Ciambella senza farina

10502532_10202378747050600_391979598916327754_n
Ingredienti:
400 g circa di carote
150 g circa di farina di cocco
150 g di zucchero di canna grezzo
100 g di fecola di patate
500 ml circa di latte vegetale
1 bustina di polvere lievitante vanigliata
1 pizzico di cannella
1 pizzico di sale
olio di semi qb

Procedimento:
Tritare le carote. Sciogliere la fecola in un bicchiere di latte vegetale (io ho utilizzato quello di avena privo di zuccheri aggiunti) ed aggiungere tutti gli ingredienti rimanenti. Mischiare bene il composto fino ad ottenere una consistenza umida, ma non liquida perchè in cottura le carote tenderanno comunque a rimanere morbide al centro. Consiglio infatti di aggiungere il latte man mano, fino ad ottenere la consistenza desiderata. Versare il tutto in uno stampo, avendo l’accortezza di oliarlo un pò per evitare che si attacchi in cottura alla teglia, e compattare il composto con le mani. Infornare a 180° per 40 min.

  1. Mamma mia che delizia! Sembra super invitante 😀 in questi giorni mi state viziando con i dolci alle carote, che io amo allo sproposito! Complimenti 😀

  2. Caspitaaaa posso averne una fetta bella grande? Complimenti sembra squisita! 😀

  3. mmmmmmhh sembra buonissima, mi piacerebbe provarla col latte di mandorle che con le carote ci sta benissimo.. brava!

  4. Complimenti, ricetta fantastica!
    Una domanda: si può mettere la farina di riso al posto della fecola di patate?
    Complimentissimi ancora!

  5. Ottima per l’abbronzatura!! 😀

  6. Mi piace troppo questa torta 😀 !!! E’ proprio particlare ed ha un colore bellissimo, così solare … 🙂
    Bravissima 😉 😉 😉 .

  7. Mi piaceeeeeeeeee 😉

  8. Questa torta trovo sia fantastica e credo proprio che la proverò mooolto presto!!! 😉 Bravissima!

  9. aurorabagnolet 2 luglio 2014, 20:44

    Superba…la faccio sicuramente, bravissima. Sono sbalordita!!!!!
    Complimenti!!!!!

  10. Ciao 🙂 ma all interno come rimane? Come una ciambella soffice oppure pastosa oppure sbriciolosa? Non riesco a immaginaria 🙂

  11. ….perché il lievito????

  12. Grazie a tutte per i complimenti 😀
    @Elisabetta la fecola l’ho utilizzata come legante, tipo come utilizzeresti un uovo. Potresti utilizzare allo stesso modo l’amido di mais.
    @Robi all’interno rimane soffice ed un tantino umida.
    @Famela il.lievito perché altrimenti sarebbe rimasta bassa. In cottura cresce.

  13. violadaprile 2 agosto 2014, 15:51

    Salve,volevo chiedere teglia rigida o in silicone,va unta?

  14. Buonissima, grazie!! Scappo in cucina a prepararla!!! Ho del latte di mandorla e metterò in pratica l’idea di DarmaSin 🙂

  15. Ciao, l’ho preparata ieri:buonissima!Una domanda:le carote vanno grattugiate grosse (julienne) o tritate fini?Io le ho prima fatte a julienne ma poi ho preferito tritare a lama (uso il robot).Comunque è piaciuta a tutti,grazie per questo bellissimo e sanissimo sito!

  16. Ciao @violadaprile! Perdonami se non ho mai risposto al tuo commento precedente ma non lo avevo letto. Guarda io non avendo un robot da cucina le ho grattuggiate a mano con la grattuggia, quindi risultavano piuttosto fini. Sono stra-felice che sia piaciuta a te e a tutti quelli che l’hanno assaggiata, grazie a te 😀

  17. Ciao,anche la seconda è piaciuta!Devo dire che con lo stampo in silicone sformarla è piu’ facile;inoltre è vero, bisogna dosare bene il latte vegetale affinchè non esca ne’ troppo bagnata ne’ asciutta,con la pratica la si perfeziona!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti