Salsa Chimichurri

Una salsa argentina che di solito fa da accompagnamento a piatti crudeli. Ma se la bistecca diventa di seitan…
8 Salsa Chimichurri
Ingredienti:
1 C di origano
1 c di peperoncino macinato (o paprika)
3 spicchi di aglio tritati
3 C di prezzemolo tritato
1 c di pepe nero macinato
4 chiodi di garofano
1 foglia di alloro
1/2 tazza di acqua
1/2 tazza di aceto (di vino o di mele)
1 tazza di olio di mais
sale qb
timo, semi di senape e semi di cumino (facoltativi)

Procedimento:
La salsa dovrebbe macerare qualche giorno per maturare prima dell’utilizzo, quindi sarà meglio prepararla con anticipo. Il procedimento è davvero semplice: in un barattolo di vetro unisci tutti gli ingredienti, chiudi e conserva in frigo, girando di tanto in tanto. Cospargi ogni porzione con una cucchiaiata abbondante di salsa Chimichurri e una spolverata di paprika dolce. Buon appetito! 🙂

Considerazioni:
Mi sono imbattuta nella salsa Chimichurri qualche tempo fa navigando tra siti vegan latino-americani; sembra sia una salsa tradizionale argentina per condire pietanze assolutamente crudeli, spesso cotte sulla brace. Insomma è l’ideale per condire bocconcini di soia o bistecchine di seitan alla piastra: il suo gusto molto aromatico e acidulo – grazie all’aceto – la rendono interessante anche per ravvivare piatti salati che tendono al “dolce” o verdure lesse.

  1. avevo pubblicato anche io la mia versione, empatia N

    bless and love!

  2. Ciao Luca, ho visto! Sorry 🙂 La versione qui sopra ha qualche ingrediente in più… me la lasci passare? 😀

  3. alla grande ma non era mica scritto con polemica o quant’altro anzi era scritto con esultanza e felicità, adoro il chimichurri mi hai ispirato

    bless and love!

  4. Caspita che leccornia!!! 😉 😉 😉
    Questa salsa accompagnerà divinamente il mio bollito vegan natalizio 😀 ! Ancora non lo ho né preparato né pubblicato ma ce l’ho tutto in testa eheh 😆 ! Credo che comunque sia strabuona anche sulle bruschette!!! 🙂
    Bravissima tata 😉

  5. E’ sempre piacere avere più versioni! Ognuno ci mette del suo,quindi secondo me,più ce ne sono meglio è.

  6. Già quando l’aveva presentata Luca mi ero praticamente sciolta di acquolina… Urge provarla!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti