Polenta pasticciata

Polenta pasticciata La polenta pasticciata al forno è un gustoso piatto a base di polenta, condita a strati come fosse una lasagna. E’ un piatto ricco e sostanzioso, oltre ad essere molto facile e veloce da preparare. E’ l’ideale per le giornate fredde per appagare palato e occhi. Si può preparare come l’ho preparata io, con le verze, ma anche con un sugo di pomodoro e piselli o un ragù vegan. Insomma un piatto gustoso, vario e versatile.

Finalmente dopo tanto tempo riesco a trovare il tempo per postare una ricetta, questo 2020 è cominciato in modo molto impegnativo per me. Questa ricetta la faceva sempre mia nonna in versione non vegan, e ricordo che quando vedevo gli ingredienti sul tavolo già mi cominciava l’acquolina. Ora al pensiero di qualcosa non vegan ovviamente non ho le stesse reazioni ma i ricordi sono una cosa bellissima che mi riempie il cuore.

Ingredienti: 
1 confezione di polenta
olio evo 2 cucchiai
sale
500 g di verza
1 cipolla
noci tritate
besciamella vegan

Procedimento:
Preparare la polenta come di abitudine, io nella mia di solito ci metto 1 cucchiaio di olio evo oltre al sale, mia madre ad esempio lo omette.

Quando la polenta è pronta mettere un foglio di pellicola domopak o di carta forno su una teglia metterci metà della polenta ed appiattire la polenta formando uno strato di circa 1 centimetro.

Ripetere il procedimento in un’altra teglia per poter avere due strati.

Nel frattempo mettere un cucchiaio di olio in una pentola ed uniamo la cipolla affettata. Lasciare imbiondire e poi metterci la verza. Cuocere per circa 15 minuti.

Quando tutto è pronto foderare di carta forno una teglia e metterci un “foglio” di polenta poi uno strato di verza, cospargere con le noci tritate ed infine uno strato di besciamella vegan.

Ripetere le operazioni per il secondo strato, infine infornare in forno ben caldo a 190° per circa 20 minuti. Mangiare ben calda.

Leggi altre notizie con:
  1. Che bella questa polenta a cui non si rinuncia mai

  2. Che bella questa polenta a cui non si rinuncia mai

  3. Che bonta!Poi con la verza che io adoro. Ottima idea per cambiare la polenta.

  4. Si, la polenta si può davvero inventare tanto in cucina. Io faccio la polenta “ incatenata”, ovvero la faccio cuocere nel minestrone di cavolo nero e fagioli e … risultato un piattino da leccarsi i baffi , proprio come il tuo !
    Brava !

  5. Sembra buonissima, complimenti!

  6. La polentaaa! mamma mia, la adoro! In tuti modi. Golosissimo questo metodo, brava Eliana!

  7. Polenta e verza: combo perfetto!
    Assolutamente da provare.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti