Il cacao

cacao
Con queste nuove pubblicazioni andremo a parlare in maniera più approfondita, ma non esageratamente scientifica, di una lunga serie di alimenti che la Natura ci dona, imparando i loro benefici, le loro proprietà e alcune curiosità, in modo da renderci ancora più consapevoli della loro preziosità e di quanto sia meravigliosa la Terra e i suoi frutti. Il primo alimento trattato è il cacao. Pianta originaria dell’America meridionale (anche se oggi i più grandi produttori sono Ghana e Costa d’Avorio), appartiene alla famiglia delle Sterculiacee, albero sempreverde che può raggiungere anche i 10 metri di altezza; i semi di questa pianta si trovano all’interno dei frutti che essa produce. I semi sono ciò che consumiamo da sempre, ogni pianta dona circa 2 kg di semi e la loro resa è del 50% dopo le principali lavorazioni di fermentazione, essiccamento e tostatura. Chimicamente parlando il cacao è composto da circa il 3 % di acqua, come macronutrienti ha l’1,7 % di zuccheri, il 13,8% di grassi, e dal 19,6 % di proteine. I minerali presenti in grandi quantità sono: magnesio, potassio, calcio, fosforo, ferro, zinco, rame, manganese, selenio e sodio. Come vitamine invece abbiamo B1, B2, B3, B5, B6, vitamina K e J. Il cacao è una vera miniera di aminoacidi: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina. Una vera miniera di benessere per il nostro organismo.

Curiosità:
Perché il cacao è così importante per noi a livello energetico e mentale? Perché la teobromina (alcaloide) presente nel cacao insieme a caffeina e teofillina, stimola il nostro sistema nervoso centrale fornendo così un’azione di broncodilatatore, diuretico e cardiotonico. La teobromina ha una struttura chimica simile alla caffeina (presente in minori quantità). Perché il cacao ci consola o ci dà il buonumore!? Fra gli amminoacidi che esso contiene c’è il triptofano, amminoacido essenziale che il nostro organismo non sintetizza, ma deve essere introdotto con l’alimentazione. Esso è molto importante perché è il precursore della serotonina, l’ormone del buonumore. La sua presenza spiega come il cacao, e il cioccolato fondente in genere, siano divenuti famosi come antidepressivi naturali o come stimolanti del buonumore. Cuore di cioccolato!? Sì, non solo in amore, ma il binomio ha anche un aspetto scientifico: i flavonoidi contenuti nel cioccolato sono dei preziosissimi alleati della salute cardiovascolare, regolando la vasodilatazione, l’eliminazione del colesterolo “cattivo” e la tendenza alla formazione di coaguli. Va ricordato che i principi del cacao sono presenti nel cioccolato fondente, nelle fave tostate, o nel cacao crudo, in quello che viene comunemente detto cioccolato “amaro” insomma, mentre in altre lavorazioni più dolci la concentrazione di effetti benefici diminuisce di molto. Per concludere, non negatevi un po’ di cacao o cioccolato, non guardatelo come un nemico: fin dai tempi degli Inca infatti è stato usato e considerato un alimento preziosissimo, come ogni dono che la Terra ci dà.

1 Punto2 Punti3 Punti4 Punti5 Punti (No Ratings Yet)
Loading...
  1. Buona idea. molto interessante

  2. Luca… ti adoro…!
    L’idea di inserire queste chicche preziose è meravigliosa… 🙂
    Molti segreti sul cacao non li conoscevo, ad es: le Vit gruppo B…
    La Terra è generosa e i doni che ci fa sono sempre un’incanto per me…
    Grazie per aver deciso di condividere con tutti noi il tuo sapere… si percepisce l’amore e la sensibilità che nutri verso tutto ciò che è vita… 🙂
    Felice pomeriggio! 😉

  3. Sono una cacaodipendente adesso ho mi sento la coscienza più pulita!!! Grazie 1000 Luca!

  4. Grazie mille, ma i vostri complimenti assieme ai miei infiniti ringraziamenti vanno rivolti allo staff di VB che mi ha permesso di fare questa iniziativa

    se volete che “tratto” qualche alimento particolare che vi viene in mente , ogni proposta verrà esaudita (nei limiti delle mie conoscenze)

    bless and love!

  5. Iniziativa interessante! ?
    Molti complimenti, Luca ?

  6. Che bello approfondire alimenti,specialmente quelli meno conosciuti.

  7. @Luca:
    Certo sono d’accordo… 😉
    Un grazie speciale anche allo staff di VB,sempre presenti e disponibili… 🙂

    Benebene… mi viene in mente proprio la zucca, regina in questo periodo sulle nostre tavole (almeno sulla mia 🙂 )
    conosco perfettamente i suoi benefeci sul nostro organismo, non sono mai riuscita a tostare a modo i semi invece 🙄
    Vanno lavati e asciugati prima di essere tostati?
    si bruciano sempre.
    E la buccia, tra l’altro trovo deliziosa, si mangia, non si mangia? Tante ne ho sentite…

    Grazie ancora Luca…
    Felice Venerdì! 🙂

  8. Grazie Luca, è un contributo di alto valore! bless and love

  9. ok allora il prossimo lo preparerò sulla zucca

    bless and love!

  10. @Luca:
    Grazie! 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti