Gnocchi di zucca vegan

Gnocchi di zucca vegan
Gli gnocchi sono un piatto di cui tutti sono golosi. E in questa stagione preparare la variante alla zucca è un’idea perfetta per stupire i commensali. Gli gnocchi di zucca non necessitano di condimenti particolarmente elaborati, perché sono già saporiti. Occorre destrezza nel preparare gli gnocchi, abilità nella scelta degli ingredienti in giro ci sono tantissime ricette per questo piatto, con dosi sempre diverse. Ecco che anche la versione di zucca che stiamo per proporvi fornisce indicazioni sui dosaggi, ma dovrete valutare voi se aggiungere o meno farina in base all’acquosità dell’ortaggio.

 Ingredienti:
400 g di Zucca cotta al forno
90 g di Farina Integrale*
50 g di Semola di Grano Duro
Salvia fresca q.b.
1 cucchiaino di Burro di Soia o Olio EVO
1 cucchiaino di Sale
1/2 cucchiaino di Pepe
1 cucchiaino di Gondino Grattuggiato (opzionale)
Procedimento:
Mettere a bollire dell’acqua salata in una pentola capiente.
In una ciotola lavorare la zucca con una forchetta fino a che non diventa una crema. Aggiungere le farine, il sale, il pepe e mescolare bene.
Con due cucchiaini prendere un pò di l’impasto e creare degli gnocchi allungati, come fossero delle cnel.
Man mano che si preparano immergerli nell’acqua bollente e cuocerli fino a che non vengono a galla. Una volta cotti metterli su un piatto e continuare fino a che non è finito l’impasto.
Scaldare il burro in una padella con le foglie di salvia e saltare per qualche minuto a fiamma sostenuta gli gnocchi. Servire con una spolverata di gondino grattugiato e una girata di pepe nero fresco.
Buon appetito e ricordate: un buon piatto vale più di mille parole!

Leggi altre notizie con:
  1. Semplice, veloce e squisita!!! Bella ricetta

  2. Buoni questi gnocchi, anzi Gnocconi giganti!!!!
    🙂

  3. Fantastici è davvero d’effetto !
    Li replicherò ma usando assolutamente il SAYVÈ by Emanuele Di Bisse al posto del gondino .

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti