Pandoro Natalizio


Ingredienti per una forma a stella per un pandoro da 15 x 17cm:

500g di farina di Manitoba
100/150g di zucchero di barbabietola bio (in base al grado di dolcezza)
2 cucchiai rasi di fecola di patate
1 cucchiaino di malto d’orzo
1 cucchiaino di vaniglia Bourbon o 2 bustine di vaniglina
Il succo di un arancio
1/2 bicchiere o poco più di acqua tiepida
1/2 cucchiaino di curcuma
1/2 cucchiaino di lievito di birra

Procedimento:

In una ciotola versate la farina, lo zucchero, la fecola, il malto, la vaniglia e la curcuma.
A parte spremete l’arancio e aggiungetelo agli altri ingredienti.
Inserite il lievito sciolto in poca acqua tiepida e amalgamate bene, poi versate, poco alla volta, l’acqua tiepida fino a formare un impasto morbido.
Lavorate bene l’impasto (senza l’uso dell’impastatrice o dei guanti!!) per 10 minuti ca.
Deve risultare morbido,liscio come se avreste l’impressione di toccare un “batuffolo di cotone”.
Inserite l’impasto in un contenitore capiente,copritelo con pellicola trasparente e sovrapponete uno strofinaccio.
Mettetelo da parte in un ambiente caldo e buio, lontano da correnti d’aria e lasciatelo lievitare per 16 ore.


“Per fare un esempio,io l’ho messo in forno spento con luce accesa spegnendola poco prima di andare a letto.
Il giorno dopo ho nuovamente impastato e lasciato lievitare 5/6.
Dipende poi dall’ambiente in cui vivete,se è troppo secco,umido o freddo.”

Trascorso questo tempo, riprendere l’impasto e lavoratelo nuovamente,posizionatelo nella forma da pandoro,coprite con lo strofinaccio e lasciatelo lievitare per altre 5/6 ore,cioè fino a quando non avrà raggiunto il bordo del contenitore.

Preriscaldate il forno a 160°,poi infornate per 60 minuti a modalità statico.
Vi consiglio di posizionare la griglia nella parte più bassa del forno ed aprire lo sportello dopo 30 minuti e solo per coprire,con della carta stagnola,il pandoro in modo da non bruciarlo in superficie.

Trascorso questo tempo, togliete il pandoro dal forno,capovolgetelo senza estrarlo dal suo contenitore e infornate ancora x altri 10 minuti a modalità ventilata.


Una volta terminato questo passaggio, lasciate il pandoro intiepidire e,lentamente,estraetelo dal contenitore.
Poi copritelo con un telo (senza odore di detersivo).

Rimane morbido se conservato avvolto nel telo e dentro una busta di plastica x alimenti.
Prima di servire il pandoro,l’ideale sarebbe tagliare le fette e riscaldarlo un pò nel forno.
Sarà buono come appena sfornato!!!!

  1. complimenti, la proverò sicuramente… non sono ancora mai riuscito a trovare un pandoro vegan

  2. francesco basco 11 Dicembre 2018, 13:27

    Questa è da provare cosi da stupire tutti i commensali con un prodotto fatto con ottimi ingredienti

  3. E’ incredibilmente uguale..bellissimo.

  4. Complimenti Cinzia Martella lho fatto ed è veramente buono! Ho cambiato solo 2 ingredienti che non avevo in casa! 😍

  5. Conosco le manine meravigliose che hanno creato questa meraviglia che è assolutamente perfetta e d’effetto. Grazie amica mia per questo bellissimo regalo!

  6. Standing ovation ❣❣😍😍😘😘

  7. Dove li possiamo ordinare????
    🙂

  8. Grazie a tutti per i vostri stupendi complimenti!!
    Realizzarlo è stato davvero molto impegnativo e spesso con grandi fallimenti e sprechi di ingredienti che andavano a finire nella spazzatura!
    Alla fine,anzi dopo un mese di lavoro e delusioni,finalmente la soddisfazione è arrivata e il risultato è stato più che ottimo superando le mie aspettative!
    Dopo però mi son goduta una bella fettazza che ho inzuppato nel mio cappuccino…l’avrei mangiato tutto per la gioia!!!😂😂

  9. Ora ne dovresti fare uno gigante con cui tutti noi, chef di veganblog, possiamo festeggiare le festività

  10. Complimenti è stupendo. Ma non ha neanche un ingrediente grasso? Niente olio? Lo proverò sicuramente.

  11. Che meraviglia!!! Veramente una cosa paradisiaca!!!

  12. Finalmente Cinziaaaaaaa 😆😉
    Aspettavo con ansia questo dolce Angelico fatto con le tue manine 😊
    Grazie è una ricetta preziosa! 😘😚😙

  13. mamma mia, questo pandoro è STREPITOSO!

  14. Grazie per la ricetta, ti farò sapere come viene 😋

  15. Marco Benecchi 14 Dicembre 2018, 19:48

    molto brava e’ molto difficile ottenere un risultato come il tuo

  16. Manuela De Palo 19 Dicembre 2018, 20:17

    Mah! Il sapore? Temo sia poco più di un pane in stampo da pandoro! Non hai utilizzato grassi, non c’è sfogliatura, sembra davvero bello in foto….ma mi pare davvero troppo facile…

  17. Antonella Degli Angeli 20 Dicembre 2018, 09:48

    Come mai nessun tipo di olio o grasso vegetale? Mi sembra strano, il pandoro è ricco di grassi nella versione originale…

  18. Ciao, ancora complimenti per il pandoro, ti è riuscito benissimo. Purtroppo non ho ottenuto il tuo stesso risultato. Per provare la prima volta ho dimezzato le tue dosi, ma comunque ho seguito bene il tuo procedimento. La lievitazione è andata benissimo, la cottura è stata laboriosa, perchè il mio forno cuoce in modo disomogeneo perciò ho dovuto starci dietro, ma comunque è riuscita. Il profumo era buono e invitante ma all’assaggio sono rimasta molto delusa. Si sentiva forte il sapore del lievito, ma la cosa peggiore era il fatto che era duro come un mattone. Ha fatto la crosticina come il pane pugliese e all’interno non era per niente soffice. Sei davvero sicura che non ci vada nessun tipo componente grassa? Riproverò con un po’ d’olio.

  19. Grazie ancora per tutti i vostri bellissimi complimenti!!mi date davvero una forte carica!!😍
    Mauela De Palo,il pandoro non ha nessun tipo di grasso e il sapore era buonissimo ed è stato molto apprezzato dai miei amici commensali inconsapevoli della non presenza del burro.Ti assicuro però che non è semplice realizzarlo,perché bisogna tenere presente diversi fattori sia in cottura,sia in lievitazione,la granatura e la qualità della farina o la temperatura dell’ambiente stesso che potrebbe incidere già nella preparazione di partenza.😊

  20. Ciao Dida,certo che ne sono sicura perché,per problemi renali importanti, non assumo grassi da diversi anni!
    Mi dispiace davvero tanto che non hai ottenuto il mio stesso risultato,ma la ricetta originale era pensata per 500g di farina e dimezzando le dosi hai anche alterato l’equilibrio nel suo insieme.Il forno sicuramente ti ha complicato un pò la cosa perché già fare un Pandoro è molto difficile e questo,privo completamente di grassi, non è da meno nonostante la semplicità negli ingredienti!Comunque sei stata bravissima e ti sei destreggiata alla grande e ti ringrazio per averla provata!Vedrai che la prossima volta verrà meglio.😊❤

  21. ciao Cinzia , io ho una forma a tella da 750grammi potrebbe andare bene ugualmente???, complimenti comunque , io sono vegetariana ma credimi proverò a farlo ciao

  22. Bonaria grazie!
    Puoi provare ad usare la forma da 750 ma le dosi sono per una forma da 500g.Al limite risulterà più basso!😊

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti