Mandorle della Befana

Il mio amico e grande fotografo Gianluca, oltre ad avere il dono di saper creare opere fotografiche, ha sopratutto il dono di avere una madre in grado di creare opere ancor più importanti… Sto parlando delle mandorle caramellate o pralinate (dalle nostre parti in Toscana la versione con le arachidi viene chiamata “addormentasuocere” e sono ottime da aggiungere nella calza per l’epifania). Quando viene a trovarmi nella sede di Promiseland ha il preciso obbligo di portarmente qualche sacchetto (magari anche insieme a qualche altra specialità come marmellate o taralli, per buona concessione della generosa mamma). Potevo resistere dal condividere una così gustosa specialità?

Ingredienti:

2 parti di zucchero
1 parte di acqua
2 parti di mandorle sbucciate e tostate
aroma di vaniglia in fiala

Procedimento:
Utilizzando una vecchia pentola (perche l’attaccamento dello zucchero è difficilmente evitabile), fate sciogliere lo zucchero e l’acqua a fiamma vivace evitando che il colore diventi bruno. Quindi aggiungete le mandorle e continuate a mescolarle finchè non si formerà una schiuma densa e bianca, a questo punto mettete il fuoco al minimo e continuate a mescolare per far aderire bene il composto alle mandorle. Spegnete il fuoco ed aggiungete l’aroma di vaniglia continuando a mescolare bene. Quindi con l’aiuto di una forchetta disponete le mandorle caramellate su della carta da forno e lasciatele raffreddare. Mi raccomando di non spostarle finchè non saranno fredde e ben dure, ma sopratutto non dite al vostro dentista che la ricetta ve l’ha data la BioContessa… Nota: se conservate in una barattolo di vetro sigillato, sarà possibile gustarle anche per diverse settimane.

  1. wow il tuo blog e’ fenomenale! Son vegetariano da molti anni e trovare qua’ queste ricette succulente mi ha riempito di gioia.
    :-)))))))))))))))))))))0

  2. ehm…. gnam gnam….
    queste bontà le conosco davvero molto bene… 🙂
    sono sicuro che adesso chiunque ne mangerà non potrà più farne a meno… 🙂
    il sito è ormai davvero indispensabile, non ne possiamo più fare a meno!
    siete fantastici!

  3. la ricetta non mi torna……sopratutto la variante della vaniglia. Biocontessa le ha fatte e mangiate come descritte nella ricetta? Sono più gradevoli?
    Gariantisco che alla prima occasione la “mamma di Gianluca” farà le mandorle pralinate nella sede di Promiseland e Biocontessa……
    Utilizzeremo anche noi due le tue ricette (non sempre).
    Ciao a tutti

  4. Ciao Umberto… E’ un piacere averti qui (mancano solo Claudia e Giuseppe e poi abbiamo la famiglia Acca al gran completo!).
    Quando le abbiamo mangiate con la vaniglia erano molto buone, anche se quelle di Calaudia sono insuperabili (e insostituibili)… Ogni ulteriore indicazione verso la perfezione è ovviamente ben accetta…
    Un abbraccio.
    BioContessa.
    🙂

  5. ciro-ardolino(cicciano) 28 Ottobre 2008, 23:21

    la mia ricetta è.
    1 kg. di mandorle con buccia
    600 g. di zucchero
    1 bicchiero di plastica d’acqua
    fare cuocere tutto sul fuoco mescolare ogni tanto, quando incomincia a evaporare tutta l’acqua girare di continuo lentamente,aggiungere un po di vaniglia e un po di arancia grattugiata. abbassare la fiamma del fuoco e farle caramellizzare come si desidera. provateleeeeeeeeeee

  6. a me vengono buone solamente non mi vengono di quel marroncino che hanno le tue e quelle che vendono alle fiere, sapresti spiegarmi il perchè??

  7. magari la Befana mi lasciasse due di queste mandorline nella calza che anche alla mia età lascio sempre appesa nel camino (non si sa mai!).
    😉

  8. grazie Renata per la ricetta. Ogni anno le compro sulle bancarelle, ma ora che ho la ricetta, me le farò in casa. GRAZIE MILLE!!! io adoro le mandorle così, e di sicuro proverò pure le addormentasuocere :mrgreen:

  9. ne vado ghiotta, a prestissimo!!! ^_____^

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti