Salamini di borlotti

Sono Romagnola. Ho delle piccole piadine che mi girano nel sangue al posto dei globuli bianchi e quelli rossi sono probabilmente gocce di Sangiovese. Ma sta piadina bisognerà pur farcirla! Gli affettati vegan già pronti non mi ispirano per niente, quindi ieri sera relax totale in cucina, al lavoro per creare un salame farlocco degno della mia terra, nonchè dei miei requisiti: volevo che non ci fosse la farina di glutine/instant seitan e che avesse meno grassi possibile. Il risultato mi ha decisamente soddisfatta, nella piadina sta benissimo! Però la quantità è sufficiente per un esercito, come vedete ne sono venuti tre che riempiono completamente un piatto piano. La prossima volta dimezzerò sicuramente le dosi.

Ingredienti:
200 g di funghi champignon affettati e cotti
2 cucchiai di cipolla triatata
1 spicchio d’aglio tritato
240 g di fagioli borlotti cotti (equivalente ad una lattina)
3 pomodori secchi (senza olio, quelli secchi e basta, quindi 6 metà)
70 g di farina di riso
1 cucchiaio di tamari
1 cucchiaio di aceto di mele
pepe nero
paprika
cannella

Procedimento:
Mettere nel frullatore funghi, cipolla, aglio, borlotti e cominciare a farlo girare fino ad avere una crema un po’ irregolare. Nel frattempo tagliuzzare i pomodori secchi senza ammollarli e aggiungerli al frullatore lasciandolo andare finchè il composto diventa sufficientemente cremoso. Togliere il composto dal frullatore e spostarlo in una terrina, aggiungere tamari, aceto e le spezie secondo il gusto personale. Mescolare bene per amalgamare bene i sapori. Bene, a questo punto il composto è ancora troppo liquido quindi cominciare ad aggiungere la farina di riso pian piano mescolando per bene, alla fine risulterà ancora bagnato ma maneggiabile. Preparare la pentola a vapore con un po’ d’acqua e con l’impasto preparare dei salsicciotti aiutandosi eventualmente anche con la pellicola per alimenti per renderli più regolari. Cuocere 30 min in pentola a vapore. Una volta cotti, attenzione! Non maneggiateli, sono ancora troppo morbidi. Fate raffreddare il cestello con i salamini dentro e quando maneggiabile piazzatelo in frigo per la notte. All’indomani saranno maneggiabili, affettabili e molto buoni!

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. nutrizionalmente egregi T

    bless and love!

  2. Silvia Premoli 12 maggio 2017, 23:42

    Tutte le idee per polpette e polpettoni, meglio se semplici e gluten free sono le benvenute! Questa ricetta va preparata in anticipo ma si può programmare e forse anche surgelare il prodotto una volta cotto. Mi piace l’idea di utilizzarlo per farcire piadine e sandwick ma penso sia indicato da servire con un contorno di patate e cavolini di bruxelles per farne un piatto unico sostanzioso e pieno di gusto. Go vegan!

  3. Piatto interessante, in casa andiamo matti per le piadine quindi sicuramente da provare. Brava! 🙂

  4. Interessante questo “salame” 🙂

  5. grazie per la ricetta, da provare subito, ho 2 domande, 1) al posto dell’aceto, si può usare del succo di limone o di Lime? 2) Li fai cuocere dentro la pellicola o “ignudi” come si dice a Firenze?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti