Yuba-salame col tortel

Per la vostra tavola, amici buongustai di Veganblog, ecco un piatto tipico della cucina trentina, da me reinterpretato in chiave vegana 😀image
Ingredienti per lo yuba-salame:
34 g di instant seitan
2 cucchiai di amido di mais
1 foglio di yuba secco (24 g)
1,5 l di brodo vegetale
sale qb
1 cucchiaino di pepe bianco
1 cucchiaino colmo di aglio in polvere
1 cucchiaino di preparato per goulash Vegan Ok
1 cucchiaio di liego (lievito alimentare in fiocchi con semi di sesamo tostati)
2 cucchiai di salsa di soya

Ingredienti per il tortel gluten-free:
1 grossa patata
2 cucchiai di amido di mais
2 cucchiai di farina di mais fioretto
sale qb
1 pizzicotto di rosmarino essiccato
olio evo qb
image
Procedimento per lo yuba-salame:
Innanzitutto preparate il brodo vegetale e, quando sarà bollente, tuffatevi il foglio di yuba secco (badando a non romperlo). Fatelo cuocere 15 minuti, poi scolatelo, sgocciolatelo con delicatezza e tenetelo da parte assieme al brodo. Amalgamate in una terrina l’instant seitan con l’amido di mais, l’aglio in polvere, il liego, la salsa di soia e il preparato per goulash servendovi di 1 mestolo di brodo. Salate e pepate a vostro piacimento, poi avvolgete il panetto di seitan ottenuto nel foglio di yuba dandogli la forma di un salametto, che fascerete ben stretto con un tovagliolo bianco pulito. Chiudete l’involto a caramella e passatevi più volte attorno del filo da cucina per rendere la fasciatura più resistente alla cottura. Mettete il salame in pentola a pressione con il brodo e fate cuocere per 30 minuti. Scolate il salametto e fatelo raffreddare senza svolgerlo dalla fasciatura.image
Procedimento per il tortel gluten-free:
Grattugiate la patata cruda con un gratta-verdure a fori larghi in un’insalatiera, poi unite il sale, il rosmarino e l’amido di mais ed impastate il tutto con le mani, formando delle schiacciatine che friggerete in olio evo oppure cuocerete in forno a 200° fino a doratura.image
Dopo aver liberato lo yuba-salame ormai freddo dalla fasciatura, affettatelo su un tagliere di legno  (potete anche ripassare in padella antiaderente le fette se lo desiderate) e servitelo accompagnato dal tortel di patate ben caldo.

  1. il foglio di yuba da quell’effetto di muffa tipico del salume stagionato, non mi piacciono gli accostamenti oramai è noto, però giù il cappello per la sensazionali trovata magica L

    bless and love!

  2. Bellissimo il salame di yuba. Purtroppo qui in fogli non la trovo, solo in fili, stretti o anche larghi, ma sempre troppo stretti per avvolgere. Magari ci posso fare delle salsiccine sottili.

  3. Wow che bello!! purtroppo la yuba non l’ho mai vista! non si trova qui da me! magari lo faccio senza! il tortel sembra buonissimo! è una specie di ròsti no? 🙂

  4. Ciao cara,

    Un’altra disgrazia è sucesso in vita mia. Papà è mancato ieri.
    Sto soffrrendo tanto cara, tu non puoi immaginare. Sono soltanto 7 mesi che la mamma è mancata e adesso lui. E’ troppo per me. Buona domenica. Baci.

  5. @Xuxa: No… sono esterrefatta 🙁 …
    Ti scrivo in privato cucciola 😥 …

  6. Questa me la dovrò stampare per farla passo a passo e poi non cononosco nemmeno yuba..

  7. @LucaCeltics: grazie Luchino 🙂 !
    L’effetto “muffa” si ottiene sfregando la superficie dello yuba-salame con farina bianca e sale 😉
    Gli accostamenti sono per certi versi inevitabili perché anche avendolo fatto a bocconcini, a pallottole o a schiacciatine avrebbe ricordato comunque spezzatino, polpette e burgets crudeli. Le forme sono quelle purtroppo, ma mi attrezzerò per trovare una forma cubica eheheh :mrgreen: !

  8. @Vetuska: lo yuba secco (o tofu secco) é in vendita nei supermercati cinesi sottoforma di fogli che durano in eterno e costano una miseria 😉 !
    E’ una fonte proteica eccellente e ci puoi fare la carne vegana dei monaci tibetani (piatto prelibato). Da’ un’occhiata alla ricetta “Pollo vegano” di Dimensionvegana qui su Veganblog: c’é persino il video per farlo passo passo. Io non ho mai realizzato quella ricetta perché mi sono limitata, qui, a ricoprire il seitansalame ma é molto istruttiva sull’utilizzo dello yuba e ne da esaurienti spiegazioni in materia 😉
    Grazie cara 🙂

  9. @Mariagrazia_89: grazie tesora 😆 !

  10. @Rita: potresti mettere lo yuba ammollato ridotto a… sigarette fini all’interno di un salame di seitan. Ma é solo un’idea. Grazie 🙂

  11. @Raissa: grazie carissima 🙂
    Il tortel di patate é tipo un rosti ma si fa con farina bianca (la versione gluten free é una mia invenzione). La ricetta crudele prevede anche la possibile aggiunta di uova e latte 🙁 che volendo puoi sostituire con latte vegetale e 1 cucchiaio di yogurt di soia o altro sostituto dell’uovo. Comunque io lo preferisco semplice… 🙂
    Lo yuba se non lo trovi puoi ometterlo: il vegsalame di solo seitan verrà ugualmente buono, basta che tu abbondi nei condimenti nella preparazione e lasci che quando si trova ancora allo stato spugnoso (prima di insalamarlo) li assorba bene, specialmente la salsa di soia 😉

  12. @Veruska: scusami … 😕 Il nome della ricetta che ti ho segnalato é “Pollo vegetale”… 😳

  13. Lali queste ricette le adoro!!! Sembra tutto squisito!!! 😛 Quanti consigli e quante idee, che meraviglia 😉 Appena tornerò a mangiare più “variato” preparerò queste bontà. Anche io mai visti i fogli di yuba, ma ci farò caso. 🙂
    Per Xuxa: mi spiace immensamente e credo che hai scritto alla persona giusta…nessuno ti può capire e accompagnare meglio di Lali che sa esattamente quello che stai provando, vero piccola grande Lali??? 🙂 Noi amici di VB anche se siamo lontani, ti siamo vicini col cuore

  14. @Ametista: grazie mio dolce tesoro 🙂 …
    Immagino che quando verrò a trovarti avrai ultimato la tua dieta detox così potremo fare insieme una ricetta inedita dal titolo “Scofanate vegane” 😉
    Lo yuba secco che compro io al super cinese é in fogli sottili del diametro di una pizza pressati gli uni cogli altri. Cercarlo nei negozietti etnici e vedrai che lo trovi…

    Purtroppo so bene quello che sta passando la piccola Xuxa: la perdita del mio adorato papà é stato il dolore più grande della mia vita, perché é stato il mio Re sulla terra… 🙁 e per questo le sono vicina più che mai… 😳 Il Signore mi ha sostenuta e ne ho sentito il conforto in quel tremendo momento e sono certa che troverà il modo di consolare anche il povero cuore ferito di Xuxa se Lo lascerà entrare…

  15. Cara Lali so bene che il tuo papà adorato è stato tutto questo per te, per questo credo che solo chi ci è passato davvero possa capire fino in fondo.
    Ti aspetto per le nostre “Scofanate vegane” e tanto altro!!! TVB 🙂

  16. Scusate 😳 ehm! Ho dimenticato un ingrediente del tortel! Ci vogliono anche 2 cucchiai di farina di mais fioretto 🙂

  17. che belle ricette che state pubblicando….vi leggo sempre ma sto facendo prove si lavoro negli stabilimenti al mare, un po lavoro dai bimbi.e ho la sere malata e il marito domani fa le tonsille …mi sa che ci risentiamo a settembre! in più oggi abbiamo trovato un pulcino di merlo(la mamma è passata da qualche gatto perché ho trovato le piume e basta)qualche idea oltre ai verdetti su come crederlo?

  18. @Soei99: grazie cara 🙂
    Magari tra un tour de force e l’altro troverai il tempo di postare qualche ricettina, dai… 😉
    Non ho capito l’ultima parte del commento… il pulcino é morto 🙁 ?

  19. Grazie FataLisa aggiusta tutto :* :* ‘* !
    Come farei senza di te? 😳

  20. Insomma, questo yuba lo devo proprio provare, sono curiosa!!! Ho cercato in giro: nulla! Non mi arrendo però, eh 😀 Maaa una fettina di salamino, me la lanci?! 😉

  21. @GiuliaJul: Ma cerrrto, anche di piú :mrgreen: !
    Ciao bellissima 🙂 !
    Se cerchi su Internet alla voce yuba trovi anche il nome cinese col quale é più facile cercarlo e trovarlo nei negozi etnici che riforniscono i ristoranti cinesi 😉

  22. Mi lancio e come un segugio marcherò questo yuba fino a conquista avvenuta 😀

  23. @GiuliaJul: ho trovato! Il nome cinese é fu-pi e vuol dire “pelle di tofu” (yuba é giapponese).
    Sono certa che lo troverai 😉 spesso nei supermercati cinesi non sanno neanche loro tutte cose che hanno… adesso ho imparato a cercare bene sugli scaffali e scovò sempre qualcosa di nuovo 😉

  24. che bella ricetta!!!! sei davvero una fata….io con l’ istant seitan ho avuto un paio di “scontri”: MI RIMANE SEMPRE STOPPOSISSIMO. Forse dovrei aggiungere un qualche componente liquido in piu’:)

  25. @Chiaretta77: grazie tesoruccio 😳 !
    Probabilmente si, il risultato sgradito dipende da un disequilibrio tra il preparato e i liquidi aggiunti 🙄 … Io quando utilizzo l’instant seitan, aggiungo l’acqua poco alla volta e mi fermo quando mi accorgo che é stata del tutto assorbita e
    mi ritrovo con un composto molto morbido e asciutto, lievemente spugnoso. A questo punto aggiungo gli aromi (sennò sa di poco 😕 ) e lo insalsiccio in un pannolino per poi cuocerlo nel brodo in pentola a pressione, 30 minuti dal fischio. L’aggiunta di qualche altro ingrediente nella preparazione del seitan mediante l’utilizzo dell’instant seitan può rendere il composto particolarmente morbido e gustoso. Ti consiglio il mio Veg polpettone di magro: riesce sempre ed é per nulla stopposo. Vedrai che ti riuscirà benissimo 😉 ! Baci 🙂

  26. anche io faccio come ha detto L con l’acqua, io ho trovato (gusto personale è) che la farina di canapa aiuti a renderlo meno stopposo e gli dia un buon sapore in più, fai conto che su una busta di istante seitan metto 2 cucchiai di farina di canapa….se no spulcia tra le ricette della magica L ne sa una più del diavolo come si suol dire

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti