Torta di pane e banane

Mi sono ritrovata una montagna di pane raffermo e diverse banane mature. Questa torta è una buona soluzione per smaltire tutti e due i prodotti, rimane un po’ morbida per intenderci tipo torta di semolino ma a me devo dire non dispiace per niente. Una cosa interessante è anche che se viene usato sopratutto il latte di riso (ma anche quello di soia va bene) questa torta non necessita di nessun tipo di zucchero. Una raccomandazione: lasciarla raffreddare prima di tagliarla… secondo me il giorno dopo fredda da frigorifero è ancora più buona.

Ingredienti:
250 g di pane integrale (o altro)
50 g di uvetta sultanina
2 banane mature
2 pere Williams non troppo grosse (non le avevo allora ho usate 2 mele)
600 ml di latte di riso
1/2 cucchiaino di cannella in polvere (facoltativo)

Procedimento:
Frullare il latte, le pere e le banane e versare il composto sul pane secco tagliato a pezzi piccoli. Aggiungere l’uvetta un po’ ammollata precedentemente e lasciare riposare finchè il pane non avrà assorbito tutto il liquido. Amalgamare bene l’impasto, versarlo in una teglia unta ed infarinata, infornare nel forno già caldo e cuocere per 40 minuti a 180°. Velocissima da farsi.

  1. che bella!!! forse me la faccio fare oggi da mia mamma!!!^_^!

  2. Mamma mia che bella, domani sera me la preparo… Gnam gnam…

  3. FATTA! me l’ha fatta la mia mammina, ha usato filoncini integrali, ha usato il latte di soia e le uvette le ha bagnate nel succo di limone! GNAMMY!!!

  4. Viva le mamme!!!

  5. che poi sapessi qual’è il nome di mia mamma …. ah ah ah ah, me ne sono accorto adesso. si chiama stella. ^_^!!!

  6. ragazzi l’ho preparata, e’ venuta buonissima, a mio modo di vedere consigliatissima per la prima colazione, dolce il giusto e molto saziante. Grazie per la ricetta!!!!

  7. Manuel che bel nome quello di tua madre (e anche il tuo!!!), mi sarebbe piaciuto molto chiamarmi così invece il mio è solo un nick, va bè….

    Grazie a te Andrea per la fiducia. Ti dirò di più spero sempre che mi avanzi più spesso il pane per rifarla, come hai detto giustamente te è dolce e sazia al punto giusto.

  8. Ottima ricetta! L’ho fatta proprio per Pasqua,… con alcune varianti, che propongo: innanzitutto devo dire che io lo zucchero io l’ho messo, infatti a me i dolci piacciono dolci appunto, e assaggiando prima ho visto che per i miei gusti era troppo poco dolce….; quindi ho messo 4 cucchiai di zucchero nell’impasto e poi prima di infornare ho cosparso la torta con un consistente strato di cioccolato fondente grattuggiato (quindi non una ‘spolveratina’ ma appunto uno strato coprente in modo che si sentisse bene il sapore della cioccolata!). Il risultatoè stato davvero ottimo! Infine confermo che questa torta se è buona calda, appena fatta, è ancor più buona il giorno dopo, anche apepna tirata fuori dal frigorifero!

  9. Benissimo, faccio anch’io così colgo le ricette che più mi ispirano e poi le personalizzo cambiando qualcosa..ottima la tua idea del cioccolato da provare!!!!

  10. no, no, lo zucchero proprio no! lo mettono ovunque, un dolce ogni tanto più “salutare” e con zuccheri presenti naturalmente nella frutta ci vuole.

  11. Concordo pienamente con te manuel, quando è proprio necessario cerco infatti di sostituirlo con il succo di agave… questa torta è favolosa perchè soddisfa la voglia di dolce anche senza l’ aggiunta di zucchero!!! Poi è questione di abitudine per chi lo ha eliminato anche il troppo dolce diventerebbe stucchevole. Salutoni

  12. Ottima, non avevo latte di riso e ho messo qll di soia e poco zucchero integrale, sostituito l’uvetta con del fondente.. oggi la porto dai miei ^^

  13. Speriamo bene, sappiamo quanto possano essere diffidenti i genitori, però non dovrebbero farti troppe critiche in fondo è buona, piace anche a me che per i dolci sono difficile.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti