Cupcakes al basilico

Basilico, fragole, e mandorle, classici sapori dell’estate mediterranea, possono fondersi in uno sfizioso e inaspettato dessert vegano, da servire il pomeriggio con un thé freddo speziato alla menta, durante un pic-nic, o anche a una cena fra amici. Questi dolcetti verdi hanno conquistato il cuore di tutta la mia famiglia, e le persone che mi stanno vicine, e sono certa che piaceranno pure a voi! Se non riusciste più a procurarvi le fragole, potete tranquillamente sostituirle con altra frutta di stagione. Piccola nota: sono lieta di annunciare che questa ricetta ha fatto parte del numero di Agosto 2014 della rivista “La Cucina Naturale”, nonché inizia l’issue con l’immagine di copertina.Cupcake al basilico 2Ingredienti per l’impasto (per 10 cupcakes piccoli):
bicchiere e 1/2 di farina 00
1/4 di bicchiere di fecola di patate
1/2 bicchiere di zucchero
2 cucchiai di zucchero vanigliato
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 pizzico di sale
1/2 bicchiere di yogurt di soya
1/3 di bicchiere di olio vegetale
1 cucchiaino di aceto di vino (oppure 1 cucchiaio di limoncello)
1/2 bicchiere di acqua 
1 mazzetto di basilico

Ingredienti per  la veg– ricotta di mandorle:
150 g di mandorle pelate
1 cucchiaino di spermuta di limone
1 cucchiaino di vanillina
1/2 bicchiere di zucchero a velo
1/2 bicchiere di yogurt di soya

Procedimento:
Scaldate il forno a 175°. Mettete i pirottini di carta da cupcakes nelle formine di uno stampo da muffins. In una ciotola mescolate lo yogurt insieme all’aceto e fate riposare per 1 minuto. Frullate accuratamente il basilico con l’acqua e, una volta ottenuto un composto omogeneo, miscelatelo con l’olio. Setacciate la farina, la fecola di patate e il bicarbonato di sodio, quindi miscelate il tutto con il sale, lo zucchero e lo zucchero vanigliato. Amalgamate la miscela di farina al composto di basilico e allo yogurt, mescolandola delicatamente con un cucchiaio. Dividedete la pastella nelle formine fino a riempirle per 2/3, quindi infornate per 20–25 minuti, verificando la cottura infilzando con uno stecchino. Una volta pronti, sfornate i cupckes e lasciateli freddare per 5–10 minuti nei pirottini, quindi tirateli fuori e fateli raffreddare completamente. Nel frattempo preparate la ricotta di mandorle alla vaniglia. Macinate accuratamente con il robot da cucina le mandorle fino a ottenere una farina. In un’altra terrina frullate lo yogurt e lo zucchero, la spremuta di limone e la vanillina, quindi incorporate gradualmente la farina di mandorle, amalgamando bene tutti gli ingredienti. Se il composto vi sembrerà troppo denso, aggiungete 1-2 cucchiai di yogurt. Decorate i cupcakes con la ricotta di mandorle alla vaniglia utilizzando un sac à poche, quindi guarniteli con una fettina di fragola e qualche fogliolina di basilico.

  1. Complimenti Jolanta! Sono bellissimi a vedersi e sicuramente buonissimi a mangiarsi… E complimenti per la ricetta sulla rivista, te la meriti tutta! Ho sempre pensato che le tue ricette fossero fantastiche! e ti seguo sempre con grande stima e curiosità 😉 Un abbraccio e in bocca al lupo per tutto.

  2. La settimana prossima ho ospiti a cena. Voglio proprio provarli. questi. Brava

  3. Questi sono i dolci per cui impazzisco!!!! Buonissimi, gustosi, ma originali…e con il basilico poi!!!! Giustamente hanno pubblicato questa tua creazione che merita davvero, oltre al tuo stile inconfondibile. Complimenti di cuore!! 😀
    p.s. E grazie di aver condiviso con la famiglia di Veganblog! 🙂

  4. Mamma che spettacolo!! Sono troppo carini… 🙂 sembrano finti per quanto sono belli!! Complimenti anche per la pubblicazione sulla rivista…eh si, meritano proprio! :*

  5. @Lullaby_84 Ti ringrazio tanto tanto! Non sai quanto mi fa piacere leggere il tuo commento! :*

  6. @Maria, li hai poi fatti? 🙂

  7. @Ametista, sei troppo gentile, grazie! Bacetti

  8. @EnricaAnnalisa, mi fa molto piacere il vostro apprezzamento! :*

  9. Che arte. Bravissima 🙂

  10. Grazie @GiuliaJul! Bacetti :*

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti