Ragù di lenticchie

Ragù di lenticchie La pasta con ragù di lenticchie è un’alternativa vegana al classico ragù che tutti conosciamo bene. La preparazione è più o meno come quella del ragù di carne, sostituito però con le lenticchie che sono un’importantissima fonte di proteine, ferro e fibre. Se non avete mai provato il ragù di lenticchie vi consiglio di farlo accompagnandolo con la pasta, scegliere una pasta corta, un abbinamento sano e saporito che apprezzerete senza ombra di dubbio!

 

Ciao a tutti!

Negli anni ho sperimentato vari ragù vegetali: il classico col seitan (tritato grossolanamente), quello con la soia (magari l’okara di soia “scarto” della bevanda vegetale), quello con sole verdure, con affettati vegetali a cubetti.. Ma il migliore per me rimane quello con le lenticchie. E’ un must a prova di onnivoro!

Questo legume che non ha bisogno di ammollo cuoce in una mezz’ora scarsa (per le lenticchie decorticate anche molto meno.. circa 10 minuti), ha una granulometria gentile nè troppo grande ne troppo piccolo, dà consistenza e un sapore che si adatta splendidamente al soffritto e alla passata di pomodoro. Per i ragù bianchi (senza pomodoro) continuo a preferire l’okara di soia.

 

Ingredienti per circa 4-6 persone

( o come facciamo noi una pasta per due e due vasetti da congelare pronti in un lampo per un’altra occasione)

1 cipolla grande
1 carota grande
2 spicchi d’aglio
1 gambo piccolo di sedano
1 piccola ciotola di lenticchie secche (meglio se piccole)
mezzo bicchiere di vino rosso
1 bicchiere circa di passata di pomodoro oppure 2 bicchieri di pomodori a pezzi piccoli
sale, pepe, spezie desiderate (per me un classico è macis, peperoncino e rosmarino)
olio extravergine di oliva
vino rosso (mezzo bicchiere circa)

Procedimento:

In una padella versare un goccio d’olio e mettere a fiamma media a rosolare un trito di cipolla, aglio, carota e sedano (più o meno sottile secondo i gusti). Far soffriggere qualche minuto (per i contrari all’olio in cottura si può sempre ricorrere a semplice acqua e utilizzare l’olio a fine cottura direttamente prima di impiattare la pasta), aggiungere le lenticchie e farle amalgamare. Versare il vino e farlo evaporare quasi totalmente.

Ora non ci resta che aggiungere la polpa o il pomodoro fresco, sale, pepe, peperoncino, macis e un rametto di rosmarino che toglieremo a fine cottura. Mescolare un attimo, versare un pò d’acqua se necessario in modo da coprire le lenticchie, abbassare la fiamma al minimo e porre il coperchio sulla padella. Ora dovrà cuocere circa una ventina di minuti, ma ogni tanto diamo un’occhiata che l’intingolo rimanga abbastanza umido. Aggiustare di sale, pepe e quant’altro ci piaccia.

Se avete abbastanza tempo io consiglio di prepararlo in anticipo e farlo riposare, i sapori saranno molto più vividi.

Io di solito lo abbino alla pasta (anche le lasagne o cannelloni) magari con besciamella vegetale o parmigiano vegetale o ancora formaggio di anacardi, ma è ottimo anche abbinato a zucca/patate/batate al forno o lessate.

 

  1. Ciao Elisa, bella proposta… quasi quasi, per quanto mi riguarda, aggiungerei una leggera gratinati al forno…
    Che ne dici?
    :-)))))

  2. Io non metto mai l’aglio nei veg ragù 🙂 ma lo amo molto

  3. Sauro : per una pasta al forno è perfetta, a quel punto tocca anche mettere un pò di besciamella veg 🙂

    different : chi non ama l’aglio non lo mette, chi non mette la cipolla non la mette 🙂

  4. francesco basco 18 Novembre 2019, 13:46

    Un classico che poche persona usano per condire la pasta, ottima ricetta

  5. @elisa, proverò… solitamente utilizzo soia disidratata, mi piace molto.
    Considerando che a casa mangiano pasta al massimo mediamente 1-2 volte al mese , quando la prepariamo ci piace super condita !! Anche noi facciamo più quantità per poi surgelare la differenza ed averla pronta all’occorrenza .

  6. Buonissimo, uno dei miei condimenti preferiti in assoluto!

  7. Gian Maria Cavalieri 19 Novembre 2019, 10:40

    Il ragù di lenticchie è buonissimo. Noi lo facciamo senza aglio però e spesso lo usiamo per fare la lasagna, aggiungendoci la besciamella di riso.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti