“Fusti” di cipolle in agrodolce

“Fusti” di cipolle in agrodolce Oggi una ricetta con quello che di solito viene scartato, il fusto della cipolla.
Può utilizzarlo, ovviamente, solo chi ha un orto o si approvvigiona da piccoli agricoltori (entrambe opzioni che dovrebbero essere prese in seria considerazione) che vendono cipolle fresche e non secche, ma per chi per un motivo o un altro non potesse che attingere da una grande distribuzione può usare cipollotti o porri.

Tagliare a tocchetti i fusti, metterli in padella con un filo d’olio e un goccino di acqua.

Aggiungere un pizzico di sale, zucchero integrale e pepe continuando a mescolare.

Unire un paio di cucchiai di aceto e uno di salsa di soia. Abbassare al minimo la fiamma e far cuocere col coperchio per qualche minuto, in modo che i fusti di ammorbidiscano e insaporiscano.

Trovo sia un ottimo contorno, oppure un condimento perfetto per del buon pane tostato.

Ovviamente il sapore è cipolloso, ma molto più delicato delle cipolle vere e proprie.

 

  1. Peccato per la mancanza della foto della ricetta finale, così uno non si rende conto come dovrebbe essere, anche altri ingredienti nel cesto potrebbero confondere…

    Reply
  2. La foto del piatto non mi sembrava granchè, ho preferito inserire una foto dove si vedessero le cipolle fresche, ho pensato che magari chi non le coltiva e vede solo quelle in vendita (a più lunga conservazione e parzialmente essiccate) poteva non capire cosa intendevo col termine “fusti”.
    Le altre cose nella cesta sono calendule e foglie di bietola… Non avrei mai creduto potessero far confondere ! 🙂
    Purtroppo essendo già pubblicato non posso rimediare con una foto della ricetta.
    Grazie per la critica costruttiva, in futuro cercherò di essere più precisa!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti