Tagliatelle rustiche ai funghi e semi oleosi

Tagliatelle rustiche ai funghi e semi oleosi Vi propongo queste tagliatelle con mix di farine. Unica cosa che mi permetto di suggerire è mettere anche 1 solo cucchiaio di farina di soia, che serve per legare meglio e si sostituisce l’uovo. Un piatto tradizionale e autunnale che può far felice chi può assaggiarlo .

Oh, finalmente qualcosa di tradizionale! Vi propongo queste tagliatelle con mix di farine. Non c’è alcun bisogno di fare la coppia esatta di queste, usate tranquillamente le farine che vi piacciono e in proporzioni che volete. Unica cosa che mi permetto di suggerire è mettere anche 1 solo cucchiaio di farina di soia, che serve per legare meglio e si sostituisce l’uovo. Il resto sta a voi. Tagliatelle rustiche ai funghi e semi oleosi

Ingredienti tagliatelle:

semola  rimacinata senatore cappelli bio
farina T1 bio
farina integrale di miglio bruno bio
farina di soia bio
olio evo
acqua qb
La farina di miglio bruno integrale è molto grezza e leggermente amara. A me piace tantissimo, la uso molto nelle piadine e nel pane indiano.

Ingredienti condimento:

pleurotus
portobello
chamignon color crema
aglio
sale e pepe
olio evo
prezzemolo fresco
semi di papavero
semi di lino

Procedimento:

Mescolate le farine in percentuale che preferite, ricordando che: la farina di miglio deve essere in minor quantità e di farina di soia basta un cucchiaio, giusto per legare tutto insieme. Il resto potete fare come volete, anche naturalmente scegliendo le altre farine.. Olio serve per dare elasticità all’impasto, basta poco. Regolatevi chiaramente a secondo quante tagliatelle volete preparare. Impastate tutto creando un panetto molto sodo. Lasciatelo a riposare avvolto nella pellicola. Poi stendete la pasta. Io ho usato la macchinetta, ci si metto pochissimo e poi sempre con la macchinetta ritagliate le tagliatelle. Spolverate bene con la semola e lasciate asciugare.

Preparate il condimento tagliando i funghi a striscioline. In una padella mettete aglio e olio evo e iniziate a soffriggere. Unite i funghi, salate e pepate e continuate una vivace cottura. Quando i funghi sono pronti, spolverateli con prezzemolo fresco. Portate a bollore acqua e cuocete la pasta. Ci vuole pochissimo. Unitela ai funghi, saltate brevemente con il condimento e impiattate. In ultimo macinate con macina spezie semi di papavero e lino e spolverate generosamente.

Note:

Semi di lino

ricchissimi di omega-3, di ferro e di fosforo e di fibre devono essere macinati, perchè sono gastroresistenti! Il nostro organismo li elimina senza assimilare tutte quelle meravigliose proprietà. In pratica, come entrano così escono.. ;-

Semi di papavero:
Ricchissimi di ferro, calcio, magnesio, potassio,rame,selenio, fosforo manganese,proteine, vitamine di gruppo B, vitamina E, omega-6… Macinateli con semi di lino e usateli dopo la cottura della pasta a crudo.

  1. Un piatto della tradizione ricreato con varianti molto interessanti!
    Stupendi come sempre gli scatti nel loro insieme!
    Io non ho mai usato l’aghiu Ta di farina di soia per legare di più impartì di acqua e farina , davvero migliora la consistenza ?
    Grazie

  2. Un piatto semplice, salutare e dall’intenso profumo di bosco!

  3. Secondo me Renata migliora la consistenza. Prima con la macchina per pasta avevo qualche problema a stenderla, ma con la farina di soia mi trovo meglio. Certo, molto dipende anche dalle altre farine nell’impasto. Uso trucchetto di soia anche per impasti lievitati. Funziona. Grazie ad entrambe per i commenti.

  4. Beh, se andiamo sulle tagliatelle ai funghi, io ci sono !!!!!!
    🙂

  5. Buone le tagliatelle ai funghi!!! Una leccornia 🙂

  6. Sauro e Different, sì, un classico, a me piace cospargeli con i semi che oltre a fare bene a noi, sono anche buoni. Naturalmente sono opzionali.

  7. Che meraviglia questo piatto! Devo ammettere che casco sempre nella comodità di usare le tagliatelle senza uovo del supermercato…immagino che la pasta fatta in casa porti il tutto ad un altro livello! L’accoppiata funghi + semi oleosi è una bomba di grassi buoni e proteine. Un piatto davvero ben bilanciato!

  8. Grazie Enrica, la pasta fatta in casa è una soddisfazione, ma a volte è comodo anche trovare un prodotto già fatto. Il tempo è quello che è.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti