Tahina homemade

Non so a casa vostra, ma a casa mia la tahina sparisce moooolto velocemente! Ci condisco le verdure già cotte (l’avete mai provata sulla zucca delica arrosto insieme al malto??)  oppure quelle crude (di solito broccolo romano, finocchio e carote o… quello che c’è in frigo) prima di infornarle… potrei mangiarne una teglia da sola! Peccato che sia decisamente poco economica… farla in casa, però, anche se richiede un po’ di pazienza per frullarla bene, dà grandi soddisfazioni ed è molto meno caro!image
Ingredienti:
300 g di semi di sesamo
olio evo
sale

Procedimento:
Tostare i semi di sesamo in una padella, facendo attenzione a non bruciarli. A questo punto sta a voi scegliere la modalità di frullarli: io, dopo aver quasi fuso il primo mixer, ho ripiegato sul caro vecchio frullatore a immersione. In ogni caso, frullate i semi di sesamo con 1 pizzico di sale e olio quanto basta per ottenere una crema omogenea. Invasettate, lasciate raffreddare e riponete in frigo!

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Per conoscere meglio VEGANOK, scarica qui il nostro rapporto di impatto Etico.
Renata Balducci, presidente di Associazione Vegani Italiani e fondatrice di Veganblog
  1. la tahina qui domina suprema

    bless and love!

    Reply
  2. Ottima ? ! Provvederò a farne un barattolone da tenere in dispensa x pronto impiego, eheh ? !
    Grazie Marti ?? !

    Reply
  3. Io non lo compero più… proprio per evitare che scompaia in fretta… :mrgreen: e poi perché ha sempre tanto olio che galleggia in superficie… 🙄

    Ma questo è certamente più buono! 🙂
    Bravissima Marti… 😉

    Reply
  4. È proprio per questo che non la compro Niki, perché contiene olii di dubbia qualità, oltre che avere un cattivo sapore a mio parere! Il questa metto solo extravergine di oliva:)

    Reply
  5. @Marti96:
    D’accordissima! 😉

    Reply
  6. IO la faccio senza olio e viene cremosissima. Uso un tritattutto da 750W e max 200g di sesamo.

    Reply
  7. @ Rita:
    Davvero! Se non l’hai già pubblicata… 🙂
    mumble… devo guardare fra le tue ricette… 🙂 😉

    Reply
  8. No Niki, la mia tahina è talmente banale che non l’ho pubblicata. Solo sesamo tostato passato al tritattutto (io ho il Kenwood da 750W, l’unico, che io sappia, con tale potenza, indispensabile per frullare semi oleosi senza distruggerlo). Stesso discorso per burro di arachidi, anacardi (crudi) e mandorle (crude o tostate).

    Reply
  9. *-* mmmmm…cosa vedono i miei occhi!! 😀 Anche a casa nostra questa salsa dura veramente poco!! Ora che ne abbiamo trovata una che ha come ingredienti solo 100% sesamo non c’è proprio più nulla che ci frena!ahah 😀 Però tempo fa abbiamo comprato 500g di sesamo, per provare a farla in casa…ci dobbiamo decidere!! 😀

    Reply
  10. Quindi, @Rita, mi confermi che senza uno strumento come il tuo è impossibile realizzarla senza olio?

    Reply
  11. V io ho lo stesso di R e ti confermo che al di sotto di quella potenza non viene, se non con l’aggiunta di olio, da lì in su come potenza invece non ci sono problemi e puoi omettere l’olio

    bless and love!

    Reply
  12. si si Valentina, come ha detto Luca non serve l’olio se hai un frullatore potente. Io ho anche un frullatore da 1200 W ma non l’ho provato per la tahina perché é un po’scomodo per piccole quantità.

    Reply
  13. Grazie del suggerimenti Rita! Ora vado a vedere quanto costa…
    Grazie Marti: io ora ho preso a frullare la frutta secca assieme alla verdura, in modo espresso, sul momento…mi vengono delle salsine super saporite. Tipo ieri ho frullato asparagi semi di sesamo e un goccio di succo d’arancia… Mmmmmm una delizia… Ci hi condito il riso rosso. Praticamente sono tahine espresse ogni volta “verduramente” diverse.

    Reply
  14. Anch’io la faccio a casa, ho sempre usato olio di mais bio spremuto a freddo perchè è, secondo me, l’unico olio che non ha un sapore troppo forte così da non coprire il gusto del sesamo .. e, confermo, in qualsiasi modo la si faccia la tahina home made non ha nulla a che vedere con quella acquistata nei negozi! 😉

    Reply
  15. Erbivoraincucina che idea le tue salsine !!! Non ci avevo mai pensato, ma ora inizierò a farle anche io. Voglio a provare a condire i miei amati shirataki e i sushi mattutini (si si spesso preparo sushi al volo per colazione!!!).

    Reply
  16. Peccato… anche io dovrò rinunciare a prepararlo… 🙁 ho un Kenwood da 450W …
    Non provo neppure…
    …ma mi piace l’idea di Erbivorina… 🙂 salsina verdurosa espressa 😉

    Reply
  17. Niki, acquista un frullatore potente oppure il solo motore da 750W del tritattutto Kenwood

    Reply
  18. e se provassi con il macina caffè? Solitamente lo uso per tritare semi di lino… faccio in un attimo

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti