Pasta al finocchietto selvatico

Ciao, sono Kae e questa pasta al finocchietto selvatico è la mia prima ricetta. Ho cercato un modo per utilizzare il finocchietto comprato al mercato ma, a parte le laboriose polpettine che preparava mia mamma, non conosco altre ricette. L’unica che mi hanno proposto tutti è stata la pasta alla palermitana, così l’ho cercata in internet. La ricetta originale purtroppo ha di base la povera acciuga e in molte delle innumerevoli versioni anche l’uva passa e lo zafferano però l’uvetta non piace a tutti e lo zafferano non mi ispirava. Così ho proposto questa mia versione:

Ingredienti (per 4 persone):
500 g di penne rigate
1 piccolo mazzetto di finocchietto selvatico
1 manciata di pinoli
qualche oliva
pangrattato
1 cucchiaio di lievito alimentare
olio evo
sale, pepe qb

Procedimento:
Non serve un mazzo abbondante di finocchietto perchè ha un sapore forte e scottandolo nell’acqua per la pasta anche le penne assorbiranno l’aroma. Infatti inizialmente avevo scelto la quantità per 2persone ma subito dopo averla buttata nella pentola si sono aggiunte 2 mie coinquiline e devo dire che è stata la quantità perfetta per 4. Eliminare la parte più dura del finocchietto e farlo cuocere per 4 minuti nell’acqua in cui si verserà la pasta. Dopo il tempo prestabilito toglierlo dalla pentola e buttare la pasta. Affettare il finocchietto in modo sottile e le olive grossolanamente. In una padella saltare gli ingredienti (finocchietto, pinoli, olive) fino a quando i pinoli saranno coloriti e stando attenti a non bruciare le olive. Pepare a piacere. Nel frattempo in un altro padellino dorare il pangrattato con 1 cucchiaio di lievito. Una volta scolata la pasta aggiungere il condimento e il pangrattato, mescolare e impiattare! E’ un piatto facile e veloce da preparare, e posso assicurarvi che i 500 g di pasta sono finiti immediatamente!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle (Nessuna valutazione)
Loading...
  1. Mi associo al saluto di Paola…
    🙂

  2. è veramente invitante…e secondo me hai fatto bene a evitare l’uva passa!
    che fame mo ho voglia di pasta!

  3. Grazie a tutti! 🙂
    Che bello vedere una mia ricetta pubblicata in questo bellissimo blog!

  4. Grandiosa un altra giovanissima e brava cuoca, ciao Kae e benvenuttissima 🙂
    Paola bentornata, Ti hanno liberato? Scusa Kae ma io e Paoletta ci sentiamo spesso e quando non la sento mi preoccupo!

  5. benvenuta kae, e con che ricetta! io davvero non so più che fare, ogni volta che apro veganblog mi escono gli occhi fuori dalle orbite per la fame che mi fate venire… eheheh!

  6. Ciao Kae! Benvenuta!

  7. Ciao Chicchina!!! Quando ho qualche minuto libero mi collego!!! Pensa un pò se il mio datore di lavoro entra nel nostro blog!!!!

  8. Sei licenziata in tronco 🙂

  9. Benvenuta!!! questa pasta m’ispira troppo troppo tropppo………non avendo il finocchietto selvatico, posso provare con le barbine di finocchio, secondo te??? cmq io l’uvetta la metto: m,i piace tanto..

  10. Grandissima pasta…e posso ben dirlo visto che l’ho mangiata!!! 🙂

    Unico appunto: Kae non è + giovanissima… 😛

  11. @ Chicca66: Certo, ti concedo di chattare con Paola! Il benvenuto e soprattutto l’aggettivo prima di cuoca mi hanno convinto! Eheh
    @Civiola: e non dirlo a me, ogni volta che inizio a spulciare questo blog mi viene da piangere! Soprattutto per le ricette dei dolci! Io sono golosissima ma ho il terrore di combinare disastri tentando di preparare dessert, quindi mi accontento di guardare le foto sbavando!
    @Loira: Ciao, grazie del benvenuto! 🙂
    @Francesca: purtroppo non è la stessa cosa! Le barbine del finocchio non sanno di nulla, il finocchietto invece ha un sapore pieno.

  12. Ciao Kae Benvenuta!
    Non ho mai mangiato il finocchietto selvatico, se mi capita in casa prverò la tua ricetta.

  13. ciao kae! adoro le i piatti poco pasticciati e questa pasta si sposa perfettamente con i miei gusti!

  14. Ciao Kae Benvenuta..anche io come Molly non ho mai mangiato il finocchietto selvatico..da provare!!!! 😀

  15. eheh kae, per i dolci ho anche io una vera passione. non sono una gran cuoca, ma li preparo lo stesso, perché anche se alle volte faccio un sacco di danno, e vengon fuori cose del tutto diverse dalle foto postate, me li mangio lo stesso 🙂
    come resistere?!

  16. Ciao !!! Ben arrivata….!
    Ricetta utilissima.. Noi qui ( @ Luca: c’e’ anche questo qui !!! 🙂 )abbiamo del finocchietto selvatico.. ma mi sono sempre chiesta come gustarlo!!!..
    Ricetta per me assai gustosa…
    Inoltre anche la foto fa del piatto qualcosa di di particolare.. lo trovo invitante.. e aromatico.. a vista!!!
    🙂
    Buona Cucina dolcezza!!!
    Renata

  17. Che coincidenza! Giusto ieri sono andata in campagna, e ho tagliato un po’ di finocchieto, pensando a come avrei potuto utilizzarlo, a parte per le olive o come aroma, ed ecco qua la risposta! Grazie e benvenuta!!!

  18. Fantastico! Questa ricetta capita a fagiolo: ho un cespuglione enorme di finocchietto selvatico di fronte a casa mia (in campagna), che emana un profumino invitante… stavo pensando proprio ieri di fare la tipica pasta con le sarde, ma senza sarde 😀

    Pero’ non so se mettero’ l’uvetta, non mi convinceva nemmeno quando ero onnivora, sulla pasta con le sarde…

  19. Più guardo il piatto, più leggo gli ingredienti e più piu sembra che questa pasta sia perfetta per il mio palato!!
    🙂
    Altre perle?
    🙂
    Abbracci!

  20. Sono stata un pò lontana dalla rete ma ho già pronte tre foto di piatti! 🙂

  21. ciao a tutti….
    vi consiglio il pesto di finocchietto selvatico….
    fresco, veloce e ricchissimo di proprietà tutte integre dato che non c’e’ cottura…..ottimo anche su patate bollite in insalata…

  22. ma il lievito alimentare??? Cosa ne fai?

  23. Il lievito alimentare in scaglie è lievito devitalizzato (quindi non gonfia) e può essere utilizzato al posto del parmigiano, o comunque come insaporitore sulla pasta, nelle zuppe, nelle insalate… un po’ dove vuoi tu! 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti