tartellette gelato

se siete alla ricerca di un dolce goloso, sano e fresco .. Siete nel posto giusto.
In via sperimentale alcuni giorni fà ho provato ad abbinare la base del mio frollino perfetto a una crema che resistesse al congelatore non diventando ghiacciata ma conservando la sua consistenza cremosa; a questo scopo la pasticcera vegana non è l’ideale.

Ingredienti per la base biscotto (circa 12 pezzi diametro 6 cm):

200 g di farina semi integrale
1 cucchiaio di zucchero di canna integrale
30 g di olio di girasole spremitura a freddo
un pizzico di bicarbonato
latte vegetale di riso (o anche semplice acqua)

Ingredienti per la crema:

80 g di anacardi ammollati da qualche ora
4/5 datteri denocciolati
qualche cucchiaio di latte di cocco o altro latte vegetale
un pizzico di vaniglia in polvere (opzionale)

Procedimento:
In una terrina unire la farina, lo zucchero, il bicarbonato, l’olio e impastare per distribuire bene quest’ultimo, unire il latte vegetale poco alla volta, quanto basta (circa 80 g) per avere un risultato compatto e ben manipolabile : una frolla.

Lasciare riposare coperto una ventina di minuti (questo passaggio non è indispensabile ma fortemente consigliato).

Preparare la crema: frullare gli anacardi, i datteri, la vaniglia unendo poco per volta il latte di cocco. Dovrete ottenere una crema morbida, compatta e goduriosa… A me ricorda il mascarpone per fare un parallelo onnivoro, ma essendo più di dieci anni che non ne mangio il mio ricordo potrebbe essere poco veritiero. Assaggiate e valutate se è il caso di aggiungere un altro dattero o il vostro dolcificante scelto. Lo strumento ideale per ottenerla per me è il mixer, ma credo che anche un frullatore a immersione possa cavarsela.

Stendere l’impasto a circa un centimetro e mezzo, e tagliare dei cerchi che disporremo in pirottini.
Per accogliere la crema è necessario ci sia un bordo, un disco di pasta non è sufficiente.
Cuocere a 180°C per circa 12- 15 minuti.

Quando l’involucro di pasta sarà freddo inserire la crema e porre in congelatore per un paio d’ore.

Per averli della consistenza perfetta all’assaggio basta tirarli fuori 5 minuti prima dal freezer, il tempo che venga su il caffè dalla moka!

  1. Ghiotte tartellette, fresche ed estive 🙂

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti