Colomba – Dolce di Pasqua Vegano “L’Edenista”

Manca meno di un mese alla Pasqua e in questo periodo i supermercati traboccano di uova di cioccolato e soprattutto di colombe, classico dolce che accompagnano le feste di Pasqua.
Credo che a tutti piacerebbe poter realizzare con le proprie mani la colomba di Pasqua, ma per mancanza di tempo o difficoltà a realizzarla la soluzione corretta sarebbe quella di acquistarla già pronta.

In questo caso ci pensa L’Edenista di Paluani  a proporre questo dolce di Pasqua.
L’azienda Paluani, marchio celebre dei dolci di Natale, ha messo in commercio la versione vegana della colomba e non solo. Paluani produce anche il dolce di Natale vegano, uova di Pasqua, brioche farcite in diversi gusti che concilia con la qualità.
Personalmente i prodotti L’Edenista dell’azienda Paluani sono il mio terzo prodotto che assaggio, posso dire che il dolce di Natale è qualcosa di sublime meglio di quelli industriali. Anche le brioche con gocce di cioccolato sono ottime.

Packaging:

La confezione che contiene il dolce di Pasqua è semplice ma carina ed è riciclabile nella carta (PAP21).
Di forma rettangolare si trasporta con il manico a nastro rosso posizionato nella parte alta della scatola.
Le dimensioni sono 26x 20 centimetri e lo spessore è di 12 centimetri.

La parte frontale della confezione c’è l’immagine del dolce di Pasqua vegano. Salta subito all’occhio la scritta “L’Edenista”  di colore rosso, sono stampate in rilievo e si percepiscono al tatto.
Il suo motto è : “anche i golosi vanno in paradiso”, in basso si trova il logo VEGANOK , il tutto è presentato in maniera simpatica.

La parte opposta della confezione si trovano gli ingredienti e la tabella delle informazioni nutrizionali. In basso viene indicato il peso del prodotto (650 g), il numero dell’azienda VEGANOK n. 0772.
Consiglia anche come gustarlo al meglio e come si può vedere dall’immagine è raffigurato lo schemino che indica come differenziare il packaging nella carta (PAP21), il sacchetto trasparente nella plastica (PP05), il sigillo e lo stampo che contiene il dolce nel generico.

La data di scadenza è di quattro mesi, direi che è più che sufficiente e poi non credo che duri così a lungo perché da quanto è buona si esaurisce presto.

Gli ingredienti:

farina di frumento
Glassa: (zucchero, acqua, farina di frumento, proteine di patata, farina di riso, olio semi di girasole, mandorle, sorbato di potassio, aromi)
acqua
margarina vegetale(olio di cocco, acqua,olio di semi di girasole, mono-e digliceridi, degli acidi grassi,succo di limone concentrato)
zucchero
scorze di arancia candita (scorze di arancia, sciroppo di glucosio,- fruttosio, zucchero)
granella di zucchero
lievito naturale(frumento)
emulsionanti:mono-e digliceridi
mandorle
glutine
sale
aromi
lecitina di soia

Aspetto visivo:

Eliminata la scatola, ecco come si presenta. Il dolce è confezionato da una busta trasparente ad uso alimentare.
Il prodotto esteticamente è ben sviluppato, la superficie si presenta ricoperta da glassa di zucchero dorata, mandorle intere e granelli di zucchero.
Il dolce è contenuto dallo stampo di carta con la classica forma di colomba.

Il dolce di Pasqua è alto 7 cm, misura 26×20 cm. Il peso è di 760 gr, la confezione indica 650 g, dunque 100 g in più del prodotto indicato.

Analisi olfattiva:

Predomina il profumo armonioso di glassa e di aromi di frutta candita.
Il dolce si percepisce che è preparato artigianalmente e lo si sente dalla qualità delle materie prime

Gusto:

Finalmente è arrivato il momento dell’assaggio.
Rimossa la busta trasparente ,l’aroma di arancia sale subito al naso. Morbido e leggero al tatto. Non è eccessivamente dolce.

La pasta al suo interno è di un bel color biscotto.

L’esterno dell’impasto è abbastanza compatto pur conservando una consistenza all’interno molto morbida al morso e non cedevole al taglio. Unica nota dolente, la glassa si sgretola con facilità dal dolce.
All’interno del dolce si notano gli alveoli irregolari di piccole dimensioni che ospita pezzetti di scorze d’arancia candita.
Dolce al punto giusto, gli aromi si sentono in modo deciso, con i canditi succosi tagliati a tocchetti realizzati artigianalmente senza anidride solforosa.

La pasta si scioglie in bocca, si sente il sapore di arancia e anche quello dei grassi vegetali di cui predomina le noti pungenti dell’olio di cocco. Il boccone è pieno ed esprime una genuina godibilità all’assaggio. La freschezza del dolce di Pasqua si mantiene per diversi giorni e il sapore rimane inalterato.

Per tradizione la colomba si consuma durante i pranzi festivi del periodo pasquale, ma visto la ricchezza degli ingredienti sarebbe più indicata per una merenda.

Si trova in vendita al prezzo di 7 euro e a parer mio li vale tutti. Se vi capita di farla assaggiare a parenti ed amici onnivori farete un figurone.
Vi auguro una felice Pasqua a tutti voi!

Link Prodotti: https://www.veganok.com/it/products/paluani/

Link Prodotto:  https://www.veganok.com/it/product/dolce-di-pasqua-vegano-classico-2/

Link All’azienda: https://www.veganok.com/it/company/ledenista/

  1. Avatar

    Ma c e lo zucchero bianco che è estremamente nocivo!

  2. Ottima Recensione e spero di trovarla in giro per acquistarla

  3. Sembra proprio buona. Spero di riuscire ad assaggiarla.

  4. Lo visto alla Coop!

  5. Solo una cosa… è una COLOMBA. Chiamiamola con il suo nome.
    Il fatto che esiste una legge idiota che vieta al produttore di chiamare le cose con il proprio nome, non vieta a noi di farlo liberamente.
    Viva le colombe vegan che sono più buone di quelle tradizionali e non uccidono animali.
    🙂

  6. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 1 Aprile 2019, 19:28

    L’edenista è una garanzia!

  7. E comunque proprio oggi ho comprato questa colomba dell’Edonista di Paluani ed è davvero buonissima a iniziare dalla glassatura che è semplicemente fenomenale (non avevo mai mangiato una glassatura così buona in una colomba vegan)
    Ebbravo Paluani!
    🙂

  8. In effetti non capisco perché non si chiama colomba. La forma è quella! Helene,ci sarà anche lo zucchero bianco che non è massimo per la salute. Io cerco di evitarlo, ma in tutta onestà, quanti di noi non mangiano mai qualcosa di dolce? Io non ci riesco. E pure ci sto provando . Per Pasqua una fetta di colomba me la mangio di certo
    Poi altri giorni evito. Tu non mangi niente che contiene i zuccheri? Allora sei davvero brava, potessi riuscirci anche io..

  9. Avatar
    Mariarosaria 8 Aprile 2019, 14:37

    Eccellente colomba, anch’io per chi non é vegana, non é pesante come lo sono le altre, che dire, la consiglio a tutti

  10. Avatar

    Comprata oggi olla coop a 11 euro….. sob…
    L’assaggio domenica, ma non alcun dubbio che sia squisita!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti