Mettete i vegetali nei vostri cannoni

Il titolo del disegno di oggi richiama quello di un brano italiano degli anni ’60 “Proposta (mettete dei fiori nei vostri cannoni)” del gruppo “I Giganti” :-P.
Ingredienti:

spinaci
pangrattato
carota
prezzemolo
fetta di limone e vegetali misti

Procedimento:
Con la carota ritagliata, la fetta di limone, il prezzemolo ed i vegetali misti (certi cotti e certi crudi) ho fatto il cannone. Con gli spinaci cotti e del pan grattato ho fatto l’altura.

Il punto:
Il significato del piatto però non è strettamente legato a quello del brano musicale. L’idea mi è venuta mentre leggevo una nota rivista di cucina capitatami fra le mani casualmente. Sfogliando le pagine, oltre a notare una prevalenza pazzesca di piatti crudeli, ho notato l’intenzione, da parte dei redattori, di mettere in primo piano i falsi benefici che comporta il consumo costante di determinati alimenti  nella vita delle persone. Sono rimasto allibito nel leggere certe affermazioni sui valori nutrizionali di alcuni prodotti, dannosi non solo per la salute dell’uomo, ma eticamente scorretti per una serie di lunghi motivi. Inoltre ho trovato ingiusto promuovere  modi di cottura e  condimenti impiegati per la maggioranza delle pietanze illustrate, per fare da esempio ed invogliare l’eventuale consumatore. Capisco, il lavoro è lavoro, e non bisgonerebbe mai “condannare” nessuno, ma il loro mestiere consiste nell’avere tra le mani un mezzo comunicativo. Se impostato male diventa sbagliato e pericoloso per il lettore ingenuo. Da qui ho ho avuto lo spunto per disegnare questo cannone contenente un messaggio/suggerimento rivolto alla gente che lavora dietro a particolari strumenti d’informazione…

  1. E’ stupendo e sono pienamente d’accordo con ciò che scrivi nel punto!
    BRAVO!

  2. caro Nello, hai mai pensato di fare delle magliette con le tue belle composizioni? Sarebbero insieme un manifesto e un’opera d’arte, In fondo sei un ARCIMBOLDO dei nostri giorni! Partendo da una bella foto penso non sarebbe difficile realizzarle ,io mi prenoto per l’acquisto : )

  3. che bello questo disegno!varrebbe anche:mettete dell’erba nei vostri cannoni?é naturale anche quel tipo di erba.ahahah….comunque nello,era molto bello come messaggio anche il testo di quella canzone contro la guerra.bella la tua reinterpretazione.chissá che qualcuno di quei personaggi da te citati legga veganblog….ciao

  4. @ Sauro: grazie mille caro Sauro 😀

    @ Dida: ti ringrazio Dida. Sono contento che tu concorda con quanto ho espresso sopra. Ti abbraccio 😛

    @ Diana: il mio sogno nel cassetto è quello di poter utilizzare le mie foto (o i miei piatti) per un qualche progetto editoriale (libri, cartelli, ma anche magliette, ecc. ecc.) a scopo benefico. Molte associazioni animaliste necessitano di aiuti economici, gli stessi canili e gattili sparsi in Italia e all’estero lamentano situazioni di sostegni finanziari troppo esigui. Ecco, questo è a cosa penso… Ti ringrazio per i complimentic ara Diana, un abbraccio 😛

    @ ValentinaC: questa canzone, che sembra così lontana, in realtà è un inno alla pace che non ha tempo. I ragazzi citati nei versi sono lo specchio di quella gioventù italiana che aveva le idee ben chiare nonostante gli stenti, i disagi e le difficoltà. Rappresenta quella convinzione e quella determinazione tipica dei ragazzi dell’epoca che purtroppo oggi non c’è più. E dico purtroppo con molto rammarico perché i giovani d’oggi, a differenza di quelli di cinquant’anni fa, sembrano non esistere… Ciao Vale, un abbraccio 😛

    “…sono un pittore che non vende quadri
    dipingo soltanto l’amore che vedo…”

    Buona serata a tutti 😉

  5. fantastico! Avercene di cannoni simili!

  6. Fantastico! Hai fatto pure la miccia 😀 😀
    Riguardo al punto: la disinformazione e i messaggi totalmente sbagliati che passano i giornali e anche tante trasmissioni di cucina (personalmente odio dal profondo quella della Parodi) sono veramente senza confini purtroppo. La verità comunque emerge (e secondo me emergerà sempre di più) grazie a internet che per ora credo sia l’unico mezzo di informazione dove (in certi ambiti) passano contenuti veritieri

  7. Hai ragione, Nello. In effetti anch’io fino a qualche anno fa brancolavo nel buio di ingredienti nocivi…e cotture sbagliate, per colpa di certi soloni impegnati a promuovere solo la solita nicchia (vedi per esempio il latte di mucca e i formaggi tanto spinti per contrastare l’osteoporosi…cavolata, pare!!)…speriamo che veganblog svegli un po’ tante persone, visto che le ricette proposte e il sito è bello da vedere comunque! 😀

  8. Ah, SORRY, la tua opera è bellissima!!! Indovina cosa adoro in particolare? 😀

  9. @ Catmat: grazie cara Serena, un abbraccio 😛

    @ Gala: mi unisco alla tua riflessione. Personalmente devo ringraziare la rete se ho aperto gli occhi di fronte a certe realtà che ignoravo totalmente prima che diventassi vegano. Oggi come oggi, al di là del discorso alimentazione, preferisco questo mezzo per informarmi e tenermi aggiornato. Giornali e televisione li ho messi un pò da parte. Ti ringrazio per i complimenti, un abbraccio 😛

    @ Terri: ringraziando al cielo, il mondo vegan tende ad espandersi sempre di più. Quindi è solo questione di tempo. La gente che ignora determinate verità perché non informata abbastanza, prima o poi apprenderà, e saprà distinguere il vero dal falso. Veganblog.it, come Promiseland.it, ed altre realtà che promuovono uno stile di vita cruelty free, rappresentano uno spazi molto importanti. Chi visita questi siti web e decide di approfondire i temi trattati all’interno, è inevitabile poi che non diventi vegetariano o vegan. Grazie per i complimenti cara Terri, un abbraccio 😛

    …buona serata a tutti 😉

  10. bellissimo ! bravo!

  11. @ Claudia: grazie tante. Un abbraccio 😛

    …buona serata a tutti 😉

  12. fantastico!!!

  13. Bellissimo! Sublime! Da maglietta…che dici?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti