‘A pastier

Per realizzare questo dolce tipico della mia zona, mi è stato molto utile seguire la ricetta di Elettra:Pastiera vegana Ho fatto alcune modifiche personali ed un primo tentativo lo feci la settimana scorsa. Siccome è piaciuta anche a qualcun altro, ne ho preparata una in più per regalarla in questa domenica di festa 😛

Vi riporto le porzioni per ottenere una pastiera Nellosa O__o

Ingredienti per le frolla:

400 gr di farina di manitoba

200 gr di fecola di patate

300 gr di margarina

200 gr di zucchero

1 scorza grattuggiata di un limone

5 cucchiai di latte veg

1 cucchiaio di bicarbonato

Ingredienti per il ripieno:

250 gr di ricotta di soia

3 vasetti di yogurt di soia

1 barattolo di vetro di grano cotto

3 bicchieri di latte veg

50 gr di margarina veg

150 gr di zucchero

1/2 scatolino di cedro candito

1 scatolino di frutta candita

1 bustina di vanillina

1 boccetta di acqua “millefiori”

2 boccettini di fior d’arancio

curcuma quanto basta, per dare il colore giallino al ripieno

Ingredienti per lo stampo:

margarina e farina

Procedimento:

Preparate la ricotta e a parte cuocete il grano con lo yogurt, la margarina ed il latte. Una volta pronto unite il tutto assieme 😀


Nel frattempo su di un piano, mettete a poco alla volta tutti gli ingredienti per la frolla, e lavorateli fino ad ottenere una palla. Lasciatela riposare in frigo per un 30 minuti.


Adesso immargarinate ed infarinate la teglia, ed in una bacinella più capiente, versate il composto aggiungendoci il cedro tagliato a pezzettini, la frutta candita, il fior d’arancio, l’acqua millefiori, la bustina di vanillina e la curcuma. Mescolate in continuazione per qualche minuto, per far si che si amalgami il tutto per bene 😀


con la frolla preparate la base e le stricioline, e con il composto fate il ripieno. Volendo, se qualcuno non ama molto la consistenza dei canditi e del cedro, li può anche frullare. Nella pastiera sotto, siccome era destinata ad una persona che ama il sapore di entrambi ma non gradisce sentire la loro presenza, li ho frullati 😀

Preriscaldate il forno e cuocete la pastiera per una mezz’oretta a 180°. Ovviamente ogni forno c’ha i suoi tempi, e se cuocete più di una pastiera, alternatevi con le altre, regolandovi bene con il tempo 😀

Una volta pronta, lasciatela riposare per un paio di ore e servitela. Di solito si può cospargerla con dello zucchero a velo, ma io, essendo costantemente e perennemente attento alla mia linea, non ho voluto aggiungercelo 😀

Il punto:

vi faccio vedere una simpatica famiglia che teniamo in cucina 😀

E’ mamma papera con i suoi paperotti ^_^

…e con della pasta frolla avanzata ho fatto anche questo:


è la colomba bianca con l’ulivo. Un simbolo universale di pace 😀

buona domenica delle palme a tutti! 😛

….sono riuscito a pubblicarla, credevo di non farcela. Ora vado perchè oggi qui a Salerno i negozi sono aperti 🙁

  1. ehhhh e lo immaginavo che sotto pasqua sarebbe arrivata da nello la pastiera!!!!!!! grazie, è bellissima e deve avere un profumo strepitoso 🙂

  2. Lav & Piis! La pastiera è uno dei miei dolci preferiti, lo preparavo “prima”. Ed ora posso prepararlo anche “adesso” grazie a te e agli altri VegPasticceri.
    Bello, good, me piace assai 🙂
    Buona domenica “palmata” a tutti 🙂

  3. Ma che splendidissima veganizzazione Nellino!! E la colombella bianca!!! Pochi maschietti, qui sul veganblog, ma eccezionali!!!

  4. Sai che non l’ho mai fatta, e credo di non aver nemmeno mai assaggiato l’originale, proprio l’altro giorno ero tentata di prendere il grano poi ho desistito, ma me ne sono quasi pentita 🙂
    Abbiamo le stesse teglie in alluminio…..bellissima la famiglia di paperotti 🙂 Ciao tesoro un bacio!

  5. accidenti! non ho parole! deve essere davvero ottima

  6. Complimenti, questa pastiera è bellissima…niente da invidiare a quella classica 😀 che acquolina..

  7. Io non ho parole…la pastiera ti è venuta non bene, benissimo! e quella colomba della pace è meravigliosa! Buona domenica delle Palme fratellone!!!

  8. CHE BELLO! Avevo pensato anch’io di cimentarmi con la pastiera vegan! Bravo Nello: adesso ho una ricetta da copiare!!!!! Buona domenica!

  9. Nello… non puoi farmi vedere delle dolcezze simili!!!!!!!!! ma se ti offrissi un posto come “mio-personal-cuoco” per qualche mese? ti pagherei,eh!! 😆
    complimenti, ha un aspetto delizioso!!! 😀
    e la famiglia di paperotti è tenerissima! 🙂

  10. Nello hai superato te stesso!!

  11. bravissimo nello, la pastiera vegana credevo fosse impossibile da fare, e invece……che dire! senza parole!
    buona pasqua a tuttiiiiii!!!!

  12. Capacità descrittiva 10
    Capacità di coinvolgimento 10
    Abilità culinaria 10
    Abilità fotografiche 10
    Simpatia 10 e lode
    che altro aggiungere….grazie per le ricette!

  13. Oh Nello, sono molto felice che ti sia ispirato alla mia pastiera, anche io quest’anno mi sa che la farò, visto il successo che ha avuto lo scorso anno !!! 😉

    Che bella la colomba, sei proprio bravo…

  14. Bellissima! Sei troppo brevo! Buonissima! Devo proprio rifarlo!

  15. Neelo, mi stavo perdendo la tua pastiera….
    Che meraviglia e stupenda anche la colomba..
    Sempre bravooo
    Finalmente anch’io sono riuscita a postare due ricettuzze.. 😀

  16. Nello, sei stato da manuale, e che risultato! Che bella pure che è.
    Grazie per l’idea di frullare i canditi ed il cedro…sono tra quelli che non amano sentirli in bocca ma apprezzano l’aroma. La faro’ ai colleghi per far conoscere anche questo dolce di casa nostra 🙂

    Finalmente è tornato il punto 😉

    Buona Domenica delle palme a te!

  17. xeleonora. grazie a te per i complimenti 😛

    xsilvana. grazie anche a te 😛
    end lav + piis!!! :mrgreen:

    xmauschen. grazie 😳 😛

    xchicca. se puoi provala 😀 mi fa piacere che la famiglia qui quo qua ti piaccia :mrgreen:

    xangela. si, era molto buona 😛

    xarianna. grazie mille 😛

    xpaola. ciao sorellina!!! buona fatta domenica della palme anche a te 😛

    xpizza. barbara se la fai, spero ti piaccia 😛

    xmiki. grazie anche a te miki 😛

    xpippi. grazie come sempre 😳

    xambrosia. ehehehe niente è impossibile 😛

    xangela. ma grazie 😳

    xelettra. grazie ancora per la tua ricetta. In questi mesi l’ho tenuta sempre davanti agli occhi. Senza la tua versione non credo mi ci sarei mai cimentato 😛

    xmirko. grazie carissimo Mirko! 😛 devo ancora visitare meglio il tuo blog….

    xdragonchild. grazie 😳

    xmimì. grazie mimì 😀 si, le ho viste le tue ricette, più tardi mi soffermo con calma…

    xsusi. grazie, sei sempre molto gentile 😳 😀

  18. Che splendor!!!! Bravissimo Nello, ottima ricetta per la pastiera!!! La facevo da vegetariana, poi diventai vegana e la ricotta divenne tabù!!! Ma adesso con la Veg-ricotta di Concita non ci sono + problemi! La devo rifare!

  19. Bellissima anche la colomba bianca, ovviamente!!!!!

  20. Semplicemente un CAPOLAVORO!!!!!! E’ bellissima…

  21. xanto. grazie mille!!! io prima di vedere la ricetta di elettra (che ho studiato per mesi) credevo non poter farla mai! ma per fortuna niente è impossibile 😛
    provaci e se la fai, pubblicala!!!!! 😀

    xgemma. grazie gemma 😛

  22. Nello, che dire.. sei trooooppo bravo!
    io ho sempre amato la pastiera! pensavo di non potermela piu’ gustare.. e invece! tadaa’! ecco cosa ci sforna il nostro Nelluccio!

    grazie 😀

  23. nello io non ho mai mangiato la pastiera (neanche non veg)… una fetta è gradita quindi, vorrai mica che muioa senza provarla!!

  24. Bellissime papere e colombe!
    quanto mi piace il tuo lato poetico!

    La pastiera invece la evito per i suoi canditi… non l’ho mai assaggiata in vita mia!

    Comunque a vederla in foto è uno spettacolo!

    😉

  25. Splendida ricetta. Io non ho mai trovato la ricotta di soia nei negozi da cui mi rifornisco. Domanda: la ricotta l’hai fatta tu o l’hai comprata? grazie e buona Pasqua. Ps: probabilmente ci sarà anche scritto in uno dei commenti, ma non ho tempo di leggerli perdonami. Baci.

  26. …. tesoro….<3…

  27. Mi era sfuggita questa ricetta… 😀 io la adoro, la mangerei dappertutto, con i canditi ed il grano che “si deve sentire”, la stavo elaborando anche io, ma visto l’aspetto della tua mi risparmio il lavoro 😉
    Un bacione

  28. xbenny. grazie mille a te per i complimenti!!! 😛

    xtecla. se passi dalle mie parti entro domenica, te la faccio provare (anche se si può fare tutto l’anno) 😛

    xmariagrazia. grazie!!! 😳

    xsimonetta. per la ricotta ho seguito la ricetta di Concita. Se vai su negli ingredienti, l’ho messa in evidenza. Cliccaci su e puoi leggere il procedimento 😛

    xvirginia. grazie 😛

    xnadir. grazie Nadir! mi fa molto piacere che sia piaciuta ad una napoletana doc! 😛

  29. non correre, per dire che mi è piaciuta devo prima assaggiarla, e visto che tu non hai pensato a spedirmene un pezzo, devo prima farla e poi ti dirò! :mrgreen: 😉

  30. xnadir. cara Elena, da poco ho capito come ti chiami, ma appena riuscirò a capire dove abiti ti manderò una bella fetta 😛

    e cmq il “ti sia piaciuta” era inteso in senso figurativo! 😛

    e tu che sai i frutti di stagione e sai cos’è la caccia, mi meraviglio che da buon napoletana doc quale sei, non ti sei accorta di un errore grammaticale nel mio titolo…

    l’apostrofo va messo prima della A e non dopo….

  31. ne ero sicura! lo sapevo che avresti postato una pastiera, lo sapevo! :-)… 😉

  32. oggi ho visto il preparato per pastiera e ho pensato a te 🙂

  33. xvirginia. 😛

    xtecla. eheheheheheh 😛

  34. SILVIA CERRETELLI 1 Aprile 2010, 17:03

    BELLISSIMA è TANTO CHE LA VOLEVO FARE UNA PASTIERA VEGANA………MA DOVE COMPRATE LA RICOTTA DI SOIA? GRAZIE…….

  35. xSILVIA CERRETELLI O__O . grazie per i complimenti 😛 la ricotta non l’ho comprata e non so nemmeno se la vendono in commercio. Cmq se clicchi negli ingredienti su “ricotta di soia” puoi seguire il metodo di Concita, o se clicchi sulla ricetta di Elettra che ho evidenziato su, puoi benissimamente seguire anche il suo metodo 😛

  36. ahhh dimenticavo Silvia: se la davi fare, fà ambress ca dopp diman è PASKKKKKKK o___o

  37. Bellissima versione di pastiera proprio da acquolina in bocca. Complimenti per la veganizzazione da 10 e lode! 🙂
    Io mi “sarei” … timidamente cimentato ma ho scoperto… tragedia!!! La ricotta di soia non mi è proprio venuta 🙁 Ho seguito la ricetta della bravissima Concita. Ho letto dalle risposte che dipende dal tipo di latte di soia, o meglio dal contenuto di proteine e grassi. Quello che ho usato io contiene 3,20 g di proteine per 100 ml di prodotto e 1,80 g di grassi (in totale tra saturi, polinsaturi e monoinsaturi). Sapresti dirmi quanto è grasso e proteico il latte di soia che tu hai usato?

  38. ginaluca, mi dispiace ma per il momento non ti sono molto d’aiuto 🙁 io a casa c’ho sempre il latte di riso, perchè quello di soia non mi piace molto (almeno quello della valsoia). Ma in questo caso, ho usato quello della valsoia e la ricotta mi è uscita abbastanza bene 😀 però non sono in grado di riportarti i valori che tu mi hai chiesto 🙁

  39. grazie 100000000000000 Nello!!!!
    grazie alle tue precisazioni sono riuscito a fare la mia prima ricotta veg! 😀
    Ovviamente grazie anche a Concita e a tutti i meravigliosi vegchef di VeganBlog! 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti