Carciofi fritti

Qualcuno potrebbe pensare che per la frittura delle verdure sia necessario l’uovo invece no, con la pastella acqua e farina rimangono più leggeri, croccanti e morbidi allo stesso tempo… Ma cosa c’è di più buono dei carciofi fritti: oggi a pranzo ce ne siamo fatti tutti una vera scorpacciata… il bello è che con questo sistema rimangono pochissimo unti!!!! imgp2724.JPG
Ingredienti :

carciofi puliti lavati e tagliati a spicchi non troppo alti
farina bianca
acqua
sale fino
olio di semi di girasole per la fritturaimgp2697.JPG
Procedimento:
Dopo avere  pulito i carciofi metterli in una bacinella con del succo di limone lasciarli lì  qualche minuto…  scolarli, spolverarli con del sale fino e lasciarli riposare per mezz’ora. Dopodiché infarinarli nella farina bianca e preparare la  pastella con acqua, farina e sale fino (non deve essere troppo solida è preferibile più liquida)a questo punto  versare i carciofi nella ciotola della pastella preparata, mescolarli fino a che non saranno ricoperti. Quando l’olio sarà caldissimo (ma non fumante!!) friggere pochi pezzi allla volta così da mantenere la temperatura dell’olio costante. Ci vorranno circa 2 minuti muovendoli un poco finchè appariranno dorati. Adagiateli su un foglio di carta assorbente, assaggiatene 1 e se è il caso spolverarli di sale fino mescolandoli un pochino… trasferiteli subito sul piatto di portata, devono essere serviti caldi.
imgp2702.JPG

imgp2703.JPG

imgp2711.JPG

  1. è uno dei miei piatti preferiti in assoluto insieme ai carciofi alla giudìa! anzi, vado a vedere se c’è la ricetta di questo piatto tipico romanesco, se non c’è sarò costretta a farli per fotografarli e raccontarli, che sacrificio….

  2. Quanto mi piacciono i carciofi, li mangerei tutti i giorni! Hai mai provato a fare la pastella con metà farina bianca e meta di riso utilizzando acqua gasata fredda? E’ la miscela che si usa di solito per la classica tempura di verdure rimane super leggera 🙂
    Buoni anche alla giudia come dice Ariella 🙂

  3. Si lo so chicca i giapponesi sono bravissimi a friggere, nella loro tempura l’acqua deve essere freddissima( ci mettono anche qualche cubetto di ghiaccio) e l’olio molto caldo e deve mantenersi a 180-200 gradi; gli esperti di tempura lasciano cadere una goccia di pastella nell’olio per saggiarne la temperatura: se la pastella affonda leggermente, poi torna subito in superficie e diventa ben dorata in circa 45 secondi, la temperatura è perfetta. Però questa pastella occidentale è come la faceva mia madre e posso garantire che non ha niente da invidiare a quella giapponese perchè rimane asciuttissima…. l’ho postata perchè ho visto che la ricetta non c’era e alcune persone hanno ancora la credenza sbagliatissima che non si può friggere senza l’uovo.. Ariella te tocca fare (o dirigere 😉 i lavori) i carciofi alla giuda …più carciofi mettiamo è meglio è ho visto che le ricette un po’ scarseggiano ed è un vero peccato..diamoci da fare un po’ tutte va…bacioooni

  4. i giapponesi? ma pensa… pure i siciliani! mio padre, esperto di pastelle e fritture da buon siculo, ci ha sempre messo il ghiaccio! non mi pare che ci mettesse l’uovo neanche lui, ora che ci penso… gemellaggio Palermo-Osaka?
    Riccardo invece ci mette a volte la birra quando si impastellano i fiori di zucca e infatti la doratura risulta un po’ più scura, ma bbbona
    appena è stagione di fiori li si posta qui

  5. Verissimo Ariella anche mia mamma che non era sicula ma valtellinese la faceva così, anch’io a volte la faccio con la birra e rimane veramente leggerissima 🙂

  6. Ariellaaaaaa torna quàaaa sto facendo il formaggio ma l’erba cipollina ce l’ho solo secca va bene lo stesso?

  7. l’erba cipollina secca ce l’ho messa, vai, e poi schiaffa il tutto nel sedanone; ieri sera abbiamo peccato di nuovo… sto formaggetto è una delizia!

  8. Ciao Chicca, facci indovinare la tua prossima ricetta… dacci un aiutino… 🙂
    A Stellassa invece non lo chiedo… Lo so già… Mi aspetto un formaggione Vegan senza lievito…
    🙂

  9. Se non ricordo male è un dolce 🙂 ti abbraccio e buon tutto!

  10. Spero sia una torta… In questo periodo ne sto facendo scorpacciate grazie a mia madre che sta per trasferirsi da me e Renata e sta imparando a farne di buonissime… nonostante ne mangi continuamente ne ho sempre voglia… Sarò malato?
    🙂

  11. Si.. sei malato… di gola…ingordone!!!
    Tra le torte di mia suocera Anna e la cioccolata spalmebile vegan ci vai a nozze…!!!ù
    🙂

  12. si, ho preso anche la piacevolissima abitudine di spalmare una buona cioccolata sulle fettine di torta già di per sè buonissime… (sono senza ritegno) 🙂

  13. W i carciofi fritti !!!
    🙂

  14. Per questi meravigliosissimi carciofi vi lascio la mia ricetta per una pastella per loro:
    un cucchiaio maizena
    due grano duro
    tre grano tenero
    timo
    sale
    il procedimento è lo stesso, provate!!!

  15. Bene ho comprato i carciofi … amatissimi da mio marito ma odiati da me… e ho trovato questa ricetta… SEMPLICISSIMA!!!! Devo provarla speriamo che riesca bene e che gli piaccia ^_^!!
    Grazie Stella!
    Ciau

  16. Ciao Manu spero che i carciofi vi siano piaciuti soprattutto a te, perchè è un alimento troppo importante ed è un vero peccato tagliarlo fuori dalla tua alimentazione …ciau
    P.s. una curiosità ma sei tu la Manu della mia torta dolce, quella fatta con la panna di soia con sopra i mirtilli?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti