Torta degli addobbi

La torta del addobbi, o semplicemente torta di riso, è una ricetta tipica bolognese. E’ gluten free e anche senza lievito chimico 🙂 :A Natale in una delle ceste c’era un pacco di riso bianco. Noi abitualmente utilizziamo il riso integrale, allora abbiamo deciso di utilizzare quel riso per preparare questa torta. Nella ricetta originale ci sono ingredienti crudeli e noi li abbiamo omessi sostituendoli con la maizena.DSC_0181
Ingredienti:

1 l di latte di soia alla vaniglia
200 g di riso bianco
100 g di zucchero di canna
la scorza grattugiata di 1 limone
15 g di maizena (amido di mais)
1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di succo di limone
acqua qb
farina gluten-free qb
frutta fresca, secca e a guscio a piacere

Procedimento:
Mettere a bollire il latte e quando arriva ad ebollizione aggiungere il riso, lo zucchero e la scorza di limone. Cucinare finchè il riso non è cotto. Lasciare assorbire il latte dal riso. Se si lascia un po’ di ore è migliore il risultato (noi lo abbiamo lasciato a riposare per circa 6 ore). Preriscaldare il forno a 180°. In una ciotola mettere la maizena e il bicarbonato, poi aggiungere il succo di limone e acqua finchè non diventa abbastanza liquida la maizena. Aggiungere il composto e la frutta al riso e mescolare. Infarinare la teglia e mettere “l’impasto”. Infornare e cucinare per 20 minuti a 180°. Dopo abbassare la temperatura a 150° e cucinare ancora per 40-45 minuti.

  1. Yum! È uno di quei dolci tradizionali semplici ma buonissimi, vero? Slurp 🙂

  2. ….mi allontano un giorno… e guarda cosa scopro… ;-)deliziosissimaaaa!!! 🙂
    questo è uno di quei dolci della serie “una fetta tira l’altra”… 😉
    Bravissime…! 🙂 🙂

  3. Un eternità che nn ne mangio, ho sempre creduto che vegan non legasse, ed invece…. Tentatrici!!!! 😉

  4. mmmhhh chissà che buono…. mai assaggiato questo dolce… me ne mandate una fettina?? 😉

  5. Wow che bellissima ricetta! Ne avevo sentito parlare ma pensavo fosse fatta con il riso soffiato! Molto bella! E penso anche buona!

  6. evvai!!! questa mi mancava!!! grazie ragazzeeee!!!!!!!!!!!!!!

  7. Non abbiamo mai provato questo tipo di torta!! Abbiamo fatto solo il risolatte… 😀 ma sicuramente anche questa versione è squisita! 🙂

  8. @Grace proprio così! 😉
    @Niki grazie 🙂
    @Giopepi è stato un esperimento,e ci è riuscito 😀
    @Sfisfi la prossima volta che la prepariamo te ne portiamo una fetta 😉
    @Elysnoopy grazie 🙂 no,non viene fatta con il riso soffiato,ma con il riso 😉
    @Nica grazie a te 😀
    @EnricaAnnalisa è da provare : è una torta particolare,ma buona 🙂

  9. Buonissima, avevo rinunciato alla versione tradizionale di questo dolce, ma grazie alla vostra ricetta potrò prepararla! Complimenti

  10. …mumble…mumble…mumble… e se la facessi davvero con i soffiati…? Si, si…
    credo che mi lancerò…. domani la provo con soffiati di orzo…non ho quelli di riso 🙄
    ummmmmmmmmmmmmm… 😉

  11. @Ardisia grazie 🙂
    @Niki bella idea 😀

  12. …fatta!in versione mini, mini… con soffiati di riso e orzo…
    morbida dentro, croccante fuori… buonissimeeeeeeeeeee!!!
    🙂 🙂 Grazie per questo dolce delizioso! 😉

  13. Buonissima! Fatta con mandorle e uvetta, migliore della versione classica che adoravo da onnivora! Grazie per aver condiviso!!!

  14. La cercavo da settimane!eccolaaaaaaaa! Che bontà

  15. Cecilia Sacchetti 22 Aprile 2017, 06:29

    Giusy… mi hai fatto fare un salto nel passato e nei ricordi… da emiliana purosangue, mia nonna preparava spesso questa torta …Molto sostanziosa la versione originale, difficilmente a parere mio, poteva essere mangiata dopo un pasto, ma lei desiderava così, è così si faceva.. ho cercato spesso su internet versioni più leggere e la tua mi ispira un sacco.. volevo però sapere se al posto del latte di soia che non posso bere, potevo sostituirlo con ch cosa? Latte di riso potrebbe essere troppo dolce? Meglio un latte di avena , quinoa o sorgo? Grazie Cecy

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti