Fantaragù

Mai mangiato un ragù più buono di questo, da quando cucino vegan 😀 ! E’ a base di pan di segale e, all’occorrenza, si trasforma in una versatile salsa da aperitivo.imageIngredienti:
2 fette di pane di tritello di segale integrale bío
1 cucchiaio di semi di sesamo
1 spicchio di aglio
1/2 cipolla dorata
1/2 carotina
1 foglia di basilico
1 bicchiere (da vino) di passata rustica di pomodoro
1 pizzico di origano essiccato
1 sospiro di noce moscata
1 nonnulla di cannella in polvere
1 cucchiaino di sciroppo di agave
sale, pepe qb
1 foglia di salvia fresca
2 cucchiai di olio evo buono

Procedimento:
Preparate un sugo con la passata rustica in un soffritto di cipolla, carota, olio, basilico e sale, poi tenetelo da parte. Sbriciolate grossolanamente con le mani il pan di segale e fatelo tostare, per 2 minuti, in un lato di una padella antiaderente assieme ai semi di sesamo. Dall’altra parte della padella versate 1 cucchiaio d’olio e fatevi soffriggere per 1 minuto l’aglio schiacciato e la salvia, poi assemblate l’olio saporito  alla granola di pan di segale ed unite la cannella, la noce moscata, l’origano e lo sciroppo d’agave. Da ultimo, eliminate l’aglio e aggiungete il sugo di pomodoro, fate cuocere il tutto per 1 minuto, mescolando e aggiustando di sale e pepe, poi allontanate la padella dal fuoco. Raccogliete il fantaragù in una ciotolina e fatelo riposare in  frigo, per una notte…image
prima di gustarlo, magari con dei riccioli di pasta proteica fatti in casa con farina di fagioli borlotti, 1 cucchiaio di amido di mais (o semola di grano duro) e acqua, come ho fatto io 😉 .image
Strabuoniiii 😆 !!!image
Divino con gli spaghetti…image
il fantaragù rimane bello corposo, perchè, come vedete, il tritello di segale non si scioglie!image
E non dimenticate di assaggiarlo spalmato sul pane, su fettine di cetriolo all’aneto o accanto a dei sottaceti 😆 !

  1. …ah, ecco di chi erano quelle foto golosissime che vedevo intanto che pubblicavo la mia ricetta!! 😀 Che strabontà!! Lali, sei super!!! Per caso hai già pubblicato la ricetta dei rotolini con farina di fagioli e amido di mais? Mi incuriosisce tanto 😉

  2. Complimenti Lali,il ragù promette bene ma i riccioli di farina di fagioli sono divini!

  3. Grazie dolcissima Terri 😳 …
    La ricetta dei rotolini é nel corpo dell’articolo 🙄 : ogni 3 tazzine da caffè di farina di fagioli borlotti 1 cucchiaio colmo di amido di mais e tanta acqua qb . Si forma un panetto ben sodo e si fanno dei salsicciotti simili a grissini, come per gli gnocchi, che andranno appiattiti col matterello, tagliati della lunghezza di 2 cm circa e poi arrotolati su se stessi. I rotolini vengono anche con sola farina di fagioli ed acqua, ma in cottura si assottigliano un po’ perché tendono a sciogliersi e l’acqua di cottura diviene brodo! Ideali per farci la pasta e fagioli al quadrato 😉 !

  4. le tue unità di misura emozionano.

    bless and love!

  5. Posso usare le pucce di segale ?nè ho comprati 2 kg e li ho messi in freezer prima di divorali :-P:-P

  6. @Soei99: cosa sono le… pucce di segale? 🙄
    Per la riuscita del fantaragú ci vuole esclusivamente il pane nero tedesco, pesante e profumato in vendita in confezioni da 8 fette. Negli ingredienti sta scritto: tritello di segale (non farina). Ciaooo :-)))

  7. Io sono incantata dai riccioli di pasta proteica… (*_*) (*_*) (*_*)

  8. @Veruska: grazie tessora 🙂 🙂 🙂
    Ho pensato di… proteinizzare la pasta per bilanciare il piatto coi carboidrati del ragù eheh :mrgreen: !

  9. Grazie Luca… 🙂 : mi si é rotta la bilancia 😳 …

  10. @Callaudia: grazie carissima 🙂 🙂 🙂

  11. Heheheh ho dato per scontato che le conoscessi !io le pucce le ho comprate vicino al lago di braies e sono quei pani piatti di segale e cumino e finocchio 😛 però non so se vengono fatte con fratello o farina…..

  12. Tritello non fratello ! Ps li dicevano che era una specialità spezzata ma in realtá secondo me hanno nomi diversi ma in realtá secondol’ho trovato anche a trento e a lienz e dobbiaco….bbbbbboooonoooooo!nè ho comprato tanto perche voglio provare a rifarlo !

  13. Ho capito! Soei, si tratta dei bretzel… 😉 che io non amo x via del kummel che contengono (troppo aromatico). No… non vanno bene le pucce 😕 ! Ti verrebbe fuori un mappazzone di pane cottoooo 😮
    Baci 🙂

  14. Sembra delizioso, con tutti quegli aromi 🙂 Però io, come Callaudia, sono catturata dalla pasta di fagioli: che sapore ha alla fine?! Consistenza? Eh, Lali, te la sei cercata: temo ti toccherà dedicarle un post 😛

  15. @GiuliaJul: graaaaaazie 😀 !!!
    Non credevo che la pasta proteica di farina di fagioli potesse interessare 🙄 … Dunque ha la consistenza degli gnocchi e della pasta di grano tenero fatti in casa ed un sapore tipo la pasta fatta con farina di castagne 😉
    Comunque assaggia se ti va anche il ragù perché é proprio eccezionale… 🙂

  16. Perfetto: pensavo proprio a farne gnocchi 😀 Il ragù sarà fatto! Ma pensi ci possa essere un’alternativa al pane (lo consumo molto molto di rado e dovrei comprarne apposta)? 🙂

  17. Vedi GiuliaJul, il pane di tritello di segale tutto sembra fuorché pane! :mrgreen: essendo composto da solo tritello, acqua e sale. Non contiene nemmeno lievito 🙂 ! Si tratta proprio di tritello aggregato ed umido. Addentarlo é un piacere… ha una consistenza e resistenza particolari… sembra fatto di noccioline 🙂 ! E questa specie di chicchi duretti non si sciolgono e non formano ammassi spugnosi come la mollica. Puoi sempre provarlo e se te ne avanza dal ragù puoi gustarlo a quadretti i grigliati con sopra un velo di panna di soia e cetrioli sottaceto all’aneto che sono proprio la morte sua 😉

  18. Lali, davvero così semplici da fare? Grazie!! 😀 😀 Proverò a farli con le farine dei vari legumi che ho in casa!! Magari lenticchie!! Che ne pensi? 😀

  19. Anche io come gli altri sono stupefatta dall pasta di farina di fagioli. Che dici viene anche con altri lugumi tipo lenticchie piselli ceci? Sei geniale

  20. credo che il tritello per chi non lo trova si possa sostituire con la crusca grossolana in teoria come consistenza ci dovrebbe stare

  21. e per la farina di fagioli basta prendere i fagioli secchi e tritarli a farina e poi via di fantasia 😉

  22. @LucaCeltics: per rendere l’idea, il pane di tritello di segale ha la consistenza del cous cous, per cui oppone una certa resistenza al morso e dopo il trattamento ragù non fa una grinza e resta amalgamato ma non stoppaccioso né duro. Dovrei provare con la crusca di segale per vedere se l’effetto é lo stesso 😉 Il pane che ho preso é tedesco. La versione italiana contiene lievito e farina di segale, che non é la stessa cosa 🙄 …
    Comunque faccio sapere 🙂

    Io ho trovato la farina di borlotti all’Eurospin. E’ una confezione da 165 g e l’ho pagata € 1,79 : un vero ladrocinio 🙁 ! E su Internet costa € 15,00 al kg perché viene da Rodi. Chi ha il Bimby potrebbe riuscire a farsela in casa a partire dalla materia prima eheh 😆
    Ottima idea Luca 😉 😉 😉

  23. @Terri, @Giorgia: si, credo si possa fare la pasta di farina di fagioli, come di lenticchie, soia, piselli o altri legumi. Solo bisogna avere l’accortezza di aggiungere una (piccola) percentuale di semola di grano duro oppure amido di mais, di frumento, di tapioca o riso o fecola di patate per favoirne l’aggregazione permanente quando si aggiunge l’acqua, altrimenti la pasta ottenuta si scioglie nell’acqua bollente. Il processo di scioglimento, tuttavia, é lento, per cui non scompare nell’acqua ma il formato iniziale della pasta si rimpicciolisce soltanto e l’acqua si colora, diventando brodo di legumi 🙄
    Baci 🙂

  24. Svelato l’arcano! 😉
    Il tritello di segale é composto da chicchi di segale tritati ihih… 🙂
    E per eliminarne il lieve retrogusto acidulo, ho usato 1 cucchiaino di sciroppo d’agave, ma mi sono dimenticata di scrivetlo tra gli ingredienti, ehm… 😳

  25. Che bella idea Lali!
    In famiglia ho problemi di glutine, sai se c’è qualcosa a base di grano saraceno o qualche altro cereale senza glutine da utilizzare al posto della segale?
    Grazie 🙂

  26. @LydiaInCucina: ti consiglierei di provare a fare questo ragù con castagne cotte al forno o a vapore (non troppo) e poi tritate. La consistenza é la stessa. Oppure prova col tritello di semi di girasole (sbollentati e poi tritati) che già é usato per fare il pan di segale ai cereali. Potresti provare con il riso spezzato, ma temo venga fuori un risotto… meglio di no 😕 !
    Un bacione” :-)))

  27. Grazie Lali, mi piace tantissimo l’idea con le castagne cotte al forno !!
    Non ho mai provato a sbollentare i semi di girasole, ci proverò!
    Grazie per le idee 🙂

  28. Mmm questo pan di tritello mi ha proprio incuriosita! Quindi non è il classico rettangolino di segale dall’enorme peso specifico, scuro scuro con qualche chicco quasi intero ancora visibile e pronunciatamente acidognolo?! 😀 Comunque anche a me piace molto il suggerimento delle castagne…non appena arriveranno 🙂

  29. @GiuliaJul: si é suppergiú come lo hai descritto, solo che é molto meno acido e sotto i denti il tritello, mangiandolo, si sgrana dando la piacevole sensazione dei chicchi un po’ duretti … 🙂
    Io comunque, dalla prima volta che l’ho assaggiato, ho avuto l’idea di farci ragù e spezzatino ihihih 😆 ! Il secondo non l’ho ancora fatto però… 🙄

    @LydiaInCucina: sono contenta, grazie 😀

  30. Grazie FataLisa 🙂 TVB 😳 …

  31. Farò senz’altro questo ragù 😉
    i riccioli di pasta sono super, mi chiedevo però se la farina di borlotti che hai utilizzato sia precotta? Forse sì, se sarebbe indicata per farci vellutate, in pochi minuti. In questi giorni mi dicevano che per fare la pasta proteica di legumi, solo farina di legumi, bisogna prima denaturare la farina del legume, un paio di ore a 90° se ricordo bene, mi chiedevo quali proprietà nutrizionali possano rimanere del legume? Probabilmente la tua farina è meglio.
    Ciao

  32. Ciao L ho comprato la farina di borlotti stamattina proprio la stessa marca usata da te, ma vorrei provare anche con la farina home made anche se il commento di Emi mi ha fatto sorgere il dubbio….mumble….cmq per i miei ritmi già sarebbe miracolo se riesco a fare il primo tentativo

  33. secondo me non bisogna denaturare, perché si dovrebbe farlo!? io rimango dell’idea che come per i ceci si può tranquillamente ottenere dai fagioli secchi mixati finissimamente 🙂

    bless and love!

  34. @Emi: Ciao 😀 !
    Ho controllato sulla confezione che ho a casa e c’é scritto: “Farina di fagioli borlotti” e nulla più. Non é specificato se sia precotta o no 🙄 …
    Secondo me si può anche provare a ricavare la farina di fagioli dai fagioli secchi macinati finissimi, come dice Luca 🙂 … io invece che non dispongo di uno strumento adatto allo scopo, vorrei provare a fare la pasta fresca a partire dai fagioli cotti in scatola 😉 ! Gli gnocchi, con questo sistema, già si possono fare senza problemi (aggiungendo un po’ di farina bianca o semola di grano duro o un amido o ancora farina di guar).
    Farò sapere se l’esperimento riesce 😀 !

  35. @Giorgia: tentar non nuoce 😆 !
    La butto là… prova ad impastare la farina di borlotti che hai comprato col liquido di governo dei borlotti in scatola o dei ceci (Acquafaba), anziché con l’acqua: potrebbe funzionare come finto uovo ed impedire all’impasto di sciogliersi in cottura 🙄 … tu che ne dici? 🙂

  36. @LucaCeltics: grazie Luca… 🙂 ! Purtroppo non ho l’attrezzo giusto per macinare semi, chicchi o legumi secchi… ma me lo regalo per Natale, eheh 😉
    Bless and love 🙂 !

  37. penso che l’idea del liquido di governa possa funzionare alla grande

  38. Luca, non vedo l’ora di provare anch’io con farina di ceci + Acquafaba e vedere cosa succede 😀 !
    ‘Notte… :-)))

  39. Giorni fa con l’acqua di cottura dei ceci ho impastato 50 g difarina di soia autoprodotta 100 gdi farina di riso originario integrale 70 g di farina di orzo e 40 di mais per la base della pizza…..buonissima…..settimane fa invece l’ho montata a neve ed unita all’impasto del ciambellone…..good…..grazie L

  40. @Giorgia: Wow !!! 😆
    Dovresti pubblicare le tue ricette come chef di Veganblog 😉 😉 😉 !
    Penso anche che per fare la pasta di legumi si possano usare con successo le proteine isolate della soia in polvere 🙄 … Io però non le ricompro… ho dovuto buttare il barattolone quando non avevo consumato neanche la metà del contenuto, perché il prodotto era scaduto 🙁 !

  41. Sto andando a fare il Fantarugù 😉 …
    per quanto riguarda la farina di legumi, la farina di ceci si deve cuocere il tempo necessario, almeno io ad esempio la farifrittata la metto in forno per una mezz’ora, i legumi devono essere ben cotti, altrimenti non si digeriscono e comunque non nutrirebbero.
    Poi credo ci sia il discorso di dover aggiungere o meno altra farina di cereale, per legare l’impasto della pasta fresca proteica, cmq basta provare 🙂

  42. @Emi: sono contenta… fammi sapere 😆 !

    Sí come dicevo anch’io nel commento 34 i legumi bisogna mischiarli con della farina o amido o gomma di guar o pangrattato… 🙄 Comunque la pasta della foto é quella fatta di sola farina di fagioli e acqua 😉 infatti in cottura ha perso un po’ della sua forma. Poi l’ho ripreparata con l’aggiunta di semola di grano duro e ho perfezionato la ricetta 🙂

  43. Ciao L avevo dei fagioi bruni d’Olanda troppo cotti ed oggi ne ho frullati un po. Ho poi aggiunto farina di riso glutinoso e di mais. Ho fatto delle palline poi cotte in acqua bollente fino a che sono venute a galla. Condite con pesto….capogiro…..domani i restanti fagioli li passo con il passaverdura e affiungo farina di riso integrale…..ancora grazie

  44. @Lali oh era buonissimo il Fantaragù 🙂 mi ci voleva proprio un’idea per quando preparo della pasta proteica di legumi

  45. @Giorgia: hai avuto un’ottima idea!!! 💡
    Sai che volevo provare anch’io con la farina di riso glutinoso? 😉 Ne ho ancora una confezione aperta… 🙄 !
    Puoi usare il Fantaragù anche per farcire melanzane, pomodori e peperoni ripieni, oppure per spolpettare!!” 😆 😆 😆

  46. @Emi: sono stracontenta 😆 😆 😆 !!!
    Penso che la farina di fagioli si potrebbe ottenere anche dal legume essiccato dopo la cottura, avendo a portata di mano un essiccatore 🙄 …

    Il Fantaragù lo proverei anche per condire la pasta di konjak… 😉
    Besos :-)))

  47. Oggi i restanti fagioli li passo al passaverdure e bissooooo….già ho l’acquolina

  48. @Giorgia: mmmmh… chissà che bontà 😉 😉 😉 !!!

  49. Ciao L purtroppo l’esperimento è fallito. Ho fatto lerrore di usare farina di riso integrale che NON ha nulla a che vedere con quella di riso glutinoso. In cottura c’è stato uno scioglimento quasi generale…..pazienza esperienza insegna

  50. Lali sei sempre magica!!!!!! 😀 😀 😀 Quante cose!!!! Il Fantaragù è superlativo e la psta come l’hai fatta è strepitosa da fare SUBITO!!!!!!!!!!!! Ti adorooooooooooo 😀 😀 😀

  51. Giorgia, che peccato.. 😕 !
    Purtroppo senza un amido o una proteina che faccia da legante la pasta di farina di legumi si scioglie in cottura… 🙄
    Ma io ho risolto cuocendola a vapore eheheh 😆 !
    Un bacio e urrah per gli gnocchetti al riso glutinoso 😉

  52. Amee grazieeeeee 😀 !
    Sono super soddisfatta di questa versatile salsa, tanto che ne ho sempre un barattolo in frigo 😉 ! Sapessi quanto é buona per farci ler verdure ripiene 🙂 !
    Prova a cuocere a vapore la pasta di sola farina di legumi, così non si scioglierà mentre cuoce 😉
    Un bacione e buona giornata tesoro! 🙂

  53. Maria Alessandra Degli Angeli 6 Gennaio 2017, 11:06

    Ottima idea! !!! Tantissimi complimenti e grazie x aver condiviso le tue ricette!!!!❤

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti