Torta cacao e arancia

Amo il connubio cacao-arancia, e questa è una delle torte che vanno per la maggiore qui a casa! E anche se non dovrei, è una delle cose che amo di più a colazione… ma in fin dei conti i dolci vegan sono sempre così leggeri!!!

Ingredienti:

220 g di farina
30 g di fecola
125 g di zucchero di canna
1/2 bicchiere scarso di olio
1/2 bustina di lievito
1 pizzico di sale
5-6 cucchiaini di cacao amaro
la buccia grattugiata di 1 arancia
latte di soia (o altro latte vegetale) qb

Procedimento:
Preriscaldare il forno a 180°. In una terrina, sciogliere lo zucchero nell’olio (uso olio evo, non mi da problemi di gusto marcato e non se ne accorgono neanche i miei amici che usano ingredienti “tradizionali”, ma ovviamente usate l’olio che preferite), aggiungere il cacao e poco alla volta la farina, la fecola e il latte, sbattendo con la frusta, fino ad ottenere un impasto fluido e liscio. Aggiungere la buccia d’arancia (la grattugio al momento) e il lievito, mescolare bene e versare tutto in una tortiera unta leggermente e infarinata. Infornare e cuocere per 35 min circa (fate comunque la classica prova-stecchino per verificare la cottura). A me piace così, semplice, ma se volete accentuare il gusto dell’arancia potete preparare una salsa da mettere sulla superficie della torta, semplicemente mettendo in un pentolino il succo di 1 arancia con un po’ di zucchero (la quantità dipende dal gusto personale) e facendo restringere tutto a fuoco lento, mescolando sempre.

P.S.:
Vorrei provare a sostituire lo zucchero con il malto, sapete dirmi come mi devo regolare con le proporzioni?

  1. che buona!!!!da fare subito subito…!!!

  2. Oh Signur…………………………

  3. Francy…mi sa che io e te sveniamo troppo spesso di fronte ai dolci..!!;-)

  4. Mi si allarga il fondo schiena a furia di vedere tutti questi favolosi dolci 🙂

  5. p.s. complimenti per la presentazione!

  6. Posso usare questa splendida torta per festeggiare e dare a tutti la grande notizia? Mi hanno ammesso al dottorato alla Brown University a Providence!! Ho fatto domanda anche in altre due scuole che mi devono ancora far sapere, ad ogni modo questo posto è sicuro e sono felicissima! Ci sono vari stravolgimentin “going on” nella mia vita in questo momento, per cui non sono stata molto presente….ma appena riesco tornerò con qualche bella ricettina!! Ciao a tutti!

  7. Ciao Annalina… E’ una notizia bellissima! Complimentoni… Una torta così te la meriti proprio!
    🙂

  8. Ciao Rossana,
    questa torta è molto bella (e dev’essere anche buonissima), ma come dice anche Chicca66, complimenti sinceri per l’ottima presentazione.
    🙂

  9. Complimenti Annalisa….c’è un gran bisogno di medici bravi e con la mente aperta anche verso nuove orizzonti alimentari 🙂

  10. Complimenti Annalina!!!bravissima!

  11. Ragazzi, dopo il “pollice nero” (le piante con me si suicidano) mi sta venendo il “pollice azzimo”…
    Non riesco più a far lievitare nulla…
    La pasta madre ha dato risultati da incubo e l’ultima torta (come questa, che adoro!) è svenuta a fine cottura…
    Che tristezza… Spero che le vostre ricette possano ispirarmi… 🙁 sob…
    Grazie Rossana

  12. Complimenti Annalinaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  13. non vedo l’ora di provarla!

  14. @ chicca: grazie!!! mi piace da matti sistemare i piatti di portata, è una fissa da quando ero bambina!
    @ annalina: ma è grandioso!!!!!!! bravissima!!!!!!!!!!! in bocca al lupo per tutto;-)))

  15. @Rossana che bella, solo l’aspetto invita all’assaggio, ma ragazzi avete così tante idee che non riesco a starvi dietro, basta non venire un giorno sul blog che mi ci vogliono 800 fazzoletti per asciugare le bave
    @Annalina— brava complimenti, tienici aggiornati!!!

  16. Già provata!!! E’ buonissima e leggera 🙂 Non l’ho presentata bene come Rossana, ma il gusto è delizioso!
    Grazie per le meravigliose ricette che molto spesso vengo a sbirciare (anche se non sono vegana)!!!

    Complimenti e buon lavoro

  17. Ho letto ora la tua domanda relativa al malto, io di solito quando uso il malto ne uso un po’ di più rispetto allo zucchero perchè dolcifica meno….poi va a gusti. Se ti fa piacere ti riporto alcune notizie sul malto: il malto è un alimento prodotto cuocendo i cereali (orzo, mais, riso, ecc.) in presenza di enzimi in grado di scindere l’amido in essi contenuto in maltosio.
    Questi enzimi sono presenti nei germogli dei cereali, di solito si usano i germogli di orzo aggiunti al cereale già cotto. Dopo la trasformazione enzimatica, il prodotto viene concentrato fino ad ottenere una consistenza e una quantità di zuccheri simile a quella del miele.

    Il maltosio è un disaccaride (uno glucide contenente due molecole di glucosio) con potere dolcificante inferiore a quello dello zucchero da cucina (saccarosio), quindi anche il malto ha un potere dolcificante inferiore a quello dello zucchero.
    Il malto viene impiegato nella preparazione di torte, dolci o come sostituto dello zucchero.
    Un abbraccio 🙂

  18. grazie mille chicca! tutte queste cose non le sapevo, sto usando il malto come dolcificante al posto dello zucchero e voglio utilizzarlo anche per i dolci, proverò aumentando le dosi…al limite faccio la prova-assaggio con l’impasto crudo:-)

  19. Carissima.. Cacao e arancia… io impazzisco!!!
    Spaziale!

  20. Annalina, intanto congratulazioni per il tuo dottorato! Al giorno d’oggi queste esperienze all’estero pagano tantissimo dal punto di vista professionale!
    E poi mi stava sfuggendo questa mitica torta…ma secondo te posso usare lo stesso impasto anche per fare i muffins? Dopo la bolletta dell’enel che ho ricevuto ultimamente, devo trovare un modo di risparmiare energia elettrica e il mio forno elettrico consuma un patrimonio! 🙂

  21. @ steffyna: si va bene anche per i muffins, anzi ti dirò spesso li faccio anch’io così mi do una regolata…se no rischio di finire una torta sana;-)

  22. l’ho fatta oggi!
    meravigliosa!

  23. Ciao stavo cercando un ispirazione per una torta cacao/arancia ed ho letto la tua ricetta.

    un’unica perplessità: come fai a sciogliere lo zucchero nell’oilo? fino a prova contraria lo zucchero non è assolutamente liposolubile. Puoi al limite farne una pappetta…. ma perchè?

    Alla fine impastando tutti gli altri ingredienti lo zucchero (o il malto)troverà il modo di sciogliersi…. nel latte.

    Comunqe ottima ricetta, a parte il dettaglio che ho citato.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti