Cous cous di Farro Bio con Verdure colorate

Il   cous cous è un alimento tipico del Nordafrica, della Sicilia occidentale e della Sardegna sudoccidentale a base di farina di semola di grano duro.

Oggi con questo nome ci si riferisce anche ad alimenti preparati con cereali diversi, come orzo, miglio, sorgo, riso, farro o mais.

Ho pensato di colorare questo piatto con verdure che troviamo facilmente in questo periodo dell’anno, compreso il cavolo cappuccio viola che dona un tocco di colore in più e consistenza. A proposito del cavolo cappuccio viola preferisco aggiungerlo a crudo alla fine per evitare che, in fase di cottura, rilasci il tuo tipico colore viola sprigionato dall’acqua di cottura.

Ingredienti per 4 persone:

150 g di Cous cous di farro
180 g di acqua
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
Un po’ di sale
½ peperone rosso
1 zucchina piccola
1 carota media
¼ di cavolo cappuccio viola
Possiamo aggiungere anche qualche voglia di basilico fresco ed erba cipollina!

Procedimento:
Laviamo bene le verdure. Tagliamo a dadini il peperone rosso, carote e zucchina. Mettiamo a cuocere velocemente a fiamma media in una padellina con olio extravergine e un po’ di sale.
Tagliamo a listarelle sottili il cavolo cappuccio e lo condiamo a crudo con un po’ di olio e sale.
Mettiamo a scaldare l’acqua, con un po’ di olio e sale. In una ciotola versiamo l’acqua calda e la quantità di Cous cous di Farro. Con una forchetta girare per evitare che si formino grumi. Lasciamo in acqua calda per 5-6 muniti e poi scoliamo e trasferiamo in una ciotola più ampia aggiungendo le verdure a dadini appena saltati e il cavolo cappuccio viola a crudo.

  1. Così mi piace a mangiare. A colori. Bellissimo e sarà senza dubbi anche buonissimo. Mi piacciono queste verdure tagliate con la precisione. Anche occhio vuole la sua parte.

  2. Grazie Francesco e Veruska!! I colori sono importanti non solo per una questione di estetica ma di nutrimento. E cucinare è anche Gioia e Divertimento , naturalmente 🙂

  3. questa è proprio… cucina Arcobaleno! Bellissima presentazione per un piatto semplice (che è sempre la cosa migliore) brava!

  4. Sembra molto appetitoso! Posso chiederti una cosa? Come fanno a rimanere così vividi i colori delle verdure? Sembrano quasi crude. Quanto le cuoci? C’ un trucco particolare?

  5. Grazie Vegallegri !!! Penso che la cucina debba essere buona, bella e pratica 🙂 grazie ancora!

  6. Ciao Elvira, come ho indicato nella ricetta le verdure, tranne il cavolo cappuccio viola, sono velocemente sbollentate per non perdere consistenza e colore. Il cavolo cappuccio ho preferito lasciarlo a crudo proprio per non “sporcare” con il il suo caratteristico colore viola gli altri ingredienti… e poi per la masticazione: mangiare cibo croccante per far lavorare la mandibola..basta con cibo pappine!??!?! ahahaha Un caro saluto!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti