Brustolini (semi di zucca tostati)

Brustolini semi di zucca tostati Avete mai assaggiato i “brustolini”?
In commercio ci sono (nel reparto degli snack salati), generalmente a poco prezzo, ma contengono tantissimo sale. Se consumiamo abitualmente la zucca possiamo crearli noi stessi molto facilmente.

Una volta separati i semi dalla polpa, bisogna pulirli bene cercando di togliere tutti i filamenti, ci si può aiutare lavandoli sotto acqua corrente o lasciandoli un pò a mollo e poi tamponarli con un canovaccio. Questo è il compito più noioso della faccenda. La qualità che io ho trovato migliore per questa “ricetta” è la butternut *; ovvero semi non troppo grandi e non troppo sottili.

Ora possiamo metterli in una padella (meglio antiaderente) a fiamma media e tostarli per qualche minuto. Spolverare con sale e/o spezie e servire.

Un’idea interessante (che non ho ancora provato) sarebbe essiccarli cercando così di unire la golosità della croccantezza alla conservazione delle sostanze utili (che più o meno in cottura andiamo a degradare) del seme di zucca.06

* Se avete una zucca con semi molto grandi (tipo chioggia o delica) consiglio dopo la tostatura di triturarli finemente e utilizzarli così su verdure o insalate o quello che vi pare.

  1. Carina l’idea di farseli in casa… sono sicuramente più sani

  2. Brava Elisa, io uso solo Butternut e Hokkaido. I semi per pigrizia li ho sempre gettati. Poi idea di doverli aprire per mangiare il suo interno mi terorrizza, visto che sono una persona di poca pazienza 🙂 Ma mi hai messo curiosità, dovrò provarci.

  3. Wow adoro i “Bruscolini “, così li chiamava mio papà…

    Pensavo però che una volta tolti dalla zucca andassero lasciati al
    Sole o essiccati …

  4. Quanti ricordi d’infanzia…☺ Anche mia mamma li faceva così! 😊😊

  5. i bruscolini sono la mia passione e poi questi senza sale sono perfetti

  6. Li ho sempre mangiati fin da piccola e questi con poco sale sono perfetti!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti