La patata. E’ una verdura?

La patata. E’ una verdura? La patata viene spesso considerata una verdura al pari delle altre. Siamo sicuri che sia così?
Si tratta di un tubero, ovvero di un vegetale che viene reso commestibile dalla cottura. Dal punto di vista nutrizionale la patata è un alimento molto ricco di carboidrati complessi, simili a quelli dei cereali e dei loro derivati. Leggete tutto l’articolo per scoprire tutte le altre caratteristiche di questo alimento molto amato.

La patata viene spesso considerata una verdura al pari delle altre. Siamo sicuri che sia così? Analizziamo le caratteristiche di questo ortaggio.
Si tratta di un tubero, ovvero di un vegetale che viene reso commestibile dalla cottura. Appartiene alla famiglia delle solanacee (Solanum tuberosum) così come anche pomodori, peperoni, melanzane.

L’alto contenuto di solanina, che è una tossina naturale sviluppato dalla patata contro funghi e parassiti (alcaloide glicosidico), può rendere la patata poco digeribile e fastidiosa per l’uomo. Ma niente paura, è sufficiente rispettare un paio di regole e si può consumare senza timore.
Innanzitutto mai mangiare una patata cruda, ma questo è un suggerimento noto alla stragrande maggioranza delle persone. Consideriamo anche che la quantità di solanina da assumere per avere seri problemi è molto elevata, quindi è altamente improbabile che si vada incontro a qualsiasi tipo di problema.
Inoltre è meglio evitare le patate germogliate, perché proprio nel germoglio si accumula maggiormente la solanina: meglio lasciarle da interrare per produrre nuove patate. Vanno scartate abbondantemente anche le parti verdi.
Ma se ci sono solo un paio di piccoli germogli basta eliminarli con abbondanza, scavando col coltello in modo da eliminare anche la parte intorno al germoglio. E la nostra patata è pronta all’uso.

La patata quindi va consumata cotta: i tipi di cottura sono la lessatura, la cottura a vapore, la cottura in forno e la frittura.
Attenzione a non confondere la patata con la batata (o patata americana) o con la manioca che hanno un’altra derivazione botanica (sono radici tuberose) e di cui vi parleremo in un altro articolo.
In commercio esistono vari tipi di patate. Ecco le più diffuse e conosciute:
a pasta gialla
a pasta bianca
le novelle
con la buccia rossa
patate viola (le famose vitelotte).

Dal punto di vista nutrizionale la patata è un alimento molto ricco di carboidrati complessi, simili a quelli dei cereali e dei loro derivati. Ma sono meno caloriche. Rispetto ai comuni ortaggi, però, sono da 2 a 4 volte più caloriche. Quindi non vanno considerate al pari delle altre verdure.
In definitiva il consiglio che ci sentiamo di dare è di utilizzare le patate non tanto come un contorno (quello è il ruolo delle verdure), quanto in sostituzione o in diminuzione di altri carboidrati quali il pane e la pasta. E di usarle moderatamente, non tutti i giorni.

Giorgia e Monica

  1. Amo le patate ma le consumo poco per via che essendo carboidrati non le mangio la sera ma a pranzo preferisco un bel piatto di pasta. Grazie delle utilissime informazioni 🙂

  2. Interessante articolo, Brave !!!

  3. Le patate al forno sono uno dei miei piatti preferiti, anche se non le mangio spessissimo 😋

  4. Gian Maria Cavalieri 25 Ottobre 2019, 10:22

    Grazie mille per le info. Alcune cose non le conoscevo. È proprio vero che non si finisce mai di imparare 😉

  5. @different: infatti molti le scambiano per un contorno qualsiasi, invece sono carboidrati! Anche io le consumo con estrema moderazione.

  6. @Sauro Martella: grazie dei complimenti!

  7. @Laura Di Cintio: quanto sono buone le patate al forno! Fai bene a mangiarle saltuariamente 😊

  8. @Gian Maria Cavalieri: è il bello della condivisione. ☺️ Anche noi continuiamo ad imparare… Tutti i giorni!

  9. La patata da sempre il tubero che ha rappresentato il cibo per sfamare le realtà contadine … e da questo credo nascano le miriadi di ricette che ruotano intorno alla patata e la rendono così versatile !
    Qui in Umbria vengono cucinare sia alla brace che “ sotto la cenere “
    Preparare sotto la cenere , con tanto di buccia, sono davvero straordinarie e possono essere condite con salse, tartufi, aceti mostrano o semplicemente con olio sale e pepe
    Ma vi assicuro che così cotte sprigionano un gusto così intenso e proprio che a me piacciono anche “ al naturale “ senza condimento!
    Se avete un camino , visto che l’inverno è alle porte vi consiglio di provarle !
    Oppure venite in Umbria a gustarle nei migliori ristoranti con cucina tipica!

  10. Su Youtube c’è una sfilza di video a cura di un nutrizionista che mi piace molto ascoltare, qui parla proprio delle patate.

    https://www.youtube.com/watch?v=imyi4qBI9cA

    Renata: interessante questa storia delle patate sotto la cenere, adesso guardo subito cosa sono! ^_^

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti