Porridge di orzo in chicco

Buongiorno e buona colazione! Con cosa iniziate la giornata? Io talvolta utilizzo i cereali in chicco, cioè integri e non i fiocchi.
Oggi vi presento la mia versione molto personalizzata del porridge, utilizzando l’orzo toscano della ditta Del Colle, di cui negli articoli precedenti trovate la recensione.

Buongiorno e buona colazione! Con cosa iniziate la giornata? Io talvolta utilizzo i cereali in chicco, cioè integri e non i fiocchi.
Oggi vi presento la mia versione molto personalizzata del porridge, utilizzando l’orzo toscano della ditta Del Colle di cui negli articoli precedenti trovate la recensione.
Per dolcificare ho utilizzato solo della frutta, quindi è una colazione senza zuccheri aggiunti.

Porridge di orzo in chicco

Ingredienti:
120 g di orzo “Del Colle” cotto con poco sale
1 manciata di uvette
1 manciata di noci
1 manciata di mele essiccate
120 g latte vegetale a scelta (io riso integrale)

Procedimento:

Mettere a mollo le uvette in poca acqua, direttamente nel pentolino in cui effettuerete la cottura.
Dopo 10 minuti circa aggiungere le noci e le mele spezzettate, l’orzo cotto e il latte vegetale.
Lasciare sobbollire per circa 15 minuti.
Naturalmente, se desiderate, aumentate la quantità del latte vegetale.
Mettere in tazza e farcire a piacere.

Io ho usato una cremina di carrube, semplicemente mescolando della farina di carrube con poca acqua.
Buona colazione!

Monica

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Per conoscere meglio VEGANOK, scarica qui il nostro rapporto di impatto Etico.
Renata Balducci, presidente di Associazione Vegani Italiani e fondatrice di Veganblog
  1. Invitante e gustosa!

    Reply
  2. Gnam sembra buonissimo e sfiziosissimo 🙂 brava Monica!!!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti