Crostata alla frutta


Questa è stata la torta-regalo per il compleanno di un mio amico. E’ piaciuta tanto e stasera a tavola, mentre se la pappavano,  si meravigliavano come si potesse fare una crostata del genere senza uova e burro…
(se po fà, se po fà 😀 )
Ingredienti:
per la pasta frolla:
300g farina 0
80g zucchero di canna
80g olio di semi di girasole
2 cucchiaini rasi lievito per dolci
acqua calda q.b.
Per la crema pasticcera:
1/2 litro di latte di soia
60 gr. di farina 00
20 gr. di amido di grano
120 gr. di zucchero
essenza di limone
2 cucchiai colmi panna di soia
Per decorare:
fettine di peschenoci, kiwi, ananas, fragole
Procedimento:
Per la base:
Unite gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito) ed aggiungete poi quelli liquidi (olio, acqua). Impastate fino a formare una palla. Avvolgetela con della pellicola e tenetela in frigo per circa 30 minuti.
Trascorso il tempo, spianatela con il mattarello e posizionatela sul fondo di una teglia già immargarinata e infarinata. Modellate bene i bordi, facendoli un pò alti e punzecchiate con i rebbi di una forchetta la superficie della base.
Mettete in forno a cuocere a 180°C per circa 20-25 min. La pasta dovrà risultare dorata. Anche se quando la estrarrete dal forno vi sembrerà morbida, non siate tentati di farla cuocere ancora, vedrete che dopo 5 minuti diventerà più solida e croccante.

Per la crema pasticcera da preparare con un giorno di anticipo:

Dividete lo zucchero, metterne 60 gr. in una pentola e gli altri 60 gr. in un altro recipiente.  Nella pentola mettete il latte di soia, quindi insieme allo zucchero e portate ad ebollizione. Nel recipiente insieme allo zucchero mescolate tutti gli altri ingredienti secchi. Quando il latte sta per bollire, prelevatene un mestolo ed aggiungetelo alla miscela di ingredienti secchi, mescolate finchè tutto sia liscio, senza grumi. Aggiungete l’essenza di limone e rovesciate il tutto dentro la pentola mentre il latte di soia sta bollendo. Con estrema velocità ed energia mescolate con un cucchiaio di legno, il tutto si addensa subito, mantenere sul fuoco altri 2 -3 min. poi spegnete ma continuate a mescolare ancora qualche minuto. Trasferite la crema ancora calda in un recipiente capiente. Il giorno dopo avrete una crema abbastanza dura, diventerà morbida e di ottima consistenza per farcire la crostata quando la frullerete con i due cucchiai di panna di soia. In mancanza di questa provate con due o tre cucchiai di latte. (anche se con la panna secondo me è più buona).

Dopo aver steso la crema  sulla base della crostata in maniera uniforme, decorate con la frutta, disponendola come più vi piace. Sopra questa potete stendere con un pennello della gelatina veg per dolci, fatta facendo sciogliere e bollire per un minuto mezzo cucchiaino di agar agar in 200 ml di acqua e qualche cucchiaio di succo d’agave.


Veramente buona e fresca 🙂

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle (Nessuna valutazione)
Loading...
  1. sei unica concita! 😀
    è una bellezza per gli occhi, immagino sia stata una bellissima sorpresa per il festeggiato!
    slurp… fa una gola!!!!

  2. E’ perfetta. Sicuramente buonissima.

  3. se pò fa se pò fa :mrgreen:

    e poi tu, con le tue manine fatate, faresti anche l’impossibile 😉

    tanti auguri al tuo amico 😀

    …questo tuo crostatone colorato e fresco mi ha fatto iniziare la settimana col verso giusto 😛

    (mi aspetteranno due settimane di fuoco 🙁 e non solo per le temperature 🙁 )

    ciao Concita, grande come sempre!!! 😛

    buon inizio di settimana a te e a tutti 😉

    ps. che bella la foto iniziale!!!! 😀

  4. Perfetta..davvero…guarda Concy, la seconda colazione la farei volentieri!

  5. Meglio della Più Alta Pasticceria….!!!!

  6. CONCY ! ti adoro! 😀 nn sai quanto sono felice di aver scoperto di poter fare ancora la mia dolce crostata alla frutta in versione veg! e qst grazie a te! 🙂 🙂 la crostata alla frutta è sempre stata il mio forte , e sempre richiesta e adorata da tutti (addirittura il mio ragazzo, che non ama i dolci, ne andava ghiotto) però ora , diventata vegetariana (e si puo dire quasi vegana in casa ) non so da dove iniziare per tornare sui miei passi da buona dolciaria (veg!) ora lo so , e ti ringrazio tanto !! 🙂 sei mitica concy!

  7. Fantastica!!!!!! Incredibile, anch’io sto per postare la ricetta delle due torte di compleanno che ho preparato per mio marito! E una è proprio di frutta!!! Ma non bella come la tua, eh! 😉

  8. Cara Conci, è stupenda come sempre. Vorrei provare la crema omettendo la panna di soia..dici che perderà molto? Un abbraccione, Anna

  9. wow ma oggi è giornata di torte da sogno!!!
    sigh anche se la rifacessi non mi verrebbe mai così perfetta :'(
    però ho deciso che per il compleanno di mio fratello proverò a stupire i parenti di giù facendo una torta come questa 🙂

  10. Wowowowowowowowow ! Che magnifica torta !!!

  11. DIVINA!!!!!!!!!! Adoro la crostat di frutta!!!!!!! Prima di essere Vegan non mangiavo mai i dolci, ora li apprezzo molto di più, anche se prima di tutto al mio posto numero 1 resta il PANE 😉

  12. Chiaralascura 19 luglio 2010, 12:47

    Sei un mito

  13. Se po’ fà… e allora famola!!! Certo che non faccio in tempo a tradurne una salata che già ne sforni un’altra dolce! Mi dovrò rassegnare, partire dalla tua prima ricetta e cominciare a rifarle in ordine di pubblicazione, in maniera sistematica e pragmatica!!! Così sono sicura che non ne perdo neanche una! 🙂

  14. Ci lasci sempre a bocca aperta….ed ognuno di noi, sono certa, desidererebbe che ci cascasse dentro qualcosa preparata dalle tue manine sante…come per esempio una fetta di questa fantastica crostata… ma quanta ne sai!!!????!!!!????!!!!????

  15. ….che bella…. :O

  16. Stupenda come sempre!

  17. Concita, sei sempre perfetta!!! Altro che ristorante, secondo me dovresti fare la consulente dei ristoranti più fighi, così il tuo sapere si potrebbe “spargere” di più, che non in un solo ristorante!!!
    Per quelli che hanno timore di disporre la frutta sopra la crostata in modo meno stupendo, vi dò un consiglio (sperimentazione personale di una un pò pasticciona): fate questa bella torta sostituendo alla frutta dei fichi: fichi non grossissimi, tagliati a metà, e disposti con la parte aperta verso l’alto ma un pò in piedi, a corone concentriche. Eventuali imperfezioni non si vedranno e la spennellata con la gelatina contribuirà a fare la torta bella bella!
    Eterna ammirazione per la nostra concita!

  18. C A P O L A V O R O! 100 e lode. 😉

  19. Grazie mille, che bello leggere i vostri commenti, soprattutto dopo una giornata piena di lavoro, sono ricaricanti 😀
    Vi ringrazio cari amici 🙂
    maktuub, si il festeggiato era proprio contento 🙂 ed apprezzato dicedomi che era buonissima oltre che bella 🙂 (ero contenta )
    grazie Felicia, un complimento da te che sei cuoca… grazie! 🙂
    Nellino, grazie! spero che la tua giornata di fuoco sia andata bene 🙂
    Francesca, Flavia, grazie mille! 🙂
    Noemi, sei una ragazza molto dolce, sono contenta di averti aiutato in qualche modo 🙂
    Grazie mille Elettra 🙂
    Gemma anche a me piace tanto il pane… anche se qui a Milano non lo mangio più (non mi piace) ma ora che andrò giù in Sicilia… mmmhhh mio padre va a prendermi quello sfornato dal forno a pietra, come il pane di una volta, con quel buon profumo… tutta un’altra storia! 🙂
    Grazie Chiaralascura 🙂

    Anto, ma che dici, le tue creazioni sono sempre belle… grazie per i complimenti 🙂
    Neofrieda, si, tranquilla, prima mettevo sempre dei cucchiai di latte di soia al posto della panna ed era buona, poi un giorno ho voluto provare con la panna di soia e la crema mi sembrava come più corposa al palato… ma due cucchiai in 1/2 litro di crema non fanno una differenza pazzesca, noi ce ne accorgiamo perchè ormai, mangiando solo cose genuine e molte volte poco condite, abbiamo il palato fine (come mi dice mia madre 😀 ) vai tranquilla quindi aggiungendo poco latte di soia 😉
    Argie, ti ringrazio, ma sono sicura che ci riesci, anch’io molte volte penso…. ssshhh! non ce la faro mai! ma poi lo desidero così tanto che la passione mi prende, s’impone e mi fa riuscire. Quindi forza! 🙂
    Pizzapie, 😳 mi fai arrossire, grazie per il tuo commento!
    Grazie Fedemela, ma io imparo tanto anche da voi, credimi! 🙂
    Grazie LLibre, Mirko, Xuxa Isabella (grazie per il tuo consiglio 🙂 )
    Un bacio grande a tutti voi 🙂

  20. Mamma mia Concita!Che bellezza e si vede tutto l’amore e la bontà che c’é dietro!!Tu fai vedere come sia bello essere Vegan!Bravissima!

  21. Marò che meraviglia..

  22. s u p e r l a t i v a ^^

  23. CONCI, è una delizia per gli occhi e già questo basterebbe!!! E lo è pure per il palato!!!! Che dire? No, meglio che non aggiunga nulla…le parole rovinano!!

  24. Fortunato il tuo amico! 🙂

  25. SPETTACOLAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

  26. Cara Concita,
    ho trovato per caso la tua ricetta…non perchè sia (ancora) veg ma perchè a casa ne abbiamo di tutti i colori… allergie gravissime al latte e uova ed a tutte le carni che contengono le loro proteine!
    Quindi è una settimana che sto studiando questo blog per poter fare una torta di compleanno per mio figlio di 3 anni e devo dire che il risultato è eccellente!
    Mio figlio al settimo cielo ed io super felice perchè per una volta ha avuto una torta davvero bella e buona!
    tutto grazie a teeeeeeee!
    A questo punto, nel ringraziarti davvero tanto ti lascio con le parole di mio figlio ad un suo compagno di nido:
    il compagno dice: “ma perchè non bevi latte di mucca?”
    e mio figlio: “perchè il latte di mucca è solo per i vitelli!”
    grazie, grazie, grazie
    Alice_e

  27. Cara Concita,
    sei sempre nei miei pensieri culinari, quindi ti scrivo per chiederti un consiglio, tu fai questa pasta frolla come base per la tua crostata, e quindi la farò anch’io 😆 ma vorrei sapere il diametro della tua tortiera, devo comprarne una a cerniera, per fare anche altri dolci (come la torta magnifica di Azabel, quella col tofu e i lamponi e il cioccolato) ma vorrei riuscire a prenderne una sola e del diametro giusto! E pensare che ne avevo due e le ho regalate sull’onda dell’entusiasmo del silicone!! Gli stampi di silicone li trovo molto pratici, ma per togliere certe torte i miei hanno i bordi troppo alti e si rompe tutto. Inoltre il centro della pasta non si cuoce mai bene, credevo fosse il forno nuovo, ma oramai ce l’ho da dicembre… Insomma mi devo rassegnare a comprare uno stampo a cerniera!!! Si, ma di che diametro per averlo come quello della Grande Maestra Concita??? :mrgreen:
    Buona domenica 😛

  28. IO la mangio solo cn gli occhi

  29. Ciao Concita!la tua non è cucina… è magia! 🙂 complimenti vivissimi!!proverò presto anche la tua storica mozzarella!

  30. Ciao Concita complimenti per la torta, è bellissima!!e immagino anche buonissima 🙂 Mi piacerebbe provare a farne una simile per il compleanno del mio ragazzo..secondo te, posso mettere al posto dell’essenza di limone del succo di limone o la buccia grattuggiata?grazie mille e ancora complimenti!!sei un’ottima cuoca 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti