Speedy pappa

Dedicata ai piccoletti di casa e alla loro rivoluzione veg!! Con un pensiero speciale a Sfisfi e al  seme di luce che cresce nel suo ventre. Shanti, amici!! (nella nota alla fine del post…non vi dico niente: andate a leggere da voi!! 🙂 )
DSC_3612
Ingredienti:
1 tazza d’acqua (250 ml circa)
foglie di sedano
qualche fettina di cipolla
qualche fettina di carota
2 cucchiai colmi di farina di lenticchie
1 cucchiaino d mandorle tritate
olio evo

Procedimento:
quando l’acqua bolle, tuffateci le verdure, lasciate cuocere per 10 minuti e frullate. Rimettere il brodino sul fuoco, settacciarvi dentro la farina di lenticchie, mescolando bene e lasciando cuocere (sempre mescolando) per 5-7 minuti. Arricchite con le mandorle…pronta!! 🙂 Se piace, si può aggiungere 1/2 cucchiaino di miso precedentemente disciolto in un dito di brodo bollente.

Considerazioni:
e ora vorrei affidarvi una specie di sfogo e per dedicare un pensiero a tutte le famiglie che hanno deciso, nonostante le innumerevoli difficoltà (pregiudizi, terrorismo psicologico, ignoranza…), di crescere i cuccioli di casa secondo gli ideali della scelta vegana. Molti di voi sanno che sono mamma di uno gnomo di tre anni e mezzo e di una piccola guerriera (pacifica!) di appena un anno, entrambi vegani dalla nascita. Abbiamo sempre avuto la fortuna di godere dell’appoggio di nonni, e parenti in generale, i quali, seppur non condividendo la nostra scelta , non ci fanno mai sentire esclusi. Anzi, sia la mia famiglia che quella del mio compagno hanno colto l’occasione per ampliare i loro orizzonti a tavola e in tutti gli altri ambiti della vita, andandosi ad informare, facendoci domande, ascoltando con attenzione i nostri punti di vista. Il mondo là fuori, però, non sempre è così comprensivo.

1524650_256158424548062_906358122_n
A partire dalla scuola. Quanto bisogna lottare per veder riconosciuto il sacrosanto diritto alla libertà di scelta! Bisogna rompere le scatole a  dirigenti scolastici, assessori, sindaci, direttori di cooperative…bisogna avere certificati di pediatri e pareri di nutrizionisti. E tocca armarsi di santa pazienza e diplomazia, far buon viso a cattivo gioco. Dopo tutto ciò, si può forse ottenere un menù vegano decente a scuola per i propri figli. Noi, in 4 mesi di peripezie, ci siamo riusciti. E poi? Poi c’è il mondo che ruota attorno alla scuola: feste, merende, compleanni…Tu non vuoi vestire gli abiti del tiranno, e allora ti autoconvinci ad accettare dei compromessi (con un po’ d’amarezza nel cuore), ma ecco che qualcosa succede! Qualcosa in cui hai sempre creduto ma che tutti volevano trasformare in un’illusione. Succede che tuo figlio ti guardi con occhi rassicuranti e ti dica :” Mamma, io quei biscotti che mangiano loro non li voglio, perché c’è il latte di mucca. Io sono vegano!”. Ecco, allora: in un attimo capisci tutto. Capisci il senso della strenua lotta, capisci il valore vero della coerenza, capisci il profondo significato dell’amore. Perché ogni esempio dato con il cuore, ogni spiegazione elargita con dolcezza traccerà la strada sulla quale i nostri piccoli intraprenderanno il loro cammino di consapevolezza. Senza dover imporre divieti, senza raccontare frottole, senza precludersi nulla, senza sfuggire alla vita sociale. I bambini sono così puri, così intuitivi, così empatici, così spontanei da non aver bisogno d’altro che della nostra complicità per mettere in atto la loro rivoluzione vegana.”Ma poi si sentiranno frustrati di fronte agli amichetti che mangiano le merendine!” Niente affatto!! Se avranno accanto una famiglia unita e complice, disponibile al dialogo, convinta delle proprie scelte, il cammino controcorrente non porterà alcuna frustrazione, bensì un grande senso di libertà:  “Mamma, per fortuna noi siamo vegani!”. Poi potrà succedere che col tempo i nostri bimbi prendano un’altra strada: lasciamoli liberi di scegliere, restiamo aperti all’accoglienza quando vorranno tornare indietro.L’amore porta amore! Allora, buona pacifica rivoluzione a tutti! Non stanchiamoci mai di gettare in giro i semi del cambiamento. Shanti!!

Nota: finalmente posso rivelarvi la bella sorpresa che ho in serbo da un mese ormai e di cui vi ho accennato nelle mie ultime ricette. Ebbene, dopo mesi e mesi trascorsi a sognare e notti dopo notti passate a rimuginare, domenica 16 febbraio ha visto la luce il mio blog NaturaLentamente!! 🙂 Sarà uno spazio di condivisione e scambio, una raccolta di racconti di decrescita consapevole e pacifiche rivoluzioni. Passate a trovarmi!! 😉 E non è la sola novità! Io, il mio compagno e una coppia di amici abbiamo appena fondato un’associazione culturale di promozione sociale che sta cominciando a muovere i primi passi in ambito educativo e artistico: incrociate le dita! E, per non farci mancare nulla, stiamo anche traslocando a casa nuova… Siamo in fermento! 😀 Tanta luce!! A presto!

Leggi altre notizie con:
  1. Ah! Vorrei mandare un pensiero anche alla nostra Imo_79…chissà se leggerà… Un bacio a te e ai tuoi piccoletti. 🙂

  2. Vale che belle notizie!!!! Vado subito a visitare il blog! 😛 e complimenti anche per la nuova casa e per i progetti dell’associazione…wow!! Immagino cosa voglia dire scontrarsi con l’ottusità delle persone a cui affidi i tuoi figli e dalle quali ti aspetti anche una forma di educazione (teoricamente così dovrebbe essere)…Mio marito è onnivoro ma rispetta profondamente la mia scelta e mi difende anche quando qualcuno prova a farmi sentire una scellerata, probabilmente non è ancora pronto per il cambiamento e io rispetto i suoi tempi perché a differenza di altri almeno lui si informa ed è consapevole di certi meccanismi..non so come andrà se avremo dei figli, ma ce la metteremo tutta, questo e sicuro!! Grazie per lo sfogo, sono esperienze condivise molto importanti! 😛 tanti auguri per tutto!!! 😉

  3. Vale sei una persona fantastica, l’ho sempre pensato, ma stamattina leggendo queste tue parole mi sono commossa e mi è venuta una voglia immensa di dirti che quello che fai è un sogno, una favola, una costruzione bellissima, che ammiro e invidio profondamente.
    Sei una grande, i tuoi figli saranno delle persone speciali, vive, sincere, sapranno cosa significa l’amore e l’empatia, capiranno le scelte altrui e i cambiamenti.
    E questo mi fa sperare che in un futuro non lontano non saranno tutti una massa di ignoranti pronti ad attaccarti facendoti sentire diversa in senso negativo, al contrario spunteranno baldi giovani e coraggiose fanciulle che difenderanno gli animali, le persone e questo pianeta.
    Grazie Vale, mi hai fatto cominciare la giornata con un piantarello costruttivo.
    Un abbraccio enorme, per contenere te, la tua bellissima famiglia e tutto il vostro amore

  4. @G-Stail, grazie per essere passata sul blog e aver lasciato un segno! Anche il mio compagno era onnivoro, ma è sempre stato molto rispettoso nei miei confronti, tancto che in casa ha sempre mangiato solo vegano. E’ sempre stato d’accordo anche sullo svezzamento vegan dei bimbi. Poi col tempo, coi suoi tempi, è diventato vegetariano e infine vegano. L’accoglienza e l’amore e l’attesa sono i migliori alleati per il cambiamento! Bacioni

  5. @Valentina: carissima omonima, sei tu che mi fai commuovere con le tue parole! Sono molto fiduciosa nel futuro e nelle nuove generazioni sento forte il cambiamento intorno a noi! Un abbraccio anche a te, pieno di luce! 🙂

  6. speedypappabuona! che regalo stupendo ti ha fatto il tuo gnomo con quelle parole… e che brava tu con i tuoi progetti! credo profondamente nella decrescita felce e consapevole (leggere latouche è stata una folgorazione, come dire “ah ma allora non sono pazza, c’è chi pensa che non solo sia possibile, ma sia l’unica via..”) e quindi ti auguro buona fortuna x entrambi i progetti e mi raccomando non smettere di cucinare, ma già so che non succederà… 🙂 🙂

  7. A parte che adoro la farina di lenticchie e adoro il suo sapore con le carote.. Per il resto, mi lasci sempre senza parole

  8. Vi abbraccio carissime! Mi sento sempre a casa qui! 🙂 Non mancherò di continuare a pubblicare le mie ricette anche qui. Un abbraccio

  9. Vale bellissima!!! Quante belle notizie!! Il blog l ho gia spulciato e ho lasciato anche un comnento. Per quanto riguarda l associzione super in bocca al lupo! È un grande impegno e una grande bella soddisfazione. Un abbraccio forte

  10. Complimenti per la ricetta!! Ma soprattuto per il blog, per l’associazione culturale e per le idee ed i valori con cui crescete i vostri bimbi…se ci fossero più genitori come voi al mondo ci sarebbe sicuramente meno sofferenza e più consapevolezza! Gli insegnamenti giusti, quando dati con amore, poi portano sempre i frutti!! Un bacione a tutti e ancora tanti complimenti 🙂

  11. @Nica, grazie per il commento che hai lasciato sul blog!! :*
    @EnricaAnnalisa, grazie anche a voi per i comlplimenti e gli apprezzamenti. Siete molto care… 🙂 A presto!!

  12. Vale ti rispondiamo qui a proposito del digiuno così siamo sicure ti arrivi 🙂 noi lo facciamo ogni martedì: l’ultimo pasto lo facciamo lunedì a cena e poi ricominciamo a mangiare mercoledì a colazione ( sono in genere 32/34 ore) ….è da poco che abbiamo iniziato, finora ci sembra un’esperienza molto positiva, riusciamo anche a non sentire la fame per tutto il giorno!! Vedremo i risultati nel lungo termini 🙂 bacini e buona domenica :*

  13. Fantastiche! Buona domenica anche a voi!! 🙂

  14. cucciola certo che leggo!!!! difficilmente commento ma seguo sempre! inoltre avevo già buttato un occhio al tuo bel blog!!!! bravissima!!! un bacio grandissimo!!!

  15. Che paicere sentirti, Imo!! Sapere che ci sei, anche se in silenzio, è una gran bella cosa! A presto!! 🙂

  16. Vale ti rinnovo i miei complimenti per il blog e per tutti i nuovi progetti! So che suonerò un po’ ripetitiva, ma le tue parole mi trasmettono sempre tanta energia e amore! Sei una forza! 😉
    Un abbraccio!

  17. Miss!! <3 Un abbraccione anche a te!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti