Colomba vegan con lievito

Ho usato questa ricetta più volte, è a prova di dilettante! 😀 Lo stampo per la colomba si trova in negozi specializzati in prodotti per pasticceria oppure, in questo periodo, anche nei supermercati. Buon divertimento!

Ingredienti:

500 g di farina di manitoba tipo 0
25 g di lievito di birra
300 g di acqua
150 g di malto di mais
100 g di olio di mais spremuto a freddo
100 g di mandorle tostate e tritate
2 arance (si utilizza la buccia grattuggiata e il succo, quindi è meglio se sono bio)
1 cucchiaio di pasta di nocciole (facoltativa)
5 g di sale
5 g di cannella
50 g di mandorle in scaglie

Procedimento:
Sciogliere 25 g di lievito in 300 g di acqua con 1 cucchiaio di farina. In un recipiente mettiamo tutti gli ingredienti asciutti: farina, sale, cannella, mandorle, più la buccia grattugiata di 2 arance. In un’altra ciotola vanno messi gli ingredienti liquidi: malto, olio di mais, succo d’arancia e la pasta di nocciole (facoltativa). Quindi si mescola il tutto molto bene. A questo punto si uniscono gli ingredienti asciutti con quelli liquidi, aggiungendo l’acqua con il lievito. Si lavora bene l’impasto 5 minuti e si lascia riposare per 1 ora circa, coperto con un canovaccio, in un ambiente caldo, più vicino possibile alla temperatura ideale, dai 18 ai 25°. Si versa l’impasto nella forma della colomba e si lascia riposare per 1 ora circa, sin quando l’impasto non raddoppia di volume. Bisogna fare molta attenzione nell’infornare la colomba perché specialmente con il lievito di birra c’è il rischio dell’effetto collasso, che rischia di sciupare tutto il lavoro. Il forno deve essere a 200° per 40 minuti circa. A metà cottura è consigliabile controllare se la parte superiore della colomba ha preso troppo colore: in questo caso porre sopra con molta cautela, un foglio di carta stagnola. A fine cottura spalmare con un pennellino la miscela di malto e acqua e distribuire sopra le scaglie di mandorla appena tostate.

Nota:
Ricetta a cura di Pasquale Boscarello, pubblicata su AAM Terranuova, Aprile 2007, pag. 16-17

  1. MMMMMMM che buona e che bella!Ho dovuto sostituire il malto con lo zucchero perchè non l’avevo e appena trovata la ricetta ho voluto provarla subito e non ho messo la pasta di nocciole facoltativa in quanto le nocciole non piacciono alla mia bambina più piccola.Ho ridotto in polvere parte delle mandorle con lo zucchero,l’ho cosparso sulle colombe sopra alle mandorle in scaglie,ho spruzzato un po’ d’acque e via in forno……sembrano uscite dalle mani di un professionista!!!! Grazie,grazie,grazie.La mia piccina è intollerante al lattosio,alle proteine del latte ed è allergica all’uovo.

  2. La farò di sicuro!

  3. Anch’io quest’anno la provo! Spero di trovare le formine più piccole della colomba! Non so perchè mi attirano più di quella grande 🙂

  4. ciao erbaviola! una domandina facile facile: ma la farina di manitoba riesco a trovarla anche al supermercato o occorre andare nei negozi un po’ più specializzati? inoltre (io non l’ho mai usata, si vede eh!), giusto per curiosità, cosa ha di diverso dalle altre farine? vedo che viene usata spesso. è più leggera, tipo? grazie mille

  5. wow, esattamente quello che volevo sapere, grazie mille! sono diciamo, molto sensibile al glutine (nel senso ce tendo a sviluppare intolleranze molto facilmente) ma sopravviverò…slurp!! per pasqua metterò tutta la famigliola a lavoro. grazie 🙂

    ps ehm…secondo te in inghliterra sotto che nome la trovo? grazie!

  6. perfetto!!! grazie

    lasciamo stare britannici in cucina e nei supermercati va’ che è meglio, ho visto cose e vedo cose che voi umani eccetera eccetera.

    buon proseguimento di domenica e grazie ancora

  7. Ciao ragazzi.
    Vorrei realizzare questa colomba ma ho 2 quesiti:

    – Quanto zucchero? 150gr? Io uso quello integrale
    – Posso realizzarla anche con pasta madre essiccata.
    Se si, usando sempre 500 gr di manitoba con 20 gr di pasta madre essiccata? (ne vanno 4 gr ogni 100 gr), per le pizze è buona… ma non saprei

    Grazie in anticipo 🙂
    Simone

  8. Ciao Erbaviola.. Ho dei dubbi atroci sugli ingredienti… Mi mancavano olio e malto di mais… Ho chiesto alla mia dolcissima metà di prenderli, ed è tornato a casa con “Sciroppo di mais” e “Olio di germe di mais”. Prodotti che penso di non aver mai avuto in casa e quindi mai usato. Per lo sciroppo gli hanno detto che è come il malto, ma è gluten free, per l’olio, a dir suo “è uguale”… Oltre al fatto che la prossima volta è meglio se la spesa la faccio io, credi che possa usare questi prodotti in sostituzione a quelli della ricetta??

  9. Si, incrocia 🙂 Ti farò sapere!! Grazie!

  10. Ciao ragazzi.
    La colomba l’ho fatta 2 gg prima di pasqua.
    Ho sostituito il lievito con la pasta madre essiccata dell’Antico Molino Rosso, seguendo le indicazioni per 500 gr.
    Che dire? Se non mi sbrigavo ad infornare usciva dalla teglia.
    Per il dolcificante ho usato Malto d’Orzo visto che di mais c’era solo lo sciroppo. E’ venuta molto buona ed abbastanza soffice… solo che sembrava mi fossi dimenticato a mettere il dolcificante 🙁
    Infatti l’ho tagliata a fette e spolverizzata con dello zucchero di canna integrale ed è stata gradita 😀

  11. erbaviola, ho fatto la colomba per pasqua ed è venuta ottima!! ho solo avuto qualche difficoltà a staccarla dallo stampo a forma di colomba. anzi a dir la verità…la parte più difficile della ricetta è stato trovare lo stampo a forma di colomba!!! grazie, la rifarò senz’altro

  12. Guendalina25 5 Aprile 2012, 19:12

    Si puó sostituire allolio di mais qllo di girasole e al malto lo zucchero di canna??

  13. Salve a tutti, per Pasqua vorrei fare questa colomba ma avrei una domanda, lo stampo da quanti gr? Da gr 750?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti