Minestrina di una volta

La minestrina di quando ero piccolo! Involontariamente e incredibilmente è venuta fuori da sola, mi sono commosso dalla gioia e dal ricordo. Mi spiego: da piccolo adoravo la minestrina della mia mamma con dentro il formaggino della t… e o della s… a o qualsiasi formaggino cremoso che mi dava… adoravo giocare con il formaggino, farlo fondere dentro e il sapore di quell’infantile intruglino era unico! Mai più mangiata fino ad oggi… ma vi giuro che è identica! Procediamo con la colonna sonora: Brahms, “Sinfonia n. 3”, Berliner Philarmoniker.
SS103701
Ingredienti:
1 confezione di risino shirataki
125 ml di yogurt di soia naturale
3 c di senape di Digione
2 c di lievito alimentare secco

Procedimento:
Semplicissimo: facendoci cullare dalle note del Maestro, mettiamo per 12 minuti il risino in acqua bollente e lo lasciamo solo a se stesso al calduccio, nel mentre in un piatto mescoliamo lo yogurt il lievito e la senape. Allorchè i minuti sono passati scolare il risino e sciacquarlo in acqua fredda, molto molto bene, orsù mettere il tutto nel piatto, mescolare con amorevolezza, lasciar riposare 5 minuti e poi assaggiare! Ah, ovviamente va pappata fredda o a temperatura ambiente per 2 motivi. Primo: il lievito, la senape e lo yogurt a caldo si scioglierebbero troppo, secondo: nella miglior tradizione degli intruglioni dell’infanzia va mangiato freddo! 🙂

Il Punto:
Il sapore che sentirete è esattamente quello della mia minestrina “crudele” infantile, ci sono cresciuto e affezionato, un piccolo omaggio a ciò che è stato, suvvia, ogni tanto ci vuole 🙂 Bless and big love!

  1. Certo che ci vuole soprattutto se evoca bei momenti. grazie Luca.
    non so di che riso parli però

  2. Amo la tua tovaglietta e la tua minestrina! *_* devo ammettere che i miei non mi hanno mai dato i formaggini (medici super attenti, dicevano che non erano sani), quindi i miei ricordi di minestrine sono quelle a base di verdure passate 🙂 sono stata abituata bene ahah 😉 proverò di sicuro questa…l’idea di una cosa calda e cremosa non mi dispiace affatto! Liebe Grüße aus Deutschland und einen schönen und gemütlichen Sonntag 🙂
    ps: ottima musica di sottofondo 🙂

  3. G altro non è che shirataki a forma di riso 🙂
    grazie di cuore P, Er wartet auf den Mittagswind,die Welle kommt und legt sich matt,mit einem Fächer jeden Tag, der Alte macht das Wasser glatt….

  4. Quanti ricordi, anche per me, legati alla minestrina dell’infanzia… 🙂 !
    Sapori, profumi e coccole che non si scorderanno mai… 😉
    La provo al più presto, mitico Luca 😆 😆 😆 !
    E quindi il riso non é riso?
    Comunque io la faccio con la pastina :mrgreen: !

  5. no no L, sono shirataki a forma di riso 🙂

  6. Luca ma sti shiratake….verrò apposta a Brisighella per comprarli!!!!Intanto proverò con la tempestina normale oppure con i risini visto che il resto degli ingredienti…uffi!

  7. Questo è anche uno dei miei ricordi!! non che ci andassi matta per quella minestrina, ma me la propinavano a giorni alterni! 😀 Ormai quando vedo il nanetto in foto so che vedrò un’altra invenzione del mitico Luca! Grande! ho scoperto da poco che mia mamma ha una serie di tazze con Biancaneve e i 7 nani. c’è esattamente la stessa immagine in una tazza!! 😀 non potevi non venirmi in mente!!

  8. abito (per ora) a Biella non Brisighella 🙂

    R voglio le foto adoro i sette nani!!

  9. Anche io l’adoravo da piccola! Da provare assolutamente 🙂 Colonna sonora stupenda !!

  10. Troppo buona!!!! Accidenti che non ho i risini di konjac .. solo spaghetti e matassine. Proverò con del riso integralew appena cotto oggi …

  11. Il mio nanetto preferito é Brontolo :mrgreen: !

  12. Haaaa!!!Ma quindi gli shiratake sono i konjak??????? :mrgreen: Quelli si trovano anche da me nei grandi centri commerciali mi sembra!!!! Sono quelle robine gelatinose immerse in un liquidino??Andranno bene anche per la nana?perchè mi sembra che una mia amika che fa una certa dieta “D”(mha)mi ha detto che sono un tipo di pasta stradietetico e non li ho mai comprati!

  13. Sì Soei99 sono i konjac o glucomannano che è la materia di cui sono fatti. Un toccasana per l’intestino oltre che dietetici

  14. S, li paragonano alla pasta nella dieta “D”, in realtà come giustamente ha detto Rita altro non è che glucomannano, forse uno dei migliori toccasana per l’intestino, in quella dieta viene usato solo perché non ha calorie…contenti loro…io lo uso perché mi fa bene e mi piace assai 🙂 comunque lo trovi sia nel liquido di governo che in forma secca (io la preferisco) , fai conto che è insapore quindi è versatilissimo nel senso che prende tutti i condimenti che ti viene in mente di metterci assieme.

    bless and love!

  15. INfatti, la versatilit`a `e la dote degli shiritaki che mi piace di pi`u, oltre che assomigliare ai miei adorati capelli d’ angelo di farina bianca !!! Ho comprato le matassine e sono un pochino piu grosse degli spagnetti, pi`u simili agli spaghetti italiani.

  16. Che ricordi la minestrina è vero 🙂 bella ricetta questa per rituffarsi un pò ad allora 🙂

  17. vai in tranquillità perché il sapore è proprio quello!

  18. Luca ti piacciono i Rammstein?? Ti ho fatto un commento da curiosona sotto i torcetti, ma appena li ho visti è scattata la lampadina ahah 🙂

  19. certo!!! e come fanno a non piacermi i Rammstein!? come dico sempre sono l’unico gruppo della categoria “metal” che riescono a piacere anche a chi la musica del metallo la detesta 🙂

  20. Io adoro il metal quindi figurati…con me su metallo non si discute, sono una che ha il desiderio di partecipare al Wacken Open Air (e prima o poi ce la farò!) 🙂

  21. poi sei nella terra del Metallo voglio dire, ci mancherebbe altro…

  22. 5 punti per questa minestrina favolosa! La proverò presto, perchè anche a me piaceva tanto da bimba! Una coccola! Sarà difficile farla assaggiare alle mie bimbe, che non apprezzano il cibo minestroso ( desiderano più che altro cibo a pezzi o addirittura frutta e verdura interi)… ma io sono cresciuta così e mi ricordo che mia nonna mi faceva il brodo di dado e lo adoravo!!!Che follia!!!|Bravo Luca

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti