Tarallucci al grano saraceno

Tarallucci al grano saraceno Da brava salentina, ecco a voi una ricetta dei fantastici tarallucci pugliesi !
Ho utilizzato la farina di grano saraceno perchè la trovo molto saporita e digeribile, ma va bene qualsiasi tipo di farina 😀

Ingredienti (40 p.z circa):

• 130g Farina di Grano Saraceno • 140g di Farina 2
• 110g di Vino Bianco • 70g di Olio extra Vergine di Oliva• • 5g di Sale

Procedimento:

uniscono prima tutti i liquidi e mescolo bene, poi aggiungo il sale e le farine. Mescolo bene, creo una bella palla omogenea e lascio riposare l’impasto per mezz’ora avvolto in pellicola da cucina. passato il tempo necessario è il momento di dare forma ai taralli, io ho fatto dei cordoncini dal diametro poco più piccolo di un mignolo ed una lunghezza superiore al mignolo, ma in ogni caso qualsiasi dimensione andrà bene, si unisce il cordoncino
a meno di mezzo centimetro delle due estremità e si ottiene la classica forma dei taralli!

In una pentola capiente porto dell’acqua ad ebollizione ed immergo i taralli per meno di un minuto, mettendoli su un panno con una schiumarola. Il segreto per far venire dei taralli friabili sta proprio nel bollirli prima della cottura e lasciarli asciugare per almeno 5h prima di metterli in forno!

atteso il tempo di asciugatura, I taralli sono quasi pronti!

adagio i taralli su una teglia, con carta forno  e cuocio in forno per circa 20 minuti a forno ventilato 190º.

  1. Quasi sento il loro profumo ottima ricetta

  2. Che bello il tarallo così rustico!!!
    🙂

  3. Gian Maria Cavalieri 14 Dicembre 2019, 20:34

    Bellissimo aspetto, sicuramente buoni al palato e semplici da fare. Grazie per la ricetta.

  4. Waw che bontà… bella idea

  5. Il mio snack preferito! Li compro spesso ma non ho mai pensato di farli a casa!

  6. Il tarallo da sempre rappresenta lo snack vegan per natura !
    Li adoro aromatizzati nella maniera più diversa !

  7. Che bella ricetta, ottima idea! 😊

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti