Cornetti salati

In questi mesi ho spesso gente a casa e devo ottimizzare per riuscire a cucinare qualcosa di sfizioso ma che anche io posso mangiare anche perchè a casa mia non posso cucinare solo vegan purtroppo per me; mio marito non sarà mai vegan anche se mangia spesso come me e mia figlia per il momento non lo è ma conto che col tempo si faccia più domande di quelle che si fa ora. Sono sempre stata appassionata di cucina ma in questi anni in particolare punto al finger food che veramente è diventato una passione per me.

Ingredienti:
600 gr. farina manitoba
300 ml. latte di soia (non zuccherato)
60 gr. olio evo
1 cubetto di lievito di birra
sale q.b.
1 pizzico di zucchero

Procedimento:
Sciogliere il cubetto di lievito di birra con 1 pizzico di zucchero in un pò del latte di soia. Mettere la farina nella ciotola fare un buco in mezzo e metterci lo lievito sciolto, aggiungere un pò alla volta gli altri ingredienti intanto che si mescola. Impastare fino ad ottenere un impasto morbido della consistenza come quella della pizza. Disporre la pasta su una spianatoia e dividerla in due panetti. Col mattarello tirare la pasta a formaa rettangolare e tagliarne poi dei triangolini che arrotolerete a cornetto e che metteremo in due teglie con la carta forno. Non ricordo quanti me ne sono venuti ma ne ho fatti circa 12. Lasciare lievitare per almeno due ore. Cuocere a forno ventilato ben caldo a 190° per circa 25 minuti. Io ne ho riempiti alcuni con una crema di ceci e due fettine sottili di formaggio vegetale “Chicca” mentre gli altri li ho congelati per la prossima cena.

La foto sopra è una delle due teglie prima della cottura mentre quella sotto sono i cornetti dopo cottura senza farcitura, io questa volta ho preferito non metterci nè semi di sesamo nè semi di papavero. Solitamente lo faccio e lo faccio spennellando la superficie dei cornetti (prima di cuocerli) con latte di soia e poi li cospargo di semi di sesamo e semi di papavero, questa volta però li volevo “nature”.

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. Ma che bella ricetta….ho l’acquolina in bocca 🙂

  2. Scusa ma sono fortemente scettica: la farina Manitoba è una farina con forza almeno W400, il che impone minimo 24 ore di frigo per giungere a maturazione. Forzarla con una quantità assurda di lievito di birra ti darà un prodotto gommoso e poco alveolato… ti consiglio di aggiungere almeno un paio di cucchiaini di malto diastasico per aumentare la velocità di maturazione, e sicuramente farli lievitare prima di formarli..
    Potresti realizzarli con 5gr di lievito e inframezzando 24 ore di frigo tra riposo e formatura, il risultato non potrà che giovarne.

  3. Ho dimenticato: per di più, con la scarsa maturazione il prodotto finito non potrà che essere poco digeribile, per via della mancata trasformazione degli amidi in zuccheri….

  4. Devo proprio avere le mani d’oro perchè sono venuti proprio morbidi e io non ho avuto nessun problema di digestione. Sarò una roccia!

  5. la prossima volta che li faccio proverò il tuo suggerimento

  6. Chi mi conosce sa quanto io ami i cornetti (provate a cerc are qui su Veganblgo i “Cornettisauri” http://www.veganblog.it/2010/08/16/cornettino-della-buonanotte/
    I tuoi sono davvero invitanti e la varietà salata è quella che amo di più!
    🙂

  7. Vado a curiosare subito i tuoi 🙂 anche io sono per il salato!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti