Canederli margarina e salvia


Carissimi, buon autunno! Mi dispiace per la mia assenza ma ci sono tanti progetti in corso quest’anno,  stiamo cercando di acquistare la casa dei nostri sogni e la famiglia si è allargata a quota 9 gatti dopo il parto di sei teppisti pelosini della nostra gatta Swiffer. Ora che l’autunno colora i nostri boschi, la mia cucina si adegua al clima e, l’altra sera,  ho cucinato i canederli in brodo. Poi,  i restanti canederli, li ho riproposti il giorno dopo in questa semplice ma profumatissima veste.

Ingredienti:
pane raffermo
fecola di patate
porro
latte di soia non zuccherato nè vanigliato
sale e pepe
alloro in foglie
alga kombu
noce moscata
affettato vegetale affumicato
farina bio 00
margarina 100% vegetale
salvia fresca
brodo vegatale
aglio rosso

Procedimento:
Ho preso  una capiente ciotola e l’ho riempita di pane raffermo (2 o 3 panini, mezza pagnotella di pane casereccio, insomma quello che avanza!), poi ho aggiunto il latte di soia in modo da bagnare tutto il pane facilitandone l’assorbimento del liquido. Ho pulito il porro sotto acqua corrente per eliminare eventuali tracce di terra presenti tra le foglie in alto e ho tagliato tutta la parte bianca prima a rondelle e poi trasformandolo in un trito tipo soffritto. In un padellino, con un filo di margarina, ho fatto ammorbidire il trito di porro con una presa di sale e pepe. Intanto ho preparato del buon brodo vegetale con tanto di foglie d’alloro e di alga kombu e la parte verde del porro precedentemente tritato.
Ho ripreso il pane ammorbidito e l’ho strizzato leggermente per poter smaltire l’esubero di latte di soia. L’ho messo in un’altra ciotola e l’ho mischiato al porro soffritto, ad una dose di fecola, una presa di sale e una grattata di pepe e  l’affettato vegetale tagliato a quadrettini. Ho mescolato bene e, se il composto risultava troppo morbido, ho aggiunto un filo di farina. Ho formato con le mani bagnate delle palline da golf e messo a cuocere nel brodo sino a che le ho viste comparire in superficie. Quindi le ho scolate in un piatto fondo in attesa di impiattarle.


Avevo avanzato del cavolfiore lessato in pentola a pressione e l’ho fatto saltare in padella con un filo di olio sino a colorarlo un po’ e ho aggiunto sale e pepe.

In un padellino ho messo un cucchiaio di margarina, l’aglio e delle foglie di salvia fresca del nostro orto sino a che il tutto si dorava e il profumo invade la cucina.

Così ho impiattato mettendo una base di cavolfiore saltato…
… appoggiando sopra i canederli caldi con il porro cotto nel brodo.
Ho versato sopra la margarina aromatizzata, una macinata di pepe e una spolverata (facoltativa!) di lievito in scaglie.


Ricordatevi che vi seguo sempre e che non smetto di parlare di voi, grazie per tutto! Cercherò di recuperare il tempo perso e di pubblicare più spesso ma intanto vi mostro la gioia della nostra famiglia:


Non è sempre lo stesso, Swiffer ha generato sei gattini completamente identici!

  1. Ma che dolci questi gattini!E le foto veramente belle.Rendono l’idea sia della bontà dei canederli e della tenerezza dei gattini.Che dire?Complimentissimissimi 😀

  2. Ma è una vera meraviglia!!! 🙂 🙂 La ricetta è deliziosa, al più presto la duplicherò! I gattini gemelli sono troppo belli!!! 🙂

  3. Grazie ad entrambe! I gattini sono stati una magnifica esperienza di vita.
    In questi giorni li sto dando alle loro nuove famiglie, tutti amici, e vivo un patema enorme a separarmi da loro. Ma la famiglia e il portafoglio hanno bisogno di un ritorno alla normalita.
    Un abbraccio forte forte

  4. Che bei musetti questi pelosini teneri teneri 🙂
    e naturalmente buonissimi i canederli!

  5. Mamma mia che meraviglia! Adoro i canederli!:-) Complimentissimi! E che spettacolo questi micetti!!!!

  6. Mamma mia che bontà questo piatto…adoro i canederli 😉 E che amori i tuoi gattini sono meravigliosi, hai fatto delle fotografie stupende, bravissima 😀

  7. gustosi! complimenti, li proverò anch’io! 🙂

  8. cioè… a momenti mi leccavo lo schermo golosamente quando un batuffolino dal muso impunito è sbucato subito sotto i canederli…. ahè, mica se po’ fa’!!! ^_^ Sicuramente buonissima la ricetta ma i micioli sono SPETTACOLARI!!!!!!!!!!!!!!!!!

  9. Non ho mai mangiato i canederli, anche perchè non sono un piatto delle mie parti, comunque mi incuriosiscono molto…complimenti!!!

  10. Grazie davvero!!!!
    I canederli sono buonissimi, si prestano a mille varianti “svuotafrigor” e sono utili per riutilizzare il pane del giorno prima.
    In brodo poi, nelle fredde serate autunnali, sono perfetti per scaldare gli animi.

    Per quanto riguarda i musetti, che dire, se non che sono una meraviglia della natura 😉

    Bacioni e canederli a tutti!

  11. Che tesoro Swiffer ^_______________^

    …benritrovata la Miss 😛

    Complimenti per il piatto, e buon tutto 😉

  12. ciao Nello, che bello risentirti!
    Swiffer è stata una mamma incredibile e molto mi ha dato da pensare vedere come naturalmente si è trasformata in una dolcissima super mammona!

    buon tutto anche a te!

  13. Ben tornata!!!!!!!! E che tenerissimi che sono i mici!!!!!!!!!!!!! Mamma quanti bacetti gli darei 😛 Complimenti per la ricetta e le tue super e bellissime foto 😉

  14. Bellissimi i gatti!!! Adoro i tigrotti 🙂

    Ma cosa mi fai vedere??? Da piccola ne mangiavo a quintali di canederli (però con gli spinaci)…. mi hai fatto venire 1 voglia ke può essere colmata in un solo modo: corro in cucina xd
    A parte gli scherzi grazie di avermeli fatti venire in mente: per fortuna è quasi ora di cena: la mia fame è quadruplicata

  15. Ormai sono rimasti in due dei sei cuccioli. Questo primo pomeriggio anche il penultimo lascerà questa casa per conoscere la sua definitiva famiglia. Per fortuna sono stati tutti assegnati a case amiche e sono felice di sentire che stanno bene e che sono felici.

    Grazie Gemma e, cara Fatina92, penso che i prossimi canederli che farò saranno proprio con gli spinaci! 🙂

  16. ciao.Solo ora leggo il tuo profilo e le tue ricette.. che squisitezze ..che bei gatti. e i canederli agli spinaci?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti