Pane di segale

26 commenti

Dal punto di vista nutrizionale  la segale è il cereale che più si avvicina al frumento. E’ panificabile (anche se non contiene molto glutine) e dà origine ad un pane molto scuro, dal sapore caratteristico. Spesso si usano a tale scopo miscele di farine di segale e frumento, per questo pane ho usato solo farina di segale.Se non fosse che mi arrivano delle bollette della luce da incubo farei il pane fresco tutti i giorni, ma mi accontento di farlo un paio di volte al mese mettendolo nel freezer, in questo modo non potrò mai fare le torte di pane che propone spesso Stella, ma va beh! Preferisco non avere pane sprecato, mi è capitato spesso di vedere in alcune case il pane buttato in pattumiera (e non solo il pane) e vi assicuro che per i miei principi è stato come pugnalarmi, è una cosa che mi fa veramente star male vedere il cibo buttato :( Ma veniamo al mio pane di segale!p8210027.JPG
Ingredienti:
1 kg di farina di segale
700ml circa di acqua tiepida
40 g di lievito fresco
20 g di sale
1 cucchiaino di malto

Procedimento:
Sciogliete il lievito con un po’ di acqua tiepida, non calda, mettete la farina in una capiente ciotola versate il lievito e cominciate ad impastare versando poco per volta l’acqua, aggiungete il sale, la farina di segale tende ad essere un po’ appiccicosa se volete potete ungervi le mani con un po’ di olio per aiutarvi ad impastare più facilmente, impastate energicamente per 5 minuti, fate riposare per 10 minuti coperta e rimpastare ancora per 5 minuti, coprite e lasciate lievitare per 1 ora a temperatura ambiente. Prendete il vostro impasto formate una pagnotta che sistemerete sulla placca del forno, spolverate di farina e copritela ancora per 20 minuti. Accendete il forno a 220° mettendo un contenitore con un po’ di acqua (servirà ad umidificare), trascorsi i 20 minuti bagnate il pane usando un pennello, incidete facendo dei tagli a croce, spolverate con altra farina e infornate per circa 50 minuti. Il pane quando è bello cotto se lo battete sotto deve fare un suono sordo come di vuoto, ma già il colore dorato deve aiutare a capire che è pronto! Questo tipo di pane a me piace molto tostato a colazione con della marmellata e un buon te bancha!

   
  1. Marta 15 settembre 2008 alle 15:12

    sono golosissima del pane di segale… proverò senz’altro la ricetta!


  2. chiara 15 settembre 2008 alle 15:53

    Ciao, complimenti per i tuoi bellissimi pani.
    Il kamut lo conosco poco, il pane di segale mi piace un sacco e lo uso spesso.
    Prima lo facevo. Poi ho cominiciato a comprarlo per mancanza di tempo, e per non usare troppo il forno.
    Proprio oggi l’ho rifatto dopo tanto tempo. Il lievito però non ce lo metto, per pura fatica di aspettare e anche per evitare il lievito quando posso. Mi sembra che venga lo stesso. Forse un po’ più duro, ma ugualmente buono e dura tantissimo. (Una volta invece ho provato a farlo con la pasta/lievito acida, ma non mi è venuto bene).
    Oggi ne ho fatti due. Quello normale e uno un po’ “alla tedesca”. Una specie di invenzione che avevo fatto qualche volta tanto tempo fa sullo stile di quei pani dolci da tagliare a fette del nord europa ( in Francia “pain d’épices”), con semi di cumino, cardamomo, cannella, miele (avevo sciroppo d’acero per caso e oggi ci ho messo quello), uvetta, semi di lino, finocchio, … di tutto ci ho messo, anche un po’ di curcuma e pepe..! (ovviamente ci si possono mettere anche noci e tutto quello si vuole, è che io non ce le avevo). Ancora non so com’è venuto, ma in passato me lo ricordo proprio buono (e veloce) almeno per me, la mattina col caffè o insomma quando uno vuole.

    ciao,
    chiara


  3. Paola 17 settembre 2008 alle 19:52

    Ciao Chicchetta,
    che pane meraviglioso!!! Io purtroppo ne devo consumare poco perchè mi fa diventare come le balene!!! :)
    Però questo pane è troppo bello!!!! Complimenti!!!


  4. Chicca66 18 settembre 2008 alle 21:26
    Chicca66

    Grazie Paoletta, grazie del complimento !!!


  5. silvia 29 settembre 2008 alle 13:41

    a che serve il malto?
    cosa si può usare al suo posto?


  6. Lory 9 dicembre 2008 alle 23:20

    Ciao vado pazza per il pane di segale presto lo proverò anch’io. Ma e lo stesso che fanno in Austria?


  7. Annal. 8 febbraio 2009 alle 21:40

    Mi è venuto!!!!


  8. Chicca66 8 febbraio 2009 alle 21:42
    Chicca66

    Annal. hai letto il commento a proposito del farro e del frumento?


  9. germana 15 novembre 2010 alle 13:21

    Vorrei sapere dovendo comperare la macchina per fare il pane con la farina di farro o di segale, quanto tempo deve cuocere, calcolando 1/2 chilo di farina?.
    Grazie e ancora grazie se me lo fate sapere oggi,15/ 11
    Germana


  10. germana 15 novembre 2010 alle 13:34

    sono intollerante al frumento ma posso farmi il pane com il Kamut, il farro e la segale. Ho provato da sola, senza macchina, ma se mi fosse caduto su un pide, mi si sarebbe rotto!
    Aspetto le dritte ed il tempo di cottura


  11. Chicca66 15 novembre 2010 alle 21:21
    Chicca66

    Ciao germana, io non ho la macchina del pane non ti posso quindi rispondere, ma se posso darti un consiglio ti basterebbe andare in un negozio di elettrodomestici e farti illustrare qualche modello di macchina con le varie istruzioni :-)


  12. rita 3 gennaio 2011 alle 13:52

    Che bello ti e’ venuto,io l’ho preparato con il lievito madre e stasera lo inforno…speriamo bene …


  13. Chicca66 4 gennaio 2011 alle 21:17
    Chicca66

    Ciao Rita fammi sapere come ti è venuto ;-)


  14. luivigi 11 febbraio 2011 alle 22:03

    Complimenti. Anche io panifico in casa, tutti i venerdi sera preparo gli ingredienti e se mi sveglio, alle 2 impasto, nel silenzio della notte, mentre mia moglie e il nostro piccolo angioletto ( Pietro, 10 mesi il 15…)dormono… é come vivere 2 volte… al mattino il profumo del pane caldo riempie la casa…
    Stanotte farò il pane con farine miste ( segale, farro, integarle e garaceno), ma non so afre il lievito madre, chi mi da un consiglio? Ciao a tutti


  15. luivigi 11 febbraio 2011 alle 22:05

    Geramana, prova a impastare a mano, magari piccole dosi per cominciare, vedrai che butterai la macchina del pane e la soddisfazione sarà immensa!


  16. Chicca66 12 febbraio 2011 alle 21:12
    Chicca66

    Ciao luivigi prova a guardare questo mio vecchio post http://www.veganblog.it/2008/11/01/pane-sacro/
    e poi questo http://www.veganblog.it/2008/12/21/riattivazione-lievito-madre/ e ancora questo http://www.veganblog.it/2009/02/08/pane-con-pm-passo-passo/
    fare la pasta madre credimi è più difficile a dirsi che a farsi ;-) Fammi sapere!


  17. Andy 22 marzo 2011 alle 19:22

    Ciao, vorrei fare anche io questo pane in casa.
    Riguardo al malto, che detto così è un pò generico,che intendete?
    Ho trovato il malzo d’orzo, 400 gr, ditta: fiori di loto a 3,44€.
    Andrà bene quello?
    Grazie


  18. Chicca66 24 marzo 2011 alle 20:29
    Chicca66

    Ciao Andy si il malto d’orzo va benissimo :-)


  19. Luivigi 2 aprile 2011 alle 19:12

    Ciao a tutti, devo inventarmi un pane per il compleanno del mio angelo…. 1 anno il 15 aprile…. cosa mi consigliate?


  20. Andrea 27 aprile 2011 alle 11:50

    Ciao volevo solo dire che la tua ricetta è stata pubblicata senza citare la fonte sulla rivista della Lambertucci…ad ogni modo, quando va messo il malto?


  21. Chicca66 27 aprile 2011 alle 21:18
    Chicca66

    Luivigi scusa sono in ritardo :-(
    Andrea il malto lo devi aggiungere assieme al lievit, hai ragione non l’ho scritto :-)


  22. simone 27 aprile 2012 alle 09:07

    Ciao a tutti, Vorrei anche io farmi il pane di segale, purtroppo ho il diabete.
    Qual’è la cosa migliore? Comprare la macchina per farlo oppure infornarlo direttamente? Siamo in due persone per una settimana basta un infornata? Grazie a tutti che rispondono.


  23. Sara 17 maggio 2012 alle 22:40

    @chicca66: oggi ho provato questa ricetta magnifica però appena sfornato e tagliato delusione pazzesca… il pane è bello croccante e cotto fuori e morbido/appiccicoso all’interno? qualche idea di quale possa essere la causa?? avevo già provato a farlo con la macchina del pane e il risultato era stato pressochè lo stesso :-(


  24. marta 17 giugno 2012 alle 21:31

    mi è venuto un poco duro,riprovero, non usate le macchine da panificare,le mani danno vita al pane.


  25. Marina 9 gennaio 2013 alle 14:14

    Il malto bisogna metter celo x forza?


  26. Anna 3 marzo 2013 alle 23:48

    hai mai provato a fare i panini invece del pezzo di pane grosso?
    giusto per vedere se si riduce il tempo di cottura….



Aggiungi un commento

VeganBlog.it


© NRG30 S.r.l.
P.IVA 06741431008
tel. +39 0636491957
fax +39 0636491958

Info

chi siamo
contattaci
feed RSS feed rss

Show Biz Network

ziogiorgio.it
ziopages.it
zioforum.it
ziobazar.it
ziomusic.it
integrationmag.it

 

ziogiorgio.com
ziopages.com
ziogiorgio.de
ziopages.de
ziogiorgio.es
ziopages.es

 

ziogiorgio.fr
ziopages.fr
chitarristi.com
bassisti.com
lightsoundjournal.com
ziogiorgio.tv

Life Network

promiseland.it
veganblog.it
veganok.com
biodizionario.it

 

veganwiz.com
veganwiz.es
veganwiz.fr