Torta al cioccolato e cardamomo

Dopo aver acquistato per la prima volta del cardamomo mi sono messa alla ricerca di qualche ricettina sfiziosa… trovata, veganizzata, testata, approvata 🙂torta-cioccolato.jpg
Ingredienti per la base:
175 g di farina
75 g di margarina
1 pizzico di sale
acqua fredda

Ingredienti per la crema:
175 g di cioccolato fondente
195 g di panna vegetale
1 cucchiaino di agar agar
2 cucchiai di zucchero
4-5  baccelli di cardamomo

Procedimento:
Sfregare insieme margarina e farina in modo da ottenere  uno sfarinato, aggiungete un po’ di sale, poca acqua fredda fino ad ottenere velocemente un impasto liscio e sodo. Mettere in frigo per 1 ora avvolto nella pellicola. Trascorso il tempo necessario foderare uno stampo da 22 cm di diametro con l’impasto, sistemare della carta forno sul fondo e mettere dei fagioli secchi… infornare per 20 minuti a 180° dopodiché togliere la carta forno con i legumi e far dorare per altri 10 minuti. Nel frattempo preparare la crema: liberare dai baccelli i semi di cardamomo e pestarli in un mortaio o con il macinacaffè, tagliuzzare il cioccolato… mettere la panna in un pentolino e prima che arrivi a bollore aggiungere il cioccolato, il cardamomo, 2 cucchiai di zucchero… a fuoco basso, aggiungere l’agar agar e  mescolare per un minuto… nel caso assaggiare e correggere eventualmente con zucchero (se la si vuole più dolce) o aggiungendo altri semi a seconda dei gusti… Mettere la crema sulla base di brisèe, far freddare bene e mettere in frigo per almeno 3-4 ore. Decorare a piacere. Sulla mia c’era semplicemente della glassa di zucchero.

P.S.:
Il cardamomo mi ha conquistata!!! 🙂

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Per conoscere meglio VEGANOK, scarica qui il nostro rapporto di impatto Etico.
Renata Balducci, presidente Associazione Vegani Italiani
  1. e allora ditelo che vi siete messe tutte d’accordo per farmi desistere dalla dieta! Tubalkain: è spettacolare! sei veramente un’artista!

    Reply
  2. Francesca mi dispiace!!! 🙂 🙂
    Grazie ragazze

    Reply
  3. Lentamente mi sto riprendendo….sarà dura 🙂

    Reply
  4. bellissima! una domanda la devo fare per forza: questa frolla ricorda davvero quella “vera”?

    Reply
  5. non ho parole cara Tuba…………..quando il casino sarà finito la faccio sicuramente per la mia peste…………anzi per le mie pesti………….sono due i golosoni di cioccolato 🙂 Devo pur vedere come funziona il mio mega forno no??? Questa mattina ho cucinato due peperoni….spero domani di poter rifare il pane se oggi mi finiscono tutto 🙂 Baciotto

    Reply
  6. Grazie Sauro!! Maysa, grazie pure a te..non è una frolla bensì una pasta brisée , friabile e leggermente croccante…per la verità è la prima volta che uso la margarina, preferisco utilizzare olio ma la brisée è venuta buona come la vera, anzi meglio per quanto mi riguarda, visto che da onnivora non sopportavo il sapore del burro nelle preparazioni…

    Reply
  7. Ciao Chicca.. che bello la tua cucina quasi finita!!! si sente la mancanza dei tuoi manicaretti!!! Chissà tra quanti anni avrò la mia vera cucina!!!!

    Reply
  8. Che bella!!!
    Se ti ispira il cardamomo, prova questi:
    http://millemuffin.blogspot.com/2009/06/muffin-arancioni-senza-glutine.html
    (ancora da veganizzare)

    Reply
  9. Il cardamomo mo mo lo compro e faccio ‘sta torta stupenda!

    Reply
  10. aaaaaaaaaaahhhhhhhhhhh la tua pasta frolla leggera a casa mia è diventata un’abitudine! Lo sarà anche questa!

    Reply
  11. Ma questa è una meraviglia, una delizia del palato, una prelibatezza!!! ha un aspetto bellissimo, merito della cuoca e delle doti di fotografa della cuoca 🙂
    brava davvero! giusto l’altro giorno sono stata tentata di comprare il cardamomo ma non sapevo come utilizzarlo… adesso lo so!

    Reply
  12. …ecco, mi sono già ingrassata di 1 kg solo con la foto… la mia cellulite sta esultando…!!!

    Reply
  13. Grazie grazie a tutte/i..
    Annavis: me la segno questa ricetta..quando l’anno prossimo arriveranno le belle arance del mio albero proverò..
    Paola: mi fa piacere che la frolla ti piaccia tanto..è pure leggera..questa provala, è buonissima, però è una bomba calorica 🙂
    Loira: troppo gentile! Anch’io desistevo sempre dall’acquisto perché non sapevo che farci! Il cardamomo è stata davvero una piacevole sorpresa!!! 🙂

    Reply
  14. Semplicemente Meravigliosa!! bravissimissima veramente!

    Reply
  15. Sapevo che non dovevo guardare il sito stasera… addio dieta… ma per una meraviglia come questa, chi può resistere?

    Reply
  16. non ho parole. frequentando questo blog le ho esaurite. continuo a scrivere i soliti superlativi, esagero coi punti esclamativi… ma che altro posso inventare?!? tuba, sei un genio!!!!!!!!!!

    Reply
  17. Mi associo a Silvia, non mi viene in mente un superlativo originale.
    Bellissima! 🙂

    Reply
  18. … io sto leccando il video del computer !!!

    Reply
  19. Grazie davvero a tutti… mi imbarazzano tutti ‘sti complimenti!!! 🙂 ..comunque il mio obiettivo è quello di far sbavare vegan e soprattutto onnivori che continuano a ripetere “ma voi cosa mangiate???” e io rispondo..”vai su veganblog perdinci!!!!!” 😀

    Reply
  20. Brava!!!
    Continua così!!!
    Smack!!! 😉

    Reply
  21. Ciao!! Questa torta e’ meravigliosa!! Anche io amo il cardamomo e sono sempre alla ricerca di qualche modo per “sistemarlo”. Una domanda, banale credo: a che servono i fagioli secchi? Per tenere giu’ la pasta mentre e’ in forno? quindi vanno messi in forno anche loro? Grazie!!

    Reply
  22. Ciao Eleonora… si, la funzione dei fagioli è proprio quella di tener giù la pasta ed evitare che si gonfi…ovviamente quei fagioli possono essere riutilizzati nuovamente per tener giù altri fondi..:)
    ciaooooooooooo

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti