri in ospedale alla mia peste che oggi è semplicemente un agnellino ferito 🙂 E’ un grande ha preso tutto dalla sua mamma, sta già decisamente meglio, non sono queste sicuramente le cose gravi! Certo che ha scelto il momento veramente migliore, ho la casa sotto sopra non vi dico il polverone…….Renataaaaaaaaaaaaaaa a che punto è la tua di cucina? Posso venir da te? Un abbraccio davvero grande a tutti, ho qualche minuto e vado a dare una sbirciata alle tante ricette………….Paola con questo bagnet ci mangio un chilo di pane 🙂 Ciao tesoro e grazie ancora per ieri sera, mi son bastate due parole sincere per farmi star meglio 🙂 ti voglio bene!

    Reply
  20. Che buono il bagnetto verde! Mi ricorda tanto la mia nonna che lo faceva spesso…..
    Da provare al più presto! 🙂

    Reply
  21. Ciao cara amica, e te lo dico dal profondo del cuore! Salutami tanto tanto Teo, dagli un bacione da parte mia!!! E naturalmente anche Antonio!
    Per quanto riguarda il bagnet, Roberto ieri sera si è spazzolato davvero un chilo di pane!!!!!

    Reply
  22. Carissimi amici, anche se ancora non ho avuto il piacere di farmi conoscere da voi, vi confesso che io invece vi conosco e leggo, frequentando moltissimo il vostro sito e copiandone idee e ricette, essendo appassionata di cucina, animalista , vegetariana quasi vegana, ambientalista ecc.; mi sembra anche di aver trovato con voi persone di famiglia, che condividono i miei stessi valori, e non è poco in un mondo come il nostro, dove sembra sempre che fai parte di una piccolissima minoranza guardata con compassione o al più con curiosità (ma come sono felice di far parte della minoranza e di non rientrare nella “normalità”! ). Se ancora non ho avuto l’opportunità di condividere con tutti voi le mie ricette e i miei commenti è solo perchè non ho ancora una macchina fotografica digitale e perciò non potrei mostrare qualche mio piatto. Ma ho intenzione di risolvere il problema e cominciare a con-dividere con tutti voi la mia fantasia e creatività. Intanto grazie davvero a tutti anche da parte del mio piccolo gruppo di amici vegetariani e vegani a cui parlo entusiasticamente di questo sito e che, come me, stanno approfittando di voi attraverso i miei piatti! Mi unisco agli auguri più sinceri per Matteo e Chicca. Grazie di esistere!

    Reply
  23. Ciao Simona e benvenuta!
    Che dire?.. appena ti sarai organizzata con una macchinetta digitale e vorrai compiere il “grande” passo… Contattaci in redazione e ti spiegheremo con piacere come entrare a far parte del gruppo di cuochi vegan più belli dell’universo!
    🙂

    Reply
  24. Carissima Simona,
    quando riceviamo messaggi come il tuo e da persone come te, non possiamo che essere felici, vuol dire che il nostro umile lavoro è apprezzato e che soprattutto riusciamo a diffondere il nostro messaggio di amore per i nostri fratelli animali. Cara Simona, speriamo di averti prestissimo tra i nostri cuochi, come dice Saurino, e che tu possa entrare nella nostra famiglia!
    Un abbraccio sincero!

    Reply
  25. Ciao Simona anche se è la prima volta che ti leggo il tuo messaggio mi ha fatto piacere ti ringrazio quindi dei tuoi auguri e come Sauro e Paola aspetto di vederti nella nostra grande famiglia 🙂

    Reply
  26. con questo bagnet ho fatto la ” lingua ” in salsa verde:
    tagliare a spessore di 2 – 3 millimetri del seitan alla piastra
    lasciare le fettine in infusione nel vino bianco per 1 ora
    asciugarle e friggerle in abbondante olio ( girasole o mais)
    scolarle su carta assorbente,metterle in un solo strato su un piatto,ricoprirle di bagnet e mettere in frigo per mezza giornata.

    Reply
  27. Micillo, ma perché non collabori, fotografando le tue ricette e condividendole con noi?
    Il seitan lo farei in tutte le salse…

    Reply
  28. la proposta mi onora
    e’ da poco che frequento il blog ( straordinario),sono vegano da pochi mesi ma cucino da 30 anni a livello semi professionale ( extra e a domicilio ) e sto riadattando tutte le ricette onnivore ( ero specialista in carne )
    in settimana non ho assolutamente tempo per sperimentare,quindi mi faccio bastare un piatto di riso o pasta.sabato e domenica mi diverto.
    ah,dimenticavo,non ho la fotocamera: me ne procurero’ una.

    Reply
  29. Micillo benvenuto! Sono felice di esserti stata d’aiuto per la tua “lingua”!
    Allora, adesso non devi far altro che acquistare la digitale ed entrare nella nostra gabbia di matti!!! 🙂

    Reply
  30. stasera ho fatto il seitan, domani lo condisco con questa salsina…

    Reply
  31. BucciadArancia 9 Ottobre 2009, 16:59

    Che bello Paola!! Devo assolutamente provare anche la tua versione ! 😉

    Reply
  32. 🙁 io non lo conoscevo il bagnet 🙁
    Ho cercato “salsa verde” e mi sembrava strano che non ci fosse…
    Ma mi son detta: chi vuoi che se la fili una ricetta friulana! Ah ah!
    Per fortuna che ci sono delle variazioni tra una ricetta e l’altra… Non avrei mai pensato di mettere aglio e peperoncino: da provare! Ciao!

    Reply
  33. Carissima Paoletta adorata, questa tua salsina l’ho fatta per il menü di Natale, per accompagnare delle polpette di legumi e devo dire che è venuta proprio buonissima!!!! Grazie al cubo per la ricetta perfetta ed equilibrata!!!!
    Un superbacione!!!!

    Reply
  34. Da buona piemontese non posso far a meno di apprezzare 😉

    Reply
  35. ciao paola! perchè non usi questa ricetta per partecipare al 1° concorso di cucina vegana organizzato da AssoVegan?? se vuoi avere maggiori informazioni puoi scrivermi all’indirizzo mail vegcode@gmail.com e seguire la pagina fb dedicata https://www.facebook.com/pages/Tradizione-Regionale-Gusto-Vegano
    ti aspetto!

    Reply
  36. Sono vegetariana diventata vegana da oltre quaranta anni, cresciuto mia figlia vegana, la quale crescera’ sua figlia pure vegana. La bagna cauda la faccio da piu’ di quarant’anni con dei capperi di buona qualità’.
    Infatti sono riuscita a far credere a mio padre che per lui avevo messo le acciughe, e non si e’ lamentato.

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti